Magna annuncia i risultati del quarto trimestre e quelli conclusivi del 2005

08 Mar, 2006, 09:46 GMT Da Magna International Inc.

AURORA, Canada, March 8 /PRNewswire/ -- Magna International Inc. (TSX: MG.SV.A; TSX: MG.MV.B; NYSE: MGA) ha diffuso oggi i risultati finanziari dichiarati per il quarto trimestre e quelli dell'anno conclusosi il 31 dicembre 2005.

    
    -------------------------------------------------------------------------
                                 	  TRIMESTRE CONCLUSO        ANNUALI AL
                                      IL 31 DICEMBRE          31 DICEMBRE
                                  --------------------- ---------------------
                                    2005       2004       2005       2004
                                  ---------- ---------- ---------- ----------

    Vendite                       $ 5.854    $ 5.653    $22.811    $20.653

    Utile d'esercizio             $   125    $   250(1) $   942    $ 1.125(1)

    Utile netto                   $    83    $   177(1) $   639    $   676(1)

    Utile diluito per azione      $  0,75    $  1,81(1) $  5,90    $  6,95(1)

(1) L'utile d'esercizio, l'utile netto e gli utili diluiti per azione sono stati riformulati per riflettere il cambiamento nella politica contabile descritto nella Nota 2 dei bilanci e dei conti economici consolidati provvisori non certificati allegati a questo comunicato stampa.

    
    -------------------------------------------------------------------------
    Tutti i risultati finanziari sono espressi in milioni di dollari USA,
    eccetto le cifre per azione.
    -------------------------------------------------------------------------

FINE ANNO CONCLUSOSI AL 31 DICEMBRE 2005

----------------------------

Nell'anno conclusosi il 31 dicembre 2005, abbiamo registrato vendite record per un totale di 22,8 miliardi di dollari USA , ottenendo un aumento del 10% rispetto allo stesso periodo conclusosi il 31 dicembre 2004. L'incremento delle vendite registrato nell'anno conclusosi il 31 dicembre 2005 riflette gli aumenti rispettivamente del 17% e dell'11% del contenuto medio in dollari USA per veicolo in Nord America e in Europa, rispetto allo stesso periodo al 31 dicembre 2004. Durante l'anno conclusosi il 31 dicembre 2005, la produzione di autoveicoli in Nord America non è sostanzialmente variata, mentre quella in Europa è diminuita del 4%, rispetto allo stesso periodo del 2004. Le vendite di veicoli completi sono aumentate dell'1% nell'anno concluso il 31 dicembre 2005, rispetto allo stesso periodo concluso il 31 dicembre 2004. Tuttavia, a seguito dei minori volumi di assemblati per tutti i veicoli considerati sulla base del costo complessivo, le vendite di veicoli assemblati completi sono diminuite dell'8% ossia di 340 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 4,1 miliardi di dollari USA per l'anno conclusosi il 31 dicembre 2005, rispetto ai 4,5 miliardi di dollari USA dello stesso periodo conclusosi il 31 dicembre 2004.

Per l'anno conclusosi il 31 dicembre 2005, il nostro utile d'esercizio è stato di 942 milioni di dollari USA , rispetto a 1,1 miliardi di dollari USA registrato nell'anno conclusosi il 31 dicembre 2004, e abbiamo consuntivato un utile netto di 639 milioni di dollari USA , rispetto a quello di 676 milioni di dollari USA di fine 2004.

A fine 2005, gli utili diluiti per azione sono stati di 5,90 dollari USA, rispetto ai 6,95 dell'anno conclusosi il 31 dicembre 2004.

Nel corso dell'anno conclusosi il 31 dicembre 2005, l'Azienda ha registrato un volume di liquidità proveniente da attività operative, prima delle variazioni al capitale d'esercizio non in contante, pari a 1,5 miliardi di dollari USA , e ne ha generati 158 milioni in attività e passività non in contanti.

L'ammontare complessivo delle attività d'investimento per l'anno conclusosi il 31 dicembre 2005 è stato di 1,2 miliardi di dollari USA , compresi gli 848 milioni investiti in immobilizzazioni aggiuntive, 187 milioni di dollari USA per l'acquisto di controllate e 127 milioni in ulteriori investimenti in altre attività.

TRIMESTRE CONCLUSOSI AL 31 DICEMBRE 2005

------------------------------------

Nel corso del quarto trimestre conclusosi il 31 dicembre 2005, l'Azienda ha registrato vendite per 5,9 miliardi di dollari USA , corrispondenti ad un aumento del 4% rispetto allo stesso periodo del 2004. Il contenuto medio in dollari USA per veicolo in Nord America è aumentato dell'8% mentre in Europa è rimasto sostanzialmente invariato, rispetto allo stesso periodo di riferimento nel 2004. Nel corso del quarto trimestre 2005, la produzione di autoveicoli in Nord America ha registrato un aumento del 3% mentre in Europa è rimasta sostanzialmente stabile, rispetto allo stesso periodo di riferimento del 2004. Nel corso del quarto trimestre 2005, i volumi dei veicoli completi assemblati sono aumentati del 12% rispetto lo stesso periodo del 2004. Tuttavia, a seguito del minor volume aggregato di veicoli considerati sulla base del costo complessivo, le vendite di veicoli completi assemblati sono diminuite del 12% ossia di 145 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 1,1 miliardi di dollari USA per il quarto trimestre 2005, rispetto a 1,2 miliardi di dollari USA nello stesso periodo di riferimento nel 2004.

Nel quarto trimestre 2005, il nostro utile d'esercizio è stato di 125 milioni di dollari USA , rispetto ai 250 milioni del quarto trimestre 2004; gli utili netti nel quarto trimestre 2005 sono stati di 83 milioni di dollari USA , rispetto ai 177 milioni registrati nel quarto trimestre 2004.

Nel corso del quarto trimestre 2005, gli utili diluiti per azione sono stati di 0,75 dollari USA , rispetto a 1,81 dollari USA dello stesso periodo del 2004.

Durante il trimestre conclusosi il 31 dicembre 2005, l'Azienda ha registrato un volume di liquidità proveniente dalle attività operative, prima delle variazioni al capitale d'esercizio non in contante, pari a 408 milioni di dollari USA , ed ha generato 750 milioni in attività e passività operative non in contanti. L'ammontare complessivo delle attività d'investimento per il quarto trimestre 2005 è stato di 367 milioni, compresi i 321 milioni investiti in immobilizzazioni aggiuntive, 19 milioni investiti nell'acquisizione di controllate e 27 milioni in altre attività.

ONERI DIVERSI, D'IMPAIRMENT, DI RISTRUTTURAZIONE E PROFITTI

---------------------------------------------------------------------

Durante l'anno conclusosi il 31 dicembre 2005 e 2004, abbiamo registrato una serie di eventi insoliti, compresi oneri d'impairment associati a cespiti di lunga durata e di avviamento, oneri di ristrutturazione associati alla valutazione della nostra struttura e capacità operativa globale, nonché altri oneri speciali e profitti.

Per gli anni conclusisi al 31 dicembre 2005 e 2004, l'onere netto aggregato al lordo delle imposte sugli utili e l'interesse su partecipazioni di minoranza per voci inconsuete è stato rispettivamente e complessivamente di 145 e 45 milioni di dollari USA . Su base azionaria, l'onere netto aggregato per voci straordinarie è stato rispettivamente di 1,05 e 0,28 dollari USA .

Il per quarto trimestre conclusosi il 31 dicembre 2005 e 2004, l'onere netto aggregato al lordo delle imposte sugli utili e l'interesse su partecipazioni di minoranza per voci inconsuete è stato rispettivamente e complessivamente di 157 e di 19 milioni di dollari USA . Su base azionaria, l'onere netto aggregato per voci straordinarie è stato rispettivamente di 1,07 e 0,06 dollari USA .

Inoltre, prevediamo di dover sostenere ulteriori oneri di ristrutturazione e razionalizzazione aggiuntivi durante il 2006, nell'ordine di 30-40 milioni di dollari USA , relativi ad attività avviate nel corso del 2005.

Una relazione più dettagliata sui nostri risultati finanziari consolidati relativi al quarto trimestre e di fine anno 2005 è contenuta all'interno del documento intitolato Management's Discussion and Analysis of Results of Operations and Financial Position (Relazione gestionale e analisi dei risultati delle operazioni e della situazione finanziaria) nonché nei resconti finanziari consolidati provvisori non certificati, e nelle note integrative allegate al presente comunicato stampa.

Siegfried Wolf, CEO di Magna ha commentato: "Il 2005 è stato un anno d'importante transizione per Magna. A seguito delle privatizzazioni delle nostre società controllate precedentemente quotate in Borsa, siamo riusciti a completare la valutazione sulla nostra presenza operativa globale. Sebbene i risultati di questa valutazione abbiano avuto un impatto negativo sui nostri risultati finanziari a breve termine, crediamo che le decisioni prese dalla Direzione siano state necessarie per permetterci di posizionarci meglio in futuro."

Don Walker, co-CEO di Magna ha aggiunto: "Guardando indietro al 2005, nonostante le condizioni di difficoltà incontrate dal nostro settore industriale, compreso l'aumento significativo dei costi dei prodotti, la diminuzione dei volumi produttivi chiave dei programmi Magna, e la maggiore pressione per l'applicazione di sconti richiesta dai nostri clienti, abbiamo ottenuto solidi risultati operativi. Questo è il risultato del duro lavoro e della dedizione dimostrata dai nostri dipendenti in tutto il mondo."

ALTRE INFORMAZIONI

-------------

Il Consiglio d'Amministrazione ha stabilito ieri il dividendo trimestrale per le azioni in circolazione di Classe A con diritto di voto subordinato e di Classe B, per il trimestre concluso al 31 dicembre 2005. Il dividendo azionario di 0,38 dollari USA per azione potrà essere liquidato il 24 marzo 2006 agli azionisti risultanti iscritti al 10 marzo 2006.

PREVISIONE PER IL 2006

------------

Tutte le somme indicate qui di seguito non tengono conto dell'impatto risultante da qualsiasi futura potenziale acquisizione.

La nostra previsione è invariata rispetto a quella formulata nel nostro comunicato stampa del 12 gennaio 2006.

Per tutto il 2006, prevediamo vendite comprese tra 22-23,3 miliardi di dollari USA , sulla base di un volume di produzione annuo di veicoli leggeri pari a circa 15,8 milioni di unità in Nord America e di circa 15,8 milioni di unità in Europa. Per tutto il 2006 prevediamo un contenuto medio in dollari USA per veicolo compreso tra 750 e 780 dollari USA in Nord America e uno compreso tra 300-325 dollari USA in Europa. Per tutto il 2006 prevediamo che i volumi dei veicoli assemblati completi rimarranno pressoché invariati, e prevediamo che nel 2006 le vendite di tali veicoli saranno comprese tra 3,3 e 3,6 miliardi di dollari USA . Prevediamo inoltre che durante tutto il 2006 il nostro margine operativo, escludendo le voci straordinarie(2), sarà di circa il 5%. Prevediamo che nel 2006 il tasso delle imposte sugli utili, escluse le voci straordinarie(2), sarà compreso tra il 31% e il 32%. Prevediamo una crescita degli utili durante l'intero 2006 rispetto al 2005, escludendo le voci straordinarie(2), da entrambi gli anni.

Inoltre, prevediamo che durante tutto il 2006 la spesa per le immobilizzazioni saranno nell'ordine di 850-900 milioni di dollari USA .

(2) Le voci straordinarie per il 2005 hanno incluso oneri associati alle attività di razionalizzazione e di ristrutturazione, (compresi gli oneri di ristrutturazione derivanti dalla privatizzazione di nostre società controllate precedentemente quotate in Borsa durante il 2005), oneri associati ad operazioni per la fornitura di MG Rover, oneri d'impairment, e altri profitti non ricorrenti. Si prevede che le voci straordinarie per il 2006 includeranno oneri associati alle attività di razionalizzazione e di ristrutturazione avviate nel 2005.

Magna, uno dei fornitori di componenti automobilistici più diversificati al mondo, progetta, sviluppa e produce sistemi automobilistici, gruppi assemblati, moduli e componenti, nonché progetta ed assembla veicoli completi, principalmente destinati ai costruttori di primo impianto (OEM) di automobili e veicoli commerciali leggeri in Nord America, Europa, Asia e Sud America. La gamma dei prodotti Magna include:

interni auto, moduli e sistemi di chiusura, sistemi e moduli; sistemi per carrozzerie in metallo, componenti, assemblati e moduli; sistemi di specchietti retrovisori interni ed esterni e sistemi di superfici vetrate artificiali; cruscotti, moduli terminali anteriori e posteriori, pannelli per carrozzerie in plastica, sistemi e componenti di rifinitura esterna, sistemi di guarnizione/sigillatura e condizionamento, componenti d'illuminazione; diversi tipi di motorizzazioni e componenti di trasmissione; processi completi di progettazione e assemblaggio dei veicoli.

Magna conta circa 82.000 dipendenti in 224 stabilimenti di produzione e 60 centri di progettazione e sviluppo in 22 paesi.

-------------------------------------------------------------------------

Martedì 28 febbraio 2006, alle ore 8:00 del mattino ora della costa orientale, organizzeremo una teleconferenza rivolta agli analisti interessati e agli azionisti, durante la quale verranno discussi i risultati del quarto trimestre. La teleconferenza sarà co-presieduta da Mark T. Hogan, Presidente e da Vincent J. Galifi, Vice-Presidente Esecutivo e CFO. Per partecipare alla teleconferenza dovete comporre il numero 1-800-840-6238. Chi chiama dall'estero deve comporre il numero 1-416-620-2406. Siete pregati di collegarvi 10 minuti prima dell'orario previsto per l'inizio della teleconferenza. Inoltre, la teleconferenza sarà anche trasmessa via webcast sul sito www.magna.com. La presentazione su diapositive, illustrata durante la teleconferenza, sarà disponibile sul nostro sito web, martedì mattina, prima dell'inizio della teleconferenza stessa.

Per ulteriori informazioni, contattate Louis Tonelli, Vice-Presidente,

Relazioni con gli Investitori, al numero +1-905-726-7035.

Per eventuali domande da rivolgere durante la teleconferenza, componete il numero +1-905-726-7103.

-------------------------------------------------------------------------

DICHIARAZIONI PREVISIONALI

--------------------------

La precedente relazione contiene dichiarazioni che, non essendo enunciazioni di fatti storici, costituiscono "dichiarazioni previsionali" nel contesto della legislazione applicabile al settore titoli.

Le dichiarazioni previsionali possono includere proiezioni finanziarie e diverse, nonché dichiarazioni relative a piani futuri, obiettivi o prestazioni economiche, o ipotesi e supposizioni alla base delle stesse. Utilizziamo termini del tipo "potrebbe", "dovrebbe, "sarà", "probabile", "previsto", "riteniamo", "ipotizziamo" "inteso", "piano", "previsione", "proiezione", "stima" ed altre espressioni simili, per identificare le dichiarazioni previsionali. Tutte le dichiarazioni previsionali si basano su supposizioni e analisi fatte da noi, alla luce della nostra esperienza e della nostra percezione sulle tendenze storiche, condizioni attuali e sviluppi futuri previsti, nonché altri fattori che riteniamo siano più appropriati per le circostanze. Tuttavia, il fatto che i reali risultati e gli sviluppi rispettino le nostre previsioni dipenderà da una serie di rischi, ipotesi e incertezze. Questi fattori di rischio e incertezza sono, ma non in via limitativa: cambiamenti nella richiesta dei consumatori, a causa delle condizioni politiche ed economiche mondiali (compresi gli atti di terrorismo); diminuzione dei volumi produttivi degli autoveicoli; variazioni delle quote di mercato relative ai veicoli o alle piattaforme nelle quali abbiamo i contenuti e i margini maggiori; diminuzioni continuative dei volumi produttivi di una serie di piccole case automobilistiche con le quali lavoriamo; la nostra capacità di riuscire a diversificare la nostra base clienti; l'impatto delle difficoltà finanziarie e della minore competitività di alcuni nostri clienti e fornitori; un calo dell'outsourcing da parte delle case costruttrici; la pressione da parte dei nostri clienti nell'ottenere riduzioni di prezzo e di farci assumere l'onere di alcuni costi fissi; la concorrenza del settore delle forniture automobilistiche; la capacità di ridurre la nostra esposizione agli aumenti di prezzo delle materie prime come acciaio e resine, oppure la nostra capacità di recuperarli; aumenti dei prezzi di petrolio ed energia; costi relativi a interventi in garanzia e campagne di richiamo, nonché rischi per responsabilità di prodotto; fluttuazioni relative ai tassi di cambio valutari; rischi associati allo svolgere attività produttive all'estero; l'esito positivo delle nostre proposte attività di razionalizzazione in campo produttivo e/o di snellimento delle funzioni amministrative, a seguito delle privatizzazioni delle nostre controllate precedentemente quotate in Borsa; cambiamenti rapidi delle tecnologie e delle norme; il rischio di scioperi della manodopera, presso i nostri stabilimenti o presso quelli dei nostri fornitori; cancellazione di programmi e ritardi nel lancio di quelli nuovi; ritardi nella costruzione di nuovi stabilimenti; cambiamenti nelle norme nazionali; l'impatto delle norme sulla protezione dell'ambiente; l'impatto di eventuali procedimenti legali nei quali potremmo essere coinvolti; i nostri rapporti con gli azionisti aventi diritto di voto; e altri fattori descritti nel nostro Rapporto Informativo Annuale presentato alle commissioni sui titoli in Canada e nel nostro Rapporto Annuale redatto sul Modulo 40-F presentato alla SEC, e relativi documenti. Nel valutare queste dichiarazioni previsionali, i lettori devono considerare in modo particolare i vari fattori che potrebbero modificare materialmente eventi reali o risultati rispetto a quelli prefigurati nelle stesse dichiarazioni previsionali. Salvo indicazioni diverse previste dalle norme che regolamentano il mercato dei titoli, non intendiamo e non ci assumiamo alcun obbligo ad aggiornare o a riesaminare queste dichiarazioni previsionali per riflettere informazioni ricevute in un secondo tempo, eventi, risultati, circostanze o altro.

-------------------------------------------------------------------------

Per ulteriori informazioni su Magna, siete invitati a visitare il nostro sito web www.magna.com. Copie dei dati finanziari e di altri documenti a disposizione del pubblico sono disponibili tramite Internet presso la Canadian Securities Administrators nel sistema denominato "Electronic Document Analysis and Retrieval" (SEDAR) accessibile attraverso il sito www.sedar.com, e nel sistema denominato "Electronic Data Gathering, Analysis and Retrieval" (EDGAR) della SEC americana, accessibile attraverso il sito www.sec.gov.

-------------------------------------------------------------------------

MAGNA INTERNATIONAL INC.

"Management's Discussion and Analysis of Results of Operations and Financial Position" (Relazione gestionale e analisi dei risultati delle operazioni e della situazione finanziaria)

-------------------------------------------------------------------------

Tutte le somme presentate nel "Management's Discussion and Analysis of Results of Operations and Financial Position" ("MD&A") sono espresse in dollari americani e tutte le somme contenute nelle tabelle sono espresse in milioni di dollari USA, ad eccezione delle cifre riferite alle azioni singole e al contenuto medio in dollari per veicolo, le quali sono indicate in dollari USA, salvo indicazioni diverse. Quando utilizziamo i termini "noi", "nostro" o "Magna", ci riferiamo sempre a Magna International Inc., alle sue controllate, e alle entità congiuntamente controllate, salvo il contesto richiesta interpretazioni diverse.

Questo MD&A deve essere letto unitamente ai resoconti finanziari consolidati provvisori non certificati del trimestre e dell'anno conclusisi al 31 dicembre 2005, redatti conformemente ai principi contabili generalmente accettati dalle autorità canadesi("GAAP"). Questo MD&A è stato redatto il 27 febbraio 2006.

PANORAMICA

-------------------------------------------------------------------------

Siamo un'azienda fornitrice leader mondiale di sistemi automobilistici tecnologicamente avanzati, assemblati, moduli e componenti. Seguiamo una politica aziendale di decentralizzazione delle funzioni e delle attività operative. Svolgiamo le nostre attività attraverso delle divisioni, le quali operano come business unit autonome, nel rispetto delle politiche aziendali. Al 31 dicembre 2005, avevamo 224 divisioni produttive e 60 centri di sviluppo prodotto ed engineering dislocati in 22 paesi.

Progettiamo, sviluppiamo e produciamo sistemi per l'industria automobilistica, gruppi assemblati, moduli e componenti, e progettiamo ed assembliamo veicoli completi venduti ai costruttori di primo impianto (OEM) di automobili e veicoli commerciali leggeri in Nord America, Europa, Asia e Sud America. Le nostre capacità di prodotto includono le aree principali del settore automobilistico: interni, sedili, chiusure, sistemi carrozzerie in metallo, specchietti retrovisori esterni ed interni, sistemi di superfici vetrate artificiali; cruscotti, moduli terminali anteriori e posteriori, pannelli per carrozzerie in plastica, sistemi e componenti di rifinitura esterna, sistemi di guarnizione/sigillatura e condizionamento, componenti d'illuminazione; diversi tipi di motorizzazioni e componenti di trasmissione; processi completi di progettazione e assemblaggio dei veicoli.

Storicamente, abbiamo fornito questi prodotti e servizi attraverso gruppi di prodotti globali, tre dei quali erano società quotate in borsa, nelle quali avevamo quote di controllo. Nell'aprile 2005, abbiamo completato i piani precedentemente annunciati, al fine di privatizzare ognuna delle controllate quotate in Borsa (le "Privatizzazioni").

Poco tempo dopo aver completo le privatizzazioni, abbiamo cominciato a riorganizzare e a segmentare le nostre attività su base geografica, tra Nord America, Europa e resto del mondo (principalmente Asia e Sud America).

Il nostro successo è stato legato innanzitutto ai livelli produttivi di veicoli commerciali leggeri dei nostri clienti in Nord America e in Europa (e attualmente in misura minore anche in Asia e in Sud America). I volumi produttivi degli OEM in regioni diverse possono essere influenzati da fattori che possono variare da regione a regione, comprese le condizioni economiche generali, i tassi d'interesse, i prezzi dei carburanti e la loro disponibilità, le infrastrutture, le modifiche normative, le questioni sulle emissioni nell'ambiente e la sicurezza, le relazioni con la manodopera e/o i sindacati.

In considerazione di queste differenze tra le regioni nelle quali operiamo, abbiamo segmentato le nostre attività operative in settori geografici tra Nord America, Europa e resto del mondo. Il ruolo delle Direzioni in Nord America e in Europa è quello di gestire i nostri interessi e di assicurare uno sforzo coordinato attraverso capacità di prodotto diverse. Oltre a mantenere i clienti chiave, i fornitori e i contatti con i governi nei rispettivi mercati, le Direzioni regionali devono gestire centralmente gli aspetti chiave delle nostre attività operative, consentendo alle divisioni una sufficiente flessibilità attraverso la nostra struttura decentralizzata, al fine di promuovere un ambiente imprenditoriale.

FATTI IMPORTANTI

-------------------------------------------------------------------------

Durante il 2005, abbiamo dichiarato solidi risultati finanziari, comprese vendite record per un ammontare di 22,8 miliardi di dollari USA . L'incremento di fatturato è stato possibile a seguito degli aumenti nel contenuto medio in dollari per veicolo in Nord America e in Europa. In Nord America, la produzione di autoveicoli è rimasta invariata a 15,7 milioni di unità, mentre il nostro contenuto per veicolo è aumentato del 17% raggiungendo quota 731 dollari USA , entrambi rispetto il 2004. In Europa, la produzione di veicoli nel settore occidentale è diminuita del 4% scendendo a quota 16,0 milioni di unità, mentre il nostro contenuto per veicolo è aumentato dell'11% raggiungendo quota 317 dollari USA , entrambi rispetto il 2004.

L'utile d'esercizio per il 2005 è diminuito del 16% raggiungendo quota 942 milioni di dollari USA , dai precedenti 1,1 miliardi di dollari USA nel 2004. Escludendo le voci straordinarie registrate nel 2005 e nel 2004 (vedi "Voci straordinarie" sotto), l'utile d'esercizio del 2005 è diminuito di 83 milioni di dollari USA , ossia del 7%. Il calo dell'utile d'esercizio è stato dovuto innanzitutto all'aumento dei prezzi della materie prime, alla diminuzione dei volumi produttivi di alcuni programmi con alti contenuti, al maggior numero di sconti applicati ai clienti, all'impatto negativo dei costi di start-up nei nuovi stabilimenti aperti nel 2005, e ai costi non in contanti relativi alle privatizzazioni, compresa la maggiore svalutazione e ammortamento e le spese di compensazione delle giacenze. I fattori che contribuiscono a diminuire l'utile d'esercizio sono stati parzialmente compensati dai margini supplementari ottenuti a seguito del lancio di nuovi programmi durante e successivi il 2004, l'acquisizione della New Venture Gear, Inc. ("NVG") nel settembre 2004, i miglioramenti di produttività ed efficienza in alcuni stabilimenti, e la chiusura di alcuni stabilimenti che durante il 2004 avevano registrato delle perdite.

L'utile netto per il 2005 è diminuito del 5% raggiungendo quota 639 milioni di dollari USA , dai precedenti 676 milioni del 2004. Escludendo le voci straordinarie registrate nel 2005 e nel 2004 (vedi "Voci straordinarie" sotto), l'utile netto per il 2005 è aumentato di 51 milioni di dollari USA , ossia del 7%. L'aumento dell'utile netto è principalmente imputabile alle riduzioni introdotte sui tassi delle imposte sugli utili e sugli interessi sulle partecipazioni di minoranza, parzialmente compensate dalla diminuzione dell'utile d'esercizio.

Gli utili diluiti per azione nel 2005 sono diminuiti del 15% scendendo a quota 5,90 dollari USA , dai precedenti 6,95 dollari USA del 2004. Escludendo le voci straordinarie registrate nel 2005 e nel 2004 (vedi "Voci straordinarie" sotto), gli utili diluiti per azione sono diminuiti di 0,28 dollari USA rispetto al 2004, a seguito di un aumento nel numero medio ponderato di azioni diluite in circolazione nell'anno, principalmente a causa delle azioni di Classe A con diritto di voto subordinate emesse al termine delle privatizzazioni, parzialmente compensati dall'aumento dell'utile netto(escludendo le voci straordinarie).

Voci straordinarie

Durante il 2005 e il 2004, abbiamo registrato alcune voci straordinarie, come segue:

    
                                  2005                       2004
                      --------------------------- ---------------------------
                                         Utili                     Diluted
                                        diluiti                    Earnings
                      Utile        Utile  per      Utile       Utile   per
                      d'esercizio  netto  azione   d'esercizio  netto  azione
    -------------------------------------------------------------------------
    Oneri
     d'impairment(1)     $ (131)  $  (98)  $(0,90)  $  (36)  $  (22)  $(0,23)
    Oneri di
     ristrutturazione(2)    (59)     (48)   (0,44)     (26)     (17)   (0,17)
    Oneri associati
     a MG Rover(3)          (15)     (13)   (0,12)       -        -        -
    Ricavi liquidazione (4)  26      16      0,15        -        -        -
    Ricavi da valuta
     estera(4)               18       18     0,17        -        -        -
    Ricavi da vendita di
     stabilimenti(4)         16       10     0,09        -        -        -
    Ricavi da riduzioni di
     pensioni(4)              -        -        -       29       18     0,18
    Modifiche di
     stock option(4)          -        -        -      (12)     (12)   (0,12)
    Recupero imposte
     futuro(4)                -        -        -        -        6     0,06
    -------------------------------------------------------------------------
    Totale voci straord. $ (145)  $ (115)  $(1,05)  $  (45)  $  (27)  $(0,28)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

(1) Oneri d'impairment

Congiuntamente all'analisi degli oneri d'impairment nelle nostre attività annuali di avviamento, e in considerazione di altri indicatori d'impairment di cespiti di lunga durata in alcune attività operative, abbiamo registrato i seguenti oneri d'impairment:

    
                                          2005                  2004
                                  --------------------- ---------------------
                                  Utile        Utile   Utile        Utile
                               d'esercizio     netto   d'esercizio  netto   
        ---------------------------------------------------------------------

        (a) impairment per cespiti
             di lunga durata:
            Europa                 $     89   $     63   $     20   $     15
            Nord America                 21         14         16          7

        (b) impairment avviamento:
            Europa                       21         21          -          -
        ---------------------------------------------------------------------
                                   $    131   $     98   $     36    $    22
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------

(a) Impairment per cespiti di lunga durata

Durante il 2005, abbiamo registrato oneri d'impairment per cespiti di lunga durata per un ammontare di $89 milioni di dollari USA in Europa, in relazione ad alcuni stabilimenti di sistemi esterni nel Regno Unito, in Belgio e in Germania, nonché in relazione alla chiusura di uno stabilimento di sistemi nella Repubblica Ceca. In Nord America, abbiamo tratto oneri d'impairment per cespiti di lunga durata per un ammontare di 21 milioni di dollari USA , in relazione ad uno stabilimento di sistemi esterni in Canada e ad alcuni stabilimenti powertrain negli Stati Uniti.

Durante il 2004, abbiamo registrato oneri d'impairment per cespiti di lunga durata per un ammontare di 20 milioni di dollari USA in Europa, in relazione ad alcuni stabilimenti di sistemi esterni in Germania e in Belgio. In Nord America, abbiamo registrato oneri d'impairment per cespiti di lunga durata per un ammontare di 16 milioni di dollari USA ricollegabili al nostro piano per la chiusura delle attività di uno stabilimento di sistemi esterni in Canada.

(b) Oneri d'impairment per avviamento

Congiuntamente al nostro ciclo di pianificazione annuale aziendale, abbiamo completato l'analisi degli oneri d'impairment per avviamento. A seguito di questa analisi, abbiamo registrato oneri d'impairment per avviamento pari a 21 milioni di dollari USA , riferibili all'unità di reporting dei nostri sistemi esterni in Europa.

(2) Oneri di ristrutturazione

In relazione alle privatizzazioni e alle condizioni generali del settore industriale, durante il 2005 abbiamo completato la valutazione della nostra capacità e delle nostre strutture operative a livello globale. A seguito di questa valutazione, abbiamo cominciato ad implementare una strategia di razionalizzazione che include la ristrutturazione del gruppo operativo e il consolidamento degli stabilimenti, le vendite e le chiusure.

Queste azioni si sono rese necessarie per assicurarci di rimanere competitivi a livello globale.

In Europa, gli oneri di ristrutturazione sono ammontati complessivamente a 33 milioni di dollari USA nel 2005, rispetto ai 7 milioni di dollari USA nel 2004. Gli oneri di ristrutturazione nel 2005 sono collegati principalmente ai costi di liquidazione("severance costs") di tre stabilimenti:

- uno stabilimento di retrovisori in Irlanda;

- uno stabilimento di sistemi esterni in Belgio; e

- un centro di engineering in Francia.

Gli oneri di ristrutturazione europei nel 2004 sono relativi ai costi sostenuti in relazione alla riorganizzazione e chiusura di alcuni stabilimenti d'interni in Germania e nel Regno Unito.

In Nord America, gli oneri di ristrutturazione nel 2005 sono ammontati a 21 milioni di dollari USA , rispetto ai 19 milioni nel 2004. Gli oneri di ristrutturazione nel 2005 sono relativi principalmente a costi di liquidazione ("severance costs") sostenuti a seguito di privatizzazioni e di consolidazioni e/o chiusura di alcuni stabilimenti di sistemi esterni, powertrain e di stampaggio in Canada e negli Stati Uniti. Gli oneri di ristrutturazione nel 2004 sono relativi principalmente alla svalutazione e ammortamento accelerato di alcuni asset di programmi specifici che non sono più utilizzati come da programma originale.

Inoltre, prevediamo di sostenere ulteriori oneri di ristrutturazione e di razionalizzazione aggiuntivi durante il 2006 nell'ordine di 30-40 milioni di dollari USA , relativi ad attività avviate nel 2005.

In modo specifico, nel 2006, abbiamo raggiunto un accordo con il sindacato di uno stabilimento di sistemi esterni in Belgio in merito ai benefici attribuibili a licenziamenti non previsti a contratto riguardanti i dipendenti di quello stabilimento. Di conseguenza, registreremo questo costo di 8 milioni di dollari USA di questo accordo nel corso del primo trimestre del 2006.

(3) MG Rover

Nell'aprile 2005, la MG Rover Group Limited ("MG Rover") è stata posta sotto amministrazione controllata, una condizione simile a quella descritta nel Capitolo 11 sulla protezione contro il fallimento negli Stati uniti (la cosiddetta "situazione MG Rover"). Di conseguenza, abbiamo registrato oneri per 15 milioni di dollari USA in relazione ai nostri asset MG Rover e agli obblighi da noi assunti con i fornitori nel 2005.

(4) Altre voci straordinarie

Oltre alle voci sopraccitate, durante il 2005 abbiamo anche registrato le seguenti voci straordinarie:

- ricevimento di 26 milioni di dollari USA assegnateci dal tribunale a seguito di una causa legale avviata da noi nel 1998 in merito a materiali difettosi utilizzati da un fornitore in un progetto immobiliare;

- ricavi pari a 18 milioni di dollari USA provenienti da valuta estera al momento del rientro di fondi dall'Europa; e

- ricavi per 16 milioni di dollari USA provenienti dalla vendita di uno stabilimento secondario di componentistica per sedili in Nord America.

- Oltre alle voci sopraccitate, durante il 2004 abbiamo registrato le seguenti voci straordinarie:

- ricavi per 29 milioni di dollari USA derivanti da riduzioni delle pensioni a seguito del congelamento di alcuni piani pensionistici di benefit, poiché non erano più stati maturati ulteriori benefici da tali piani;

- onere una-tantum di 12 milioni di dollari USA come spesa di compensazione a seguito delle modifiche apportate agli accordi con alcuni ex dipendenti; e

- un recupero d'imposta su utili futuri pari a 6 milioni di dollari USA , a seguito di future riduzioni di aliquota in Europa.

Questioni importanti

Inoltre alle voci straordinarie enunciate qui sopra, le questioni più significative che hanno influenzato i nostri risultati finanziari nel 2005 comprendono:

1. Prezzi delle materie prime

Rispetto al 2004, nel corso del 2005, abbiamo dovuto corrispondere un costo maggiore per le materie prime, nonché per l'acquisto di componenti, utilizzati nelle nostre produzioni 2004. Sebbene una parte significativa del nostro acciaio, delle resine e dei nostri componenti siano inclusi in programmi di rivendita gestiti dai clienti o in contratti a breve o a lungo termine, gli aumenti nei prezzi delle materie prime nel 2005 hanno impattato negativamente i nostri risultati, rispetto al 2004. Allo stesso tempo, i prezzi dell'acciaio di recupero sono diminuiti, fatto che ulteriormente influenzato negativamente i nostri risultati nel 2005, rispetto al 2004.

2. Produzioni di programmi chiave

Nel mercato nordamericano, nel 2005 si è assistito alla tendenza continua al calo produttivo e alla riduzione della quota di mercato di General Motors ("GM") e di Ford, due dei nostri clienti più importanti. Mentre i volumi produttivi di autoveicoli in Nord America nel 2005 sono rimasti relativamente coerenti con dati dei volumi produttivi del 2004, i volumi di GM e Ford sono diminuiti rispettivamente del 7% e del 6%. Fatto ancora più importante, i volumi di produzione di alcuni dei nostri programmi a più alto contenuto sono diminuiti ancora ulteriormente. I volumi di produzione del Ford Freestar e del Mercury Monterey, del Ford Explorer e del Mercury Mountaineer, nonché della piattaforma GMT800 nel 2005 sono diminuiti rispettivamente del 42%, 30% e 13%.

Malgrado i cali di volumi su questi programmi chiave, abbiamo aumentato i volumi di produzione di altri programmi ad alto contenuto. I volumi produttivi dei modelli Chrysler 300 e 300C, del Dodge Caravan, Grand Caravan e Chrysler Town & Country sono aumentati rispettivamente del 38% e dell' 11%.

3. Pressioni sui prezzi

Anche nel 2005, rispetto al 2004, data la crescente concorrenza nel settore automobilistico, abbiamo dovuto concedere ulteriori riduzioni di prezzo ai nostri clienti.

4. Lanci

Durante il 2005, alcuni dei nostri nuovi stabilimenti produttivi hanno lanciato la produzione di alcuni importanti programmi, tra i quali:

- uno stabilimento ad Hermosillo, Messico che ha cominciato la fornitura di vari componenti stampati per i modelli Ford Fusion, Mercury Milan e Lincoln Zephyr;

- uno stabilimento a Bowling Green, Kentucky, che ha cominciato la fornitura di telai per i nuovi modelli Ford Explorer e Mercury Mountaineer; e

- uno stabilimento in Georgia ha cominciato le attività di stampaggio e verniciatura di cruscotti, e ha cominciato a fornire cruscotti, pannelli oscillanti e modanature laterali per carrozzeria per i modelli Mercedes Classe M e Classe R.

Entro il prossimo anno, lo stabilimento del Kentucky lancerà la produzione del telaio della nuova di pickup Ford della Serie F Super Duty.

Come anticipato, i nuovi stabilimenti in Messico, Kentucky e Georgia nel 2005 hanno sostenuto delle perdite di start-up, tuttavia, prevediamo un miglioramento della loro redditività man mano che i volumi produttivi aumentano.

Oltre ai programmi lanciati in questi nuovi stabilimenti, abbiamo anche lanciato numerosi altri programmi negli stabilimenti esistenti, tra le quali:

- i programmi Chevrolet Cobalt e Pontiac Pursuit;

- il programma Ford Mustang;

- il programma Dodge Charger;

- i programmi Mercedes Classe A, Classe B e Classe M; e

- il programma Land Rover Discovery.

5. Privatizzazioni

Durante il 2005, abbiamo portato a termine con successo le privatizzazioni delle nostre controllate precedentemente quotate in Borsa: Tesma International Inc.; Decoma International Inc.; e Intier Automotive Inc. Queste privatizzazioni ci hanno permesso di migliorare il nostro posizionamento strategico, soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo di moduli veicolo comuni alle nostre linee tradizionali di prodotto, e per meglio sfruttare le nostre varie competenze, in modo particolare quelle che riguardano il veicolo completo. Inoltre, le privatizzazioni ci hanno permesso di riallineare il nostro portafoglio prodotti, consentendoci di combinare le capacità powertrain delle nostre precedenti aziende Tesma e Magna Drivetrain, evitando la duplicazione degli investimenti, soprattutto sui nuovi mercati. Siamo anche riusciti a migliorare la nostra liquidità finanziaria completando una nuova agevolazione creditizia revolving di cinque anni, con scadenza il 12 ottobre 2010. Questa agevolazione creditizia ha una tranche per il Nord America di 1,57 miliardi di dollari USA , una tranche Europea(in euro) di 300 milioni e una tranche per l'Asia di 50 milioni.

Questa nuova agevolazione creditizia sostituisce le varie linee di credito esistenti prima delle privatizzazioni.

I nostri risultati operativi per il 2005 sono stati influenzati negativamente dai costi non in contanti relativi alle privatizzazioni, compresi i 30 milioni di dollari USA dovuti per l'ammortamento degli incrementi di valore effettivo (riflesso nella contabilità di acquisto preliminare) e i 7 milioni di dollari USA dovuti per spese supplementari di compensazione per stock option. A compensare l'ammortamento supplementare hanno contribuito le spese per interessi su partecipazioni di minoranza, poiché queste spese sono state registrate successivamente al primo trimestre 2005. In fine, gli utili diluiti per azione sono stati impattati negativamente a seguito di 11,9 milioni di azioni di Classe A con diritto di voto subordinato supplementari, incluse nel numero medio ponderato di azioni diluite in circolazione a seguito delle privatizzazioni.

6. Imposte sugli utili

Durante il 2005, abbiamo ottenuto una diminuzione significativa della nostra aliquota delle imposte sugli utili (ad esclusione delle voci straordinarie sopra enunciate) rispetto al 2004, primariamente a seguito di una diminuzione delle aliquote delle imposte sugli utili in Austria e in Messico, un aumento nell'utilizzo delle perdite non precedentemente sfruttate, una riduzione delle perdite non utilizzate e liquidazioni per imposte in alcune giurisdizioni. Oltre alle minori aliquote delle imposte sugli utili, crediamo che la nostra aliquota effettiva delle imposte sugli utili rimarrà inferiore ai livelli storici mentre prevediamo di capitalizzare sulle strategie di pianificazione sulle imposte sugli utili, che potrebbero continuare ad essere disponibili a seguito delle privatizzazioni.

Risultati chiave

Oltre alla gestione delle questioni significative sopra enunciate, abbiamo anche intrapreso passi importanti per rafforzare ulteriormente e meglio posizionare la nostra aziende per il futuro, compreso:

1. Rafforzamento del Management

A seguito del completamento positivo delle privatizzazioni, il nostro team dirigenziale è stato ulteriormente rafforzato. Nell'aprile 2005, abbiamo annunciato che Donald Walker e Siegfried Wolf sono stati nominati rispettivamente co-Chief Executive Officer con responsabilità per il Nord America e l'Europa. Don e Siegfried, unitamente a Manfred Gingl, Mark Hogan e Vincent Galifi, creano un forte gruppo dirigenziale di partnership, dotato delle qualità complementari che ci permetteranno di continuare il nostro processo evolutivo e di proteggere la cultura decentralizzata ed imprenditoriale necessaria a Magna di mantenere la sua posizione di leader nel settore dell'industria automobilistica globale. Questa cultura, in combinazione con l'impegno e la dedizione dei nostri numerosi manager e dipendenti, è stata e rimarrà la pietra angolare del nostro successo.

2. Rafforzamento delle relazioni con il cliente

Nel luglio, DaimlerChrysler ha annunciato lo sviluppo di una più profonda relazione con un gruppo selezionato di fornitori chiave. Magna è stata identificata come una delle aziende più altamente integrate di partnership di DaimlerChrysler (Highly Integrated Partnership Organizations / "HI-POs"). Questo modello migliorato di cooperazione con i fornitori mira a fornire numerosi vantaggi alle aziende HI-PO, compreso il coinvolgimento precoce nella fase di sviluppo del prodotto per modelli futuri. Come per esempio del coinvolgimento precoce, DaimlerChrysler ha annunciato che Magna è ottenuto il contratto per la fornitura degli interni, ad esclusione dei sedili, del futuro modello del Gruppo Chrysler Group, il cui lancio è previsto nel MY 2008.

Analogamente, a settembre Ford ha annunciato di aver stipulato nuovi contratti a lungo termine definiti "Aligned Business Framework" ("Contratti quadro di allineamento")con fornitori selezionati, e identificati da Magna, e sei altri fornitori di componenti automobilistici, come i primi fornitori strategici nella fase iniziale del nuovo accordo quadro di Ford. L'accordo quadro anticipa una riduzione significativa nel tempo nel numero di fornitori Ford.

3. Progressi compiuti nella diversificazione della base clienti

Durante il 2005, abbiamo continuato l'avanzamento delle attività mirate ad ampliare la nostra base clienti:

- abbiamo ricevuto il nostro primo ordine di scatole di rinvio da Nissan per due programmi, uno dei quali realizzato in Nord America e l'altro in Giappone. Queste importanti aggiudicazioni dimostrano la nostra capacità di mettere a disposizione dei nostri clienti le nostre competenze nel campo della trazione integrale;

- abbiamo ricevuto un nuovo ordine importante per interni e componenti stampati con una casa automobilistica asiatica, per un autoveicolo da realizzarsi in Nord America;

- abbiamo lanciato recentemente un nuovo stabilimento di stampaggio in metallo in Francia, per fornire vari programmi di PSA;

- abbiamo ricevuto un ordine di sedili ed interni dalla Corea; e

- abbiamo firmato un accordo di joint venture per fornire retrovisori in India.

4. Acquisizione di Car Top Systems

A dicembre, abbiamo annunciato di aver firmato un contratto per l'acquisto della CTS Fahrzeug-Dachsysteme GmbH ("CTS") dalla Porsche AG. CTS, acronimo di "Car Top Systems", è una delle aziende leader nella produzione di sistemi hard top e soft top retraibili, un'area di prodotto che riteniamo possa avere una buona crescita potenziale. L'acquisizione, che sarà completata nel febbraio del 2006, ci permetterà di fare leva sui nostri attuali sistemi di chiusura e capacità di realizzazione di veicoli completi. Per l'anno che si è concluso al 31 dicembre 2004, CTS ha dichiarato un fatturato di circa 400 milioni (di euro). CTS dispone di sei stabilimenti in Europa e di due stabilimenti in Nord America, con circa 1.100 dipendenti.

TENDENZE INDUSTRIALI E RISCHI

-------------------------------------------------------------------------

Nel corso degli ultimi anni, il settore dell'industria automobilistica è stato influenzato da una serie di tendenze negative, compresi:

- la crescita di costruttori di primo impianto (OEM) in Asia, in Nord America e in Europe, la diminuzione dei volumi produttivi di alcuni dei tradizionali clienti nordamericani ed europei;

- la maggiore pressione che i costruttori di auto hanno esercitato sui fornitori di componenti per ottenere riduzioni di prezzo, anche attraverso riduzioni di prezzo annuali retroattive, e fare in modo che questi ultimi si facessero sempre più carico di costi aggiuntivi;

- la crescita dell'industria automobilistica in Cina, India e in altri paesi asiatici, nonché in parti dell'Europa dell'Est, e la migrazione di alcune lavorazioni verso i paesi a basso costi di manodopera;

- il deterioramento delle condizioni finanziarie della base fornitori e di alcuni OEM;

- maggiori capacità di progettazione richieste al fine di poter acquisiti nuovi ordini per sistemi e moduli più complessi;

- maggiore prevalenza di veicoli costruiti sulla base di piattaforme globali di alti volumi;

- volatilità dei prezzi dell'acciaio, della resina e di altre materie prime; e

- aumento dei prezzi della benzina che spinge i clienti ad acquistare automobili piuttosto che i grandi SUV.

Qui di seguito sono illustrati alcuni dei rischi più significativi che potrebbero influenzare la nostra capacità di raggiungere i risultati auspicati:

- il settore globale dell'industria automobilistica segue dei ritmi ciclici e la domanda dei consumatori è suscettibile a cambiamenti in presenza di determinate condizioni economiche e politiche, compresi i tassi d'interesse, i prezzi del petrolio e dell'energia e i conflitti internazionali (compresi gli attacchi terroristici). A seguito di queste condizioni, alcuni dei nostri clienti stanno vivendo una contrazione della domanda del mercato e una diminuzione dei volumi produttivi degli autoveicoli. Qualora la riduzione dei volumi produttivi continuasse, si potrebbero verificare impatti negativi concreti sulla nostra redditività.

- L'aumento dei costi sanitari, delle pensioni e di altri benefici fruibili dopo il pensionamento stanno influenzando negativamente la redditività e la competitività di alcune case automobilistiche in Nord America.

L'aumento dei costi delle materie prime, compreso l'acciaio e le resine, sta anche influenzando negativamente le case automobilistiche. Altre condizioni economiche, come l'aumento dei prezzi della benzina, potrebbero ulteriormente minacciare le vendite di alcuni modelli, come quelle dei SUV. Tutti questi fattori, unitamente al calo della quota di mercato e dei volumi globali di produzione,potrebbero mettere in pericolo la posizione finanziaria di alcuni nostri clienti. Attraverso il nostro normale rapporto di fornitori, siamo esposti a rischi sui crediti con i nostri clienti e, qualora quei clienti non fossero in grado di adempiere al loro obblighi finanziari nei nostri confronti o cercassero aiuto dai loro creditori, come nel caso MG Rover, potremmo dover sostenere spese supplementari in ragione di detta esposizione al credito, la quale potrebbe avere concreti effetti negativi sulla nostra redditività.

- Sebbene noi forniamo componenti alla maggior parte delle case automobilistiche più importanti, la maggior parte delle nostre vendite provengono da quattro OEM, due dei quali sono valutate come inferiori al grado d'investimento dalle agenzie di rating del credito. Stiamo cercando di diversificare la nostra base clienti, particolarmente per aumentare le nostre attività con OMS asiatiche. Un calo generalizzato dei volumi produttivi da parte di uno qualsiasi di questi quattro importanti clienti, potrebbe avere un impatto negativo sulle nostre vendite e sulla redditività, soprattutto se non siamo in grado di diversificare la nostra base clienti. Inoltre, seppure forniamo componenti per un'ampia gamma di veicoli prodotti in Nord America e in Europa, non forniamo componenti a tutti i veicoli prodotti, né il numero o il valore economico dei componenti è equamente distribuito tra i veicoli che attualmente forniamo. Variazioni nelle quote di mercato tra i veicoli, o la sospensione prematura della produzione di un modello, la perdita, la rinegoziazione dei termini contrattuali, o il ritardo d'implementazione di qualsiasi contratto di produzione importante potrebbe avere un effetto negativo sulle vendite e sulla redditività.

- L'ambiente competitivo del settore automobilistico è aumentato ulteriormente, visto che i nostri clienti cercano di ottenere vantaggi dai minori costi operativi in Cina, in altri paesi asiatici e dell'Est Europa. Di conseguenza, dobbiamo fronteggiare una maggiore concorrenza da parte di fornitori che hanno unità produttive in paesi con bassi costi di gestione. Mentre continuiamo ad espandere la nostra presenza produttiva in questi paesi a basso costo, non possiamo garantire che saremo in grado di utilizzare a pieno queste opportunità. Inoltre, la definizione degli stabilimenti produttivi nei paesi dei mercati emergenti comporta i propri rischi, compresi quelli relativi a situazioni d'instabilità politica ed economica; rischi commerciali, doganali e fiscali; tassi di cambio; controllo valute; infrastrutture insufficienti; e altri rischi associati alla conduzione di attività internazionali.

- Nel corso dell'ultimo anno abbiamo assistito ad aumenti significativi nei prezzi relativi alle materie prime e ai componenti chiave utilizzati nelle nostre produzioni, in particolare quelli dell'acciaio e delle resine. Sebbene recentemente i prezzi dell'acciaio abbiano cominciato a diminuire, prevediamo che i prezzi di questo metallo rimarranno ancora a livelli elevati per tutto il 2006. Circa la metà dell'acciaio da noi utilizzato viene acquistato attraverso programmi di rivendita gestiti dalle case automobilistiche, che non ci espongono agli aumenti di prezzo dell'acciaio, e la compensazione avviene tramite la sottoscrizione di contratti a pronti, a breve e a lungo termine. Abbiamo anche stipulato accordi sui prezzi con alcuni nostri fornitori, al fine di ridurre la nostra esposizione agli aumenti di prezzo delle materie prime. Tuttavia, alcuni fornitori hanno messo in discussione questi contratti, e se in queste controversie avranno ragione, - qualora questi contratti venissero rescissi o non onorati da parte dei fornitori, la nostra esposizione agli aumenti di prezzo dell'acciaio e alle maggiorazioni è destinata a crescere. Vendiamo anche acciaio di recupero, risultante dal nostro processo produttivo, e in passato gli utili da queste vendite hanno contribuito a ridurre parte della nostra esposizione agli aumenti di prezzo dell'acciaio. Tuttavia, se i prezzi dell'acciaio di recupero diminuiscono, e quelli dell'acciaio rimangono elevati, la nostra capacità di ridurre la nostra esposizione agli aumenti di prezzo dell'acciaio diminuirà. Se non siamo in grado di mitigare a pieno la nostra esposizione agli aumenti di prezzo dell'acciaio, o a trasferire ai nostri clienti i costi supplementari associati a tali aumenti delle materie prime, questi costi supplementari potrebbero produrre un effetto negativo sulla nostra produttività.

- Ci avvaliamo di una serie di fornitori, i quali ci riforniscono di una vasta gamma di componenti necessari per le nostre attività produttive. Le condizioni dell'economia, le forti pressioni sui prezzi, l'aumento dei prezzi delle materie prime e dei componenti di produzione, nonché una serie di altri fattori, hanno lasciato molti fornitori di componentistica a vari livelli di difficoltà finanziarie. Dette difficoltà finanziarie continuate, o l'insolvenza o il fallimento di uno dei nostri principali fornitori di componenti auto potrebbero causare interruzioni nella fornitura dei componenti da parte di questi nostri fornitori, compromettendo inevitabilmente la nostra temporanea incapacità di rifornire adeguatamente i nostri clienti. Inoltre, le situazioni d'insolvenza o di difficoltà finanziaria, o fallimento di un fornitore importante verso uno dei nostri clienti potrebbero causare problemi di rifornimento verso tale cliente, causando l'interruzione della produzione del nostro cliente. Tale riduzione della produzione del nostro cliente potrebbe impattare negativamente la nostra produzione, causando perdite irrecuperabili, le quali potrebbero avere un effetto negativo sulla nostra redditività. Qualsiasi interruzione prolungata della fornitura di componenti critici da parte di uno o più fornitori ad uno dei nostri clienti, l'incapacità di dirottare la produzione di un componente critico da un sub-fornitore di componenti auto in difficoltà finanziarie, o qualsiasi interruzione temporanea di una delle nostre linee di produzione o delle linee di produzione dei clienti, potrebbe avere affetti negativi concreti sulla nostra redditività. Inoltre, situazioni d'insolvenza, fallimento o di ristrutturazione finanziaria di uno qualsiasi dei nostri fornitori chiave potrebbero causare alla nostra Azienda costi non recuperabili, relativi alle difficoltà finanziarie di tali fornitori e/o una maggiore esposizione a costi per responsabilità di prodotto, per interventi in garanzia o per campagne di richiamo, relativi ai componenti forniti da tali fornitori, considerato che tali fornitori non sono in grado di assumersi le responsabilità di tali costi, i quali potrebbero avere effetti negativi sulla nostra redditività.

- Abbiamo già sottoscritto contratti di fornitura a lungo termine con le case automobilistiche, e continueremo a farlo anche in futuro, i quali prevedono, tra le altre cose, delle riduzioni di prezzo nel corso di validità del contratto. Ad oggi, gli sconti applicati sono stati interamente o parzialmente controbilanciati dalle riduzioni di costo derivanti principalmente dalle efficienze introdotte sul prodotto e sul processo, e dagli sconti ottenuti a nostra volta dai nostri fornitori. Tuttavia, l'ambiente competitivo dell'industria automobilistica in Nord America, Europa e Asia ha indotto l'intensificazione di queste pressioni sui prezzi. Alcuni dei nostri clienti hanno chiesto sconti supplementari, nonché riduzioni di prezzo retroattive, e alla luce della situazione globale nella quale versa l'intero comparto automobilistico potrebbero continuare a farlo. Potremmo non riuscire a controbilanciare tutti questi ribassi migliorando le efficienze operative, riducendo le spese o chiedendo sconti ai nostri fornitori. Queste concessioni potrebbero ripercuotersi negativamente sulla nostra redditività, qualora non riuscissimo a controbilanciarle attraverso riduzioni di prezzi o migliorando le nostre efficienze operative.

- Continuiamo a ricevere pressioni per indurci ad assorbire costi relativi a progettazione prodotto, engineering e attrezzature/stampi, nonché riguardanti altre voci precedentemente a carico della casa costruttrice. Alcuni di questi costi non possono essere capitalizzati, quindi impatterebbero negativamente la nostra redditività fino a quando il programma per il quale i costi sono stati sostenuti viene lanciato. Inoltre, poiché i nostri contratti di solito non includono alcuna garanzia di volumi minimi d'acquisto, se i volumi di produzione stimati non venissero effettivamente raggiunti, questi costi non potrebbero mai essere interamente recuperati, e quindi potrebbero influenzare negativamente la nostra redditività.

- I nostri clienti continuano a chiederci di assumerci i costi di riparazione e sostituzione dei prodotti difettosi, sia quelli coperti da garanzia, sia quelli inclusi in campagne di richiamo organizzate da loro stessi. Se i nostri prodotti sono, o si sospetta siano, difettosi, potrebbe esserci richiesto di partecipare alle campagne di richiamo su questi prodotti, soprattutto se i difetti reali o presunti coinvolgono la sicurezza del veicolo. Le clausole della garanzia vengono stabilite sulla base della nostra migliore stima in merito alle somme necessarie per risolvere reclami riguardanti problemi per particolari difettosi. Le clausole della garanzia vengono stabilite sulla base della nostra migliore stima in merito alle somme necessarie per risolvere reclami riguardanti problemi per particolari difettosi. Solitamente i costi includono il costo del prodotto da sostituire, il costo del cliente per la campagna di richiamo e la manodopera necessaria per smontare e sostituire il componente difettoso. Ad oggi, non abbiamo dovuto sostenere costi rilevanti per interventi in garanzia o campagne di richiamo. Tuttavia, continuiamo a subire la pressione continua da parte dei clienti per farci assumere maggiori responsabilità in merito alla garanzia. Attualmente teniamo conto solo delle richieste esistenti o probabili, tuttavia l'obbligo di riparare o sostituire tali prodotti potrebbe avere un effetto negativo sulla nostra posizione operativa e finanziaria.

- I contratti sottoscritti con i nostri clienti consistono in ordini d'acquisto di hedging che generalmente riguardano la fornitura dei requisiti annui del cliente per un veicolo particolare, anziché una quantità specificata di prodotti. Questi ordini d'acquisto di hedging possono essere rescissi dal cliente in qualsiasi momento e, in questa eventualità, potrebbero comportare costi di pre-produzione, di progettazione o altro che potrebbero non essere recuperabili dal nostro cliente e che quindi avrebbero un effetto negativo sulla nostra redditività.

- Inoltre, siamo soggetti al rischio di esposizione a rivendicazioni per responsabilità di prodotto, qualora un guasto o una diffettosità dei nostri componenti causi il ferimento di persone e/o danni a proprietà. Al momento, abbiamo sottoscritto polizze assicurative per coprire lesioni a persone. Questa copertura assicurativa durerà fino all'agosto 2006 e dovrà essere rinnovata su base annuale. Una causa per danni intentata nei nostri confronti per indennizzi superiori a quelli coperti dalla polizza potrebbe influenzare negativamente la nostra posizione operativa e finanziaria.

- Sebbene i nostri risultati finanziari siano dichiarati in dollari americani, una parte significativa del nostro fatturato e dei costi operativi sono realizzati in dollari canadesi, euro, sterline inglesi e altre valute. La nostra redditività può essere influenzata dalle fluttuazioni del dollaro americano rispetto al dollaro canadese, all'euro, alla sterlina inglese e ad altre valute nelle quali vengono generati i ricavi e vengono pagate le spese. Tuttavia, a seguito dei programmi di hedging da noi principalmente applicati in Canada, le transazioni in valuta estera non sono interamente influenzate dalle recenti fluttuazioni dei tassi di cambio. Ove applicabile, le transazioni in valuta estera vengono registrate al tasso protetto. Malgrado queste misure precauzionali, oscillazioni significative a lungo termine nei valori delle valute, e in particolare un cambiamento significativo nei valori di dollaro USA, dollaro canadese, euro o sterlina inglese, potrebbero influenzare negativamente la nostra posizione finanziaria.

- In risposta alle condizioni sempre più competitive dell'industria automobilistica, potremmo decidere di razionalizzare ulteriormente i nostri stabilimenti produttivi. Durante tale razionalizzazione, sosterremo i costi relativi alle chiusure degli stabilimenti ai ricollocamenti e alle indennità di fine rapporto da corrispondere al personale in esubero. Tali costi potrebbero avere effetti negativi sulla nostra redditività a breve-termine. Inoltre, stiamo lavorando per migliorare la situazione finanziaria delle divisioni con basse prestazioni, anche se non abbiamo alcuna garanzia che le nostre iniziative avranno successo in tutte o solo in alcune di esse.

- Nel 2005 abbiamo registrato sostanziali oneri d'impairment e questa situazione potrebbe ancora ripetersi in futuro. L'avviamento deve essere verificato ogni anno per l'impairment, oppure più frequentemente quando si verifica un evento che potrebbe ridurre il valore effettivo di una unità di reporting al di sotto del suo valore contabile. Valutiamo anche l'impairment delle immobilizzazioni e dei cespiti a lunga durata, qualora ne sussistano degli indicatori. Il fallimento di un cliente significativo o la rescissione precoce, la perdita, la rinegoziazione dei termini, o il ritardo nell'implementazione di contratti produttivi significativi potrebbero essere degli indicatori d'impairment. Inoltre, nell'ottica previsionale delle dichiarazioni relative all'impatto dei piani di miglioramento sulle attività operative attuali, sourcing interno e altre nuove opportunità d'affari, supposizioni di programmi di prezzo e di costo sulle attività presenti e future, le tempistiche dei lanci di nuovi programmi e volumi produttivi futuri previsti non rispettati, qualsiasi eventuale perdita d'impairment potrebbero avere impatti negativi concreti sulla nostra redditività.

- Di volta in volta, potremmo essere coinvolti in controversie e in altre rivendicazioni con risvolti legali per responsabilità contrattuali o diverse con altri clienti, fornitori ed ex dipendenti. Su base continuativa, cerchiamo di valutare la possibilità di eventuali sentenze o gli esiti di quelle rivendicazioni, sebbene sia difficile prevedere gli esiti finali con qualsiasi grado di certezza. In questo momento, non crediamo che le rivendicazioni nelle quali potremmo essere coinvolti avranno un effetto negativo sulla nostra situazione finanziaria, tuttavia, non possiamo fornire alcuna assicurazione in merito.

RISULTATI DELLE ATTIVITA' OPERATIVE

-------------------------------------------------------------------------

Modifiche contabili

Strumenti finanziari - Descrizione e Presentazione

Nel 2003, il Canadian Institute of Chartered Accountants ("CICA") ha emendato la Sezione del Manuale 3860 "Strumenti finanziari - Descrizione e presentazione" ("CICA 3860") per fare in modo che determinate obbligazioni liquidabili con il patrimonio di un ente possano essere considerate come passività. Gli emendamenti richiedono all'Azienda di presentare i nostri titoli privilegiati e le obbligazioni subordinate come passività, ad eccezione del valore dei titoli attribuiti ai possessori di opzioni per il 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili in azioni di Classe A con diritto di voto subordinate, e di presentare i relativi costi d'immobilizzo come onere sull'utile netto. L'Azienda ha adottato tali nuove raccomandazioni con validità dal 1 gennaio 2005 su base retroattiva.

L'impatto di questa variazione nella politica contabile sullo stato patrimoniale consolidato al 31 dicembre 2004 è stato il seguente:

    
    Aumenti in altre attività                                       $      2
    -------------------------------------------------------------------------

    Diminuzioni in debiti tributari                                 $      1
    Aumenti dei debiti a lungo termine                                   216
    Diminuzioni dei vincoli d'interesse sulle obbligazioni                38
    Diminuzioni in partecipazioni di minoranza                            68
    -------------------------------------------------------------------------

    Diminuzioni in altro capitale versato                          $      75
    Aumenti in utili non distribuiti                                       2
    Diminuzioni in adeguamenti per conversione valutaria                  34
    -------------------------------------------------------------------------

L'impatto di questa variazione nella politica contabile sul conto economico consolidato e sugli utili non distribuiti è stato il seguente:

    
                                                 Trimestre          Anno
                                                conclusosi      conclusosi  
                                              al 31 dicembre  al 31 dicembre
                                                   2004           2004
    -------------------------------------------------------------------------

    Aumento degli interessi passivi                $       2     $      31
    Minori imposte sugli utili                              -          (11)
    Minori partecipazioni di minoranza                     (1)          (4)
    -------------------------------------------------------------------------
    Minore utile netto                                     (1)         (16)
    Minori oneri di finanziamento su titoli privilegiati
     e altro capitale versato                              1            16
    Minori utili dai tassi di cambio al
     Rimborso dei titoli privilegiati                      -           (18)
    -------------------------------------------------------------------------
    Variazione dell'utile netto disponibile per i 
     detentori di azioni di Classe A
     con diritto di voto subordinato e di Classe B         -     $     (18)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

    Riduzione degli utili Classe A
     con diritto di voto subordinato o di Classe B      
      Base                                         $       -     $   (0,18)
      Diluiti                                      $       -     $   (0,18)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Comparazione ammontari del periodo

Contenuto medio europeo in dollari USA per veicolo

La dichiarazione del contenuto medio europeo in dollari USA per veicolo ha storicamente incluso le vendite relative alle nostre attività di veicoli assemblati completi. Utilizzato fin da primo trimestre del 2005, il contenuto medio europeo in dollari USA per veicolo include solo il fatturato generato dalle produzioni europee. Il periodo comparativo del contenuto medio europeo in dollari USA per veicolo è stato ripresentato nella presentazione dell'attuale periodo. In Nord America non abbiamo alcun fatturato da veicoli assemblati completi.

Media del cambio valutario

    
                                  Per il trimestre      Per l'anno
                                   Conclusosi al 31/12   conclusosi al 31/12
                                 ---------------------  ---------------------
                                  2005    2004  Delta   2005    2004  Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    1 dollaro canadese pari a
      dollari USA                0,853   0,821   + 4%   0,826   0,770   + 7%
    1 euro pari a dollari USA    1,188   1,302   - 9%   1,244   1,245     -
    1 sterlina inglese pari a
      dollari USA                1,747   1,872   - 7%   1,819   1,834   - 1%
    -------------------------------------------------------------------------

La tabella sopra indicata riflette la media dei tassi di cambio tra le valute più comuni nelle quali svolgiamo le nostre attività e il dollaro USA con il quale redigiamo i nostri resoconti finanziari. I cambiamenti significativi registrati in questi tassi di cambio per il trimestre e per l'anno conclusisi al 31 dicembre 2005 hanno influenzato le somme riportate in dollari relative ai nostri fatturati, spese e redditi.

I risultati delle attività operative che non utilizzano il dollaro USA vengono tradotte utilizzando i tassi di cambio nella tabella riportata sopra per il periodo in oggetto. All'interno di questo MD&A, si fa riferimento all'impatto della traduzione delle attività estere nelle somme riportate in dollari USA, ove necessario.

I nostri risultati possono essere influenzati dall'impatto delle fluttuazioni dei tassi di cambio sulle transazioni in valuta estera (come gli acquisti di materie prime o di fatturati denominati in valuta estera). Tuttavia, a seguito dei programmi di hedging da noi applicati, principalmente in Canada, le transazioni in valuta estera nel periodo attuale non sono state impattate completamente delle recenti fluttuazioni di cambio. Ove applicabile, registriamo le transazioni in valuta estera al tasso coperto.

In fine, i risultati hanno subito gli effetti di perdite e guadagni su voci monetarie denominate in altre valute, e sono riportate nelle spese generali e amministrative.

RISULTATI DELLE ATTIVITÀ OPERATIVE - PER IL TRIMESTRE CONCLUSO AL 31/12/05

    
    -------------------------------------------------------------------------

    Vendite

                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Volumi di produzione veicoli 
    (in milioni di unità)
      
      Nord America                              15,722     15,732         -
      Europa                                    15,959     16,558      -  4%
    -------------------------------------------------------------------------

    Contenuto medio in dollari USA  per veicolo
      Nord America                            $    731   $    623      + 17%
      Europa                                  $    317   $    285      + 11%
    -------------------------------------------------------------------------

    Vendite
      Produzione esterna
        Nord America                          $ 11.499   $  9.798      + 17%
        Europa                                   5.058      4.724      +  7%
        Resto del mondo                            171        139      + 23%
      Veicoli assemblati completi                4.110      4.450      -  8%
      Attrezzature/stampi, engineering e altro   1.973      1.542      + 28%
    -------------------------------------------------------------------------
    Vendite totali                            $ 22.811   $ 20.653      + 10%
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Le vendite totali hanno raggiunto livelli record, registrando un aumento del 10% ossia da 2,2 miliardi di dollari USA a 22,8 miliardi per il 2005, rispetto ai 20,7 miliardi di dollari USA nel 2004.

Vendite della produzione in Nord America

Le vendite relative alla produzione in Nord America sono aumentate del 17% ossia di 1,7 miliardi di dollari USA raggiungendo quota 11,5 miliardi di dollari USA per nel 2005, rispetto ai 9,8 miliardi di dollari USA nel 2004. Questo aumento delle vendite riflette l'aumento del 17% del contenuto medio in dollari USA per veicolo sul mercato nordamericano, poiché i volumi di produzione su quel mercato nel 2005 sono rimasti relativamente coerenti con quelli del 2004.

Il nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo è cresciuto del 17% ossia di 108 dollari USA , raggiungendo quota 731 dollari USA nel 2005, rispetto ai 623 dollari USA del 2004, principalmente a seguito dei seguenti fattori:

- il lancio di nuovi programmi durante o dopo l'anno conclusosi al 31 dicembre 2004, compresi

- il programma Chevrolet Cobalt e Pontiac Pursuit;

- il programma Hummer H3;

- il programma Ford Mustang;

- il programma Chevrolet HHR;

- il programma Mercedes Classe M; e

- i programmi Pontiac Montana SV6, Saturn Relay, Buick Terazza e Chevrolet Uplander;

- l'acquisizione delle attività nordamericane di NVG nel settembre 2004;

- l'incremento nelle vendite dichiarate in dollari USA a causa del rafforzamento del dollaro canadese rispetto al dollaro americano; e

- l'incremento di produzione e/o di contenuto su alcuni programmi, compresi:

- i programmi Chrysler 300 e 300C; e

- i programmi Dodge Caravan, Grand Caravan e Chrysler Town & Country.

I fattori che hanno contribuito alla crescita del nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo sono stati parzialmente compensati da:

- impatto della diminuzione dei volumi e/o del contenuto di alcuni programmi ad alto contenuto come:

- la piattaforma GMT800;

- i programmi Ford Freestar e Mercury Monterey;

- il programma Dodge Ram Pickup;

- i programmi Mazda Tribute e Ford Escape; e

- i programmi GMC Canyon e Chevrolet Colorado;

- i programmi che hanno terminato la produzione durante o dopo l'anno conclusosi al 31 dicembre 2004; e

- riduzioni di prezzo sempre maggiori applicate ai clienti.

Vendite delle produzioni in Europa

Le vendite delle produzioni in Europa sono aumentate del 7% ossia di 334 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 5,1 miliardi di dollari USA nel 2005 rispetto ai 4,7 miliardi di dollari USA nel 2004. Questo aumento delle vendite delle produzioni riflette l'aumento del 11% del nostro contenuto medio europeo in dollari USA per veicolo, parzialmente compensato da un calo del 4% nei volumi di produzione europei.

Il nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo è crescito dell'11% ossia di 32 dollari USA . Raggiungendo quota 317 dollari USA nel 2005, rispetto ai 285 dollari USA per il 2004, principalmente a seguito di:

- il lancio di programmi nuovi durante o dopo l'anno conclusosi al 31 dicembre 2004, compresi:

- il programma Mercedes Classe A;

- il programma Mercedes Classe B;

- il programma Land Rover Discovery;

- il programma Land Rover Range Rover Sport; e

- il programma Volkswagen Passat;

- l'acquisizione delle attività operative in Europa della NVG nel settembre 2004;

- aumento della produzione o/e dei contenuti di alcuni programmi, compresi:

- il programma BMW Serie 1; e

- i programmi Volkswagen Transporter e Multivan.

I fattori che hanno contribuito alla crescita del nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo sono stati parzialmente compensati da:

- impatto della diminuzione dei volumi e/o del contenuto di alcuni programmi ad alto contenuto come:

- il programma Mercedes Classe E; e

- il programma Volkswagen Golf;

- la fine della produzione di alcuni programmi, compresa la fine della produzione di tutti i programmi MG Rover a seguito della situazione MG Rover; e

- riduzioni di prezzo sempre maggiori applicate ai clienti.

Vendite esterne delle produzioni nel resto del mondo

Le vendite di produzioni esterne nel resto del mondo sono aumentate del 23% ossia di 32 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 171 milioni di dollari USA nel 2005, rispetto ai 139 milioni del 2004.

L'incremento delle vendite di produzione è stato dovuto principalmente a:

- la salita produttiva nei nuovi stabilimenti in Cina;

- maggiore produzione nei nostri stabilimenti powertrain in Corea; e

- maggiore produzione di sistemi di chiusura negli stabilimenti in Brasile.

I fattori che contribuiscono ad aumentare le vendite delle produzioni sono stati parzialmente compensati dalla chiusura di uno stabilimento di sistemi di chiusura in Brasile e uno di sistemi di superfici vetrate in Malesia.

Vendite di veicoli assemblati completi

Le durate dei vari contratti dei veicoli assemblati completi differiscono rispetto alla proprietà dei componenti e alle forniture relative al processo di assemblaggio e il metodo di determinazione del prezzo di vendita ai clienti OEM. Ai sensi di alcuni contratti, noi svolgiamo il ruolo di committente principale, e i componenti e i sistemi acquistati nei veicoli assemblati vengono inclusi nel nostro magazzino giacenze e nel nostro costo del venduto. Questi costi si riflettono nel prezzo di vendita del veicolo assemblato finale al cliente OEM. Altri contratti prevedono che i componenti e i sistemi forniti da parti terze siano dati in conto deposito da noi, e il prezzo di vendita al cliente OEM riflette solo una commissione di valore aggiunto dell'assemblaggio.

I livelli di produzione dei vari veicoli assemblati da noi hanno un impatto sul livello delle nostre vendite e sulla redditività. Inoltre, la relativa proporzione dei programmi considerati sulla base del costo e quelli considerati sulla base del valore aggiunto impattano anche i nostri livelli di vendite e di percentuale dei margini operativi, ma non necessariamente influenzano il nostro livello generale di redditività. Supponendo che non vi siano cambiamenti nel totale dei veicoli assemblati, un incremento relativo nell'assemblaggio dei veicoli considerato sulla base del prezzo causa l'incremento del livello di vendite totali e, poiché i componenti acquistati sono inclusi nel costo del venduto, la redditività come percentuale delle vendite totali viene ridotta. Al contrario, un aumento relativo nell'assemblaggio dei veicoli considerati in base al valore aggiunto ha l'effetto di ridurre il livello totale delle vendite e di aumentare la redditività come percentuale delle vendite totali.

    
                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Vendite veicoli assemblati completi       $  4.110   $  4.450      -  8%
    -------------------------------------------------------------------------

    Volumi di veicoli assemblati completi(Unità)
      Costo intero:
        BMW X3, Mercedes Classe E e G,
         Saab 9(3) Cabriolet                   151.027    163.169      -  7%
      Valore aggiunto:
        Jeep Grand Cherokee, Chrysler 300,
         Chrysler Voyager                       79.478     64.075      + 24%
    -------------------------------------------------------------------------
                                               230.505    227.244      +  1%
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Sebbene i volumi assemblati siano aumentati dell'1% ossia di 3.261 unità, le vendite dei veicoli assemblati completi sono diminuite dell'8% ossia di 340 milioni di dollari USA , raggiungendo quota $4,1 miliardi per il 2005, rispetto ai 4,5 miliardi del 2004. La diminuzione delle vendite di veicoli assemblati completi è innanzitutto il risultato della diminuzione dei volumi di tutti i veicoli considerati sulla base del prezzo complessivo, parzialmente compensati da:

- maggiori volumi di assemblaggio per il Jeep Grand Cherokee che è considerato su base valore aggiunto a seguito del lancio di un nuovo modello nel gennaio 2005; e

- l'avvio dell'assemblaggio nel secondo trimestre del 2005 del Chrysler 300 per la distribuzione sui mercati europei e su alcuni mercati esterni al Nord America.

Attrezzature/stampi, Engineering e Altro

Le vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro sono aumentate del 28% ossia 431 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 2,0 miliardi di dollari USA nel 2005, rispetto a 1,5 miliardi di dollari USA del 2004.

Nel 2005 i programmi principali per i quali abbiamo registrato vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro, sono:

- il programma BMW X5;

- il programma Jeep Wrangler;

- i programmi Mercedes Classe M e Classe R;

- la piattaforma GM di futura generazione per pickup e SUV;

- il programma Ford Serie F Super Duty;

- i programmi Ford Fusion, Mercury Milan e Lincoln Zephyr;

- il programma Hummer H3; e

- il programma Dodge Caliber.

Nel 2004 i programmi principali per i quali abbiamo registrato vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro, sono:

- i programmi Ford Fusion e Mercury Milan;

- i programmi Ford Explorer e Mercury Mountaineer; e

- i programmi Mercedes Classe M e Classe R.

In oltre, le vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro sono aumentate a seguito del rafforzamento del dollaro canadese rispetto al dollaro USA.

Margine lordo

Nel 2005 il margine lordo è aumentato di 23 milioni di dollari USA , totalizzando 2,98 miliardi di dollari USA , rispetto ai 2,96 miliardi di dollari USA del 2004. Il margine lordo come percentuale delle vendite complessive è sceso al 13,1% nel 2005, rispetto al 14,3% del 2004.

Su base annuale, le voci straordinarie, discusse nella sezione sopra riportata "Fatti importanti", hanno impattato negativamente il margine lordo per 40 milioni di dollari USA , facendo registrare una diminuzione dell'0,1% del margine lordo come percentuale delle vendite.

Oltre a queste voci straordinarie, il margine lordo come percentuale delle vendite è stato influenzato negativamente da:

- aumento dei prezzi delle materie prime e dei componenti di produzione, unitamente alla diminuzione dei prezzi pagati per l'acciaio di recupero;

- diminuzione dei volumi di produzione in numerosi programmi ad alto contenuto, come i programmi della piattaforma GMT800, Ford Freestar e Mercury Monterey;

- inefficienze in alcuni stabilimenti produttivi;

- acquisizione delle unità produttive NVG, che attualmente operano con margini inferiori rispetto al nostro margine lordo medio consolidato;

- maggiori riduzioni di prezzi (sconti) accordate ai clienti;

- costi sostenuti nel 2005 presso nuovi stabilimenti produttivi in vista di lanci produttivi nel 2005 o successivante dopo la fine dell'anno, compresi:

- il nuovo stabilimento di telai in Kentucky per la nuova generazione del modello Ford Explorer e dei pickup della serie F Super Duty; e

- un nuovo stabilimento di stampaggio e di verniciatura di cruscotti in Georgia a supporto dei lanci della Mercedes Classe M e Classe R; e

- un incremento delle vendite di attrezzatura/stampi e altro che generano margini basso o inesistenti.

I fattori che contribuiscono a far diminuire il margine lordo come percentuale delle vendite sono stati parzialmente compensati da:

- produttività e miglioramenti di efficienze di alcune divisioni;

- riduzioni di prezzo dai noi nostri fornitori;

- diminuzione delle vendite dei veicoli assemblati completi di certi veicoli considerati sulla base del costo complessivo; e

- margine lordo maggiore proveniente dai lanci dei nuovi programmi.

Svalutazioni e ammortamenti

I costi di svalutazioni e ammortamenti sono aumentati del 19% ossia di 113 milioni di dollari USA , totalizzando 711 milioni di dollari USA nel 2005, rispetto ai 598 milioni del 2004. I costi di svalutazioni e ammortamenti del 2004 includevano 14 milioni di dollari USA di ammortamenti accelerati registrati su alcuni asset di programmi specifici che non sono più in servizio, come previsto dalla pianificazione originale. Escludendo queste svalutazioni accelerate, l'aumento di 127 milioni di dollari USA in svalutazioni è imputabile principalmente a:

- un aumento di asset utilizzati in azienda a supporto della crescita futura;

- ammortamento d'incrementi del valore effettivo relativo alle privatizzazioni;

- acquisizioni completate durante o successivamente al 2004; e

- un incremento dichiarato di svalutazioni e ammortamenti in dollari USA, imputabile al rafforzamento del dollaro canadese rispetto al dollaro americano.

Spese generali ("SG&A" - Selling, General and Administrative)

Le spese SG&A come percentuale delle vendite sono diminuite al 5,3% per il 2005, rispetto al 5,7% nel 2004. Le spese SG&A sono aumentate dell'1% ossia di 12 milioni di dollari USA , totalizzando 1.198 milioni di dollari USA nel 2005 rispetto ai 1.186 milioni del 2004.

Le voci straordinarie discusse sotto la sezione "Fatti importanti" hanno ridotto efficacemente le spese SG&A di 21 milioni dollari USA su base annuale. Ad esclusione di queste voci, l'aumento di 33 milioni di dollari USA nelle spese SG&A è innanzitutto il risultato di:

- maggiori spese a seguito dell'acquisizione della NVG;

- spese di compensazione aggiuntive, a seguito delle privatizzazioni;

- un aumento riportato in dollari USA, a causa del rafforzamento del dollaro canadese rispetto a quello americano; e

- maggiori costi d'infrastruttura a supporto dell'aumento dei livelli delle vendite, comprese le spese a supporto dei lanci dei programmi.

Oneri d'impairment

Gli oneri d'impairment sono aumentati di 95 milioni di dollari USA , totalizzando 131 milioni di dollari USA per il 2005, rispetto i 36 milioni del 2004. Per un'analisi completa degli oneri d'impairment vedere la sezione "Fatti importanti" e la nota 3 dei resoconti finanziari consolidati non certificati allegati, relativi al trimestre e all'anno che si sono conclusi al 31 dicembre 2005.

Utili al lordo d'interessi e imposte ("EBIT")(1)

    
                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Nord  America                             $    733   $    886      - 17%
    Europa                                          82        176      - 53%
    Resto del mondo                                  2         10      - 80%
    Corporate e altro                              131         79      + 66%
    -------------------------------------------------------------------------
    EBIT total                                $    948   $  1.151      - 18%
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

    -------------------------------------------------------------------------

(1) EBIT viene definito come utile d'esercizio presentato nei nostri resoconti finanziari consolidati non certificati, al lordo delle spese d'interesse nette.

L'EBIT incluso negli anni conclusi al 31 dicembre 2005 e 2004 erano delle voci straordinarie, che sono state discusse nella sezione "Fatti importanti".

    
                                                             2005       2004
    -------------------------------------------------------------------------

    Nord America
      Oneri d'impairment                                 $    (21)   $   (16)
      Oneri di ristrutturazione                               (21)       (19)
      Utili da riduzione pensioni                               -         29
      Utili dalla vendita di stabilimenti                      16          -
    -------------------------------------------------------------------------
                                                              (26)        (6)
    Europa
      Oneri d'impairment                                     (110)       (20)
      Oneri di ristrutturazione                               (33)        (7)
      Oneri associati a MG Rover                              (15)         -
    -------------------------------------------------------------------------
                                                             (158)       (27)
    Aziendale e altro
      Oneri di ristrutturazione                               (5)         -
      Utili di liquidazione                                    26          -
      Utili da valute estere                                   18          -
      Modifica delle stock option                               -        (12)
    -------------------------------------------------------------------------
                                                               39        (12)
    -------------------------------------------------------------------------
                                                         $   (145)   $   (45)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Nord America

In Nord America l'EBIT è diminuito del 17% ossia di 153 milioni di dollari USA , totalizzando 733 milioni nel 2005, rispetto agli 886 milioni di dollari USA del 2004. Ad esclusione delle voci straordinarie del Nord America discusse in precedenza, i restanti 133 milioni di diminuzione dell'EBIT sono essenzialmente il risultato di:

- aumento dei prezzi delle materie prime, compresi quelli dell'acciaio e delle resine.

- minori utili a seguito della diminuzione dei volumi di produzione di numerosi programmi ad alto contenuto, compresi:

- la piattaforma GMT800;

- i programmi Ford Freestar e Mercury Monterey;

- i programmi Mazda Tribute e Ford Escape; e

- il programma Dodge Ram Pickup;

- costi sostenuti durante il 2005 nei nuovi stabilimenti in vista dei programmi lanciati durante il 2005 o per i programmi che saranno lanciati in futuro, dopo la fine dell'anno, tra i quali;

- un nuovo stabilimento di telai in Kentucky per i programmi lanciati di recente da Ford per l'Explorer e il prossimo lancio della nuova generazione di pickup della Serie F Super Duty; e

- un nuovo stabilimento di stampaggio e verniciatura di cruscotti in Georgia a supporto dei lanci delle Classi M ed R di Mercedes;

- ammortamento degli incrementi del valore effettivo relativi alle privatizzazioni; e

- riduzioni di costo sempre maggiori concesse ai clienti.

I fattori che hanno contribuito alla riduzione dell'EBIT sono stati parzialmente compensati da:

- margini ottenuti su programmi nuovi lanciati nel 2005, compresi i programmi Chevrolet Cobalt e Pontiac Pursuit;

- miglioramenti di produttività ed efficienza in alcune divisioni;

- l'acquisizione delle attività NVG nel settembre 2004;

- minore condivisione dei profitti per i dipendenti, a seguito dei minori utili consolidati di Magna; e

- minori costi sostenuti in un nuovo stabilimento avviato nel corso del 2005.

Europa

L'EBIT in Europa è diminuito del 53% ossia di 94 milioni di dollari USA , totalizzando 82 milioni di dollari USA nel 2005, rispetto ai 176 milioni di dollari USA del 2004. Escludendo le voci straordinarie europee descritte sopra, l'EBIT è aumentato di 37 milioni in Europa, principalmente a seguito di:

- maggiori profitti conseguiti attraverso le nostre attività di assemblaggio veicoli completi, compreso il lancio del Chrysler 300 durante il 2005;

- la chiusura degli stabilimenti che hanno generato perdite nel 2004;

- miglioramenti di produttività e di efficienza in alcune divisioni;

- minore condivisione dei profitti per i dipendenti, a seguito dei minori utili consolidati di Magna; e

- maggiore margine ottenuto da nuovi programmi lanciati durante o successivamente il 2004.

I fattori che hanno contribuito alla riduzione dell'EBIT sono stati parzialmente compensati da:

- inefficienze operative in alcuni stabilimenti;

- margini minori a seguito della diminuzione delle vendite in alcuni programmi di alto contenuto;

- ammortamento degli incrementi del valore effettivo relativo alle privatizzazioni;

- aumento dei prezzi delle materie prime; e

- riduzioni di costo sempre maggiori concesse ai clienti.

Resto del mondo

L'EBIT nel resto del mondo è diminuito dell'80% ossia di 8 milioni di dollari USA , totalizzando 2 milioni nel 2005, rispetto ai 10 milioni del 2004. La diminuzione dell'EBIT è principalmente l'esito di costi incorsi da stabilimenti nuovi, principalmente in Cina, man mano che continuiamo a perseguire le opportunità di questo crescente mercato.

Parzialmente, questi costi sono controbilanciati da un margine supplementare ottenuto dall'aumento delle vendite di produzione discusse sopra.

Corporate ed altro

L'EBIT cordporate e altro è aumentato del 66% ossia 52 milioni di dollari USA, totalizzando 131 milioni nel 2005, rispetto al 79 milioni del 2004. Escludendo le voci straordinarie aziendali e di altro descritti sopra, l'EBIT è rimasto sostanzialmente invariato, aumentando solo di 1 milione di dollari USA a seguito di:

- maggiori quote di affiliazione ottenute a seguito dell'aumento delle vendite; e

- minore compensazione degli incentivi ai dirigenti, a seguito dei minori utili consolidati di Magna.

I fattori che hanno contribuito alla riduzione dell'EBIT sono stati parzialmente compensati da:

- un aumento delle spese di compensazioni giacenze a seguito delle privatizzazioni; e

- una diminuzione dell'utile di capitale.

Interessi passivi

Nel 2005, gli interessi passivi sono diminuiti del 77% ossia di 20 milioni di dollari USA , totalizzando 6 milioni di dollari USA , rispetto ai 26 milioni del 2004. La riduzione degli interessi passivi netti è stata principalmente causata da:

- riduzione degli interessi passivi collegati a titoli privilegiati convertiti in contanti nel corso per il terzo trimestre 2004; e

- riduzione dei debiti a lungo termine, a seguito del rimborso dei debiti statali e di altri debiti a lungo termine nel corso del 2004 e del 2005, comprese le agevolazioni bancarie della Decoma e alcuni debiti governativi.

Queste riduzioni sono state parzialmente controbilanciate da un aumento degli interessi passivi accresciuti sui titoli privilegiati non garantiti senza cedola, emessi in connessione all'acquisizione degli stabilimenti NVG.

Utile d'esercizio

Nel corso del 2005, l'utile operativo è diminuito del 16% ossia di 183 milioni, totalizzando 942 milioni di dollari USA , rispetto ai 1,125 miliardi di dollari USA del 2004. Escludendo le voci straordinarie, l'utile d'esercizio del 2005 è diminuito del 7% ossia di 83 milioni di dollari USA . Questo caso dell'utile operativo è stato principalmente influenzato dai seguenti fattori:

- aumento dei prezzi delle materie prime;

- riduzione dei volumi in alcuni programmi di alto contenuto;

- maggiori riduzioni di prezzo concesse ai clienti;

- l'impatto negativo dei costi di start-up di nuovi stabilimenti nel corso del 2005; e

- costi non in contanti relativi alle privatizzazioni, comprese le spese supplementari di svalutazione, ammortamento e compensazione giacenze.

I fattori che hanno contribuito a diminuire l'utile operativo sono state in parte controbilanciati da:

- margini supplementari a seguito del lancio di nuovi programmi o successivi al 2004;

- l'acquisizione di NVG;

- miglioramenti di produttività ed efficienza in alcune divisione; e

- la chiusura di numerosi stabilimenti che avevano registrato delle perdite nel corso del 2004.

Imposte sugli utili

Nel 2005, la nostra aliquota effettiva d'imposta sugli utili d'esercizio (ad esclusione degli utili da capitale) è scesa al 31,3%, rispetto al 34,8% del 2004. Nel periodo 2005 e 2004 i tassi delle imposte sugli utili sono stati influenzati negativamente dalle voci straordinarie discusse sopra. Escludendo le voci straordinarie, il nostro tasso effettivo delle tasse sugli utili è sceso al 29,8% nel 2005, rispetto al 34,2% del 2004. La riduzione dell'aliquota effettiva d'imposta sul reddito è imputabile principalmente ad una politica di riduzione del carico fiscale applicata in Austria e Messico, all'aumento di utilizzo delle perdite non precedentemente sfruttate, e dalla riduzione delle perdite di cui non si è tratto vantaggio.

Partecipazioni di minoranza

La spesa per le partecipazione di minoranza è diminuita di 51 milioni di dollari USA totalizzando 11 milioni per il 2005 rispetto ai 62 milioni del 2004. La diminuzione delle partecipazioni di minoranza deriva dall'eliminazione delle partecipazioni di minoranza in Tesma, Decoma e Intier per i periodi successi alle privatizzazioni.

Utile netto

L'utile netto è diminuito del 5% ossia di 37 milioni di dollari USA , totalizzando 639 milioni nel 2005, rispetto ai 676 milioni del 2004. Escludendo gli 88 milioni di dollari USA relativi alle voci straordinarie descritte sopra, l'utile netto è aumentato di 51 milioni a seguito delle riduzioni delle imposte sugli utili e delle partecipazioni di minoranza, parzialmente compensate dalla diminuzione dell'utile d'esercizio, come discusso sopra.

    
    Utili per azione
                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Utili per azioni di Classe A
     con diritto di voto subordinato o
     di Classe B
      Base                                    $   5,99   $   6,99      - 14%
      Diluite                                 $   5,90   $   6,95      - 15%
    -------------------------------------------------------------------------

    Numero medio di azioni di Classe A
     con diritto di voto subordinato
    e di azioni di Classe B in 
    circolazione
      Base                                       106,7       96,7      + 10%
      Diluite                                    109,0       97,3      + 12%
    -------------------------------------------------------------------------

Gli utili diluiti per azione sono diminuiti del 15% ossia di 1,05 dollari USA , totalizzando 5,90 dollari USA nel 2005, rispetto ai 6,95 dollari USA nel 2004. Inclusa nella diminuzione di 1,05 dollari USA in utili diluiti per azione è la diminuzione netta degli utili diluiti per azione di 0,77 dollari USA , collegata alle voci straordinarie discusse sopra.

Escludendo le voci straordinarie, gli utili diluiti per azione sono diminuiti di 0,28 dollari USA dal 2004 al 2005, a seguito di un aumento del 12% nel numero medio ponderato di azioni diluite in circolazione nel corso dell'anno, parzialmente compensati dall'aumento dell'utile netto(escluse le voci straordinarie).

L'aumento del numero medio ponderato delle azioni diluite in circolazione è stato causato da:

- circa 11,9 milioni di azioni supplementari di Classe A con diritto di voto incluse nel numero medio ponderato di azioni circolanti, a seguito delle privatizzazioni;

- circa 1,1 milioni di azioni supplementari di Classe A con diritto di voto emettibili in seguito all'assunzione degli obblighi di Decoma per il proprio 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili;

- 0,4 milioni di dollari USA di azioni supplementari di Classe A con diritto di voto emesse sull'esercizio delle stock option durante il 2005; e

- un incremento nel numero delle opzioni circolazione a seguito all'assunzione delle stock option circolanti di Tesma, Decoma e Intier.

L'aumento del numero medio ponderato di azioni circolanti è stato parzialmente compensato da una media inferiore del prezzo di contrattazione delle nostre azioni di Classe A con diritto di voto, a seguito di un numero minore di opzioni diventate diluibili.

Remunerazione del capitale investito("ROFE")(1)

Un indice finanziario importante che utilizziamo in tutte le nostre unità operative per misurare l'utile sugli investimenti è la voce denominata "remunerazione del capitale investito"("ROFE").

Nel 2005, il ROFE è stato del 15,4%, registrando un calo rispetto al 22,7% del 2004. Nel 2005 le voci straordinarie hanno impattato negativamente il ROFE nella misura del 2,2% mentre nel 2004 l'impatto sul ROFE era stato dello 0,8%.

Escludendo queste voci straordinarie, il calo del 5,9% del ROFE può essere attribuito alla diminuzione del nostro EBIT (escludendo le voci straordinarie), come descritto sopra, in combinazione con un aumento del capitale medio investito per il 2005, rispetto al 2004. L'aumento dei nostri capitali medi investiti è attribuibile principalmente a:

- l'acquisizione delle attività NVG nel settembre 2004;

- le privatizzazioni, le quali hanno apportato circa 500 milioni di capitali investiti;

- un incremento nel nostro investimento medio in attività e passività operativi non in contanti; e

- incremento dei capitali investiti per nuovi stabilimenti associati ai lanci recenti o prossimi.

-------------------------------------------------------------------------

(1) ROFE è definito come EBIT diviso per il valore medio del capitale investito durante il periodo. I capitali investiti sono definiti come cespiti a lungo termine, ad esclusione di futuri tax-asset e investimenti in società controllate, oltre ad attività e passività operative non in contanti.

Per attività e passività operative non in contanti s'indente la somma di crediti, giacenze, imposte sugli utili recuperabili e anticipi, meno la somma di debiti, salari e stipendi maturati, altre passività in scadenza, debiti d'imposta su utili realizzati e differiti.

    
    SITUAZIONE FINANZIARIA, LIQUIDITÀ E RISORSE DI CAPITALI
    -------------------------------------------------------------------------

    Cash Flow operativo

                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Utile netto da attività continuative      $    639   $    676
    Voci che non includono cash flow correnti      901        805
    -------------------------------------------------------------------------
                                                 1.540      1.481   $     59
    Variazioni di attività e passività 
     operative non di cassa                        158       (100)
    -------------------------------------------------------------------------
    Liquidità proveniente da attività operative   $  1.698   $  1.381   $ 317
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Nel 2005, il cash flow proveniente da attività operative, prima delle variazioni di attività e passività operative non di cassa, è aumentato di 59 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 1.540 miliardi di dollari USA , rispetto ai 1.481 miliardi di dollari USA del 2004. L'aumento del cash flow prodotto dalle attività è imputabile a 96 milioni di dollari USA di aumento in voci che non comprendevano cash flows compensati da un calo di 37 milioni in utili netti (come illustrato nella tabella riportata sopra).

L'aumento in voci che non comprendevano cash flow correnti, è imputabile principalmente ai seguenti fattori:

- un aumento di 113 milioni di dollari USA in svalutazioni e ammortamenti;

- un aumento di 95 milioni di dollari USA in oneri d'impairment;

- un aumento di 24 milioni di dollari USA in altri oneri non in contanti, compresi:

- utili pari a 18 milioni di dollari USA per valute estere al rientro di capitali dall'Europa nel 2005;

- utili per 16 milioni di dollari USA registrati per la vendita di stabilimenti secondari di componenti per sedili nel 2005; e

- un onere di modifica delle stock option pari a 12 milioni di dollari USA registrato nel 2004; compensato da

- utili per 29 milioni di dollari USA di riduzioni sulle pensioni registrati nel 2004; e

- una diminuzione di 6 milioni di dollari USA in utili da capitale.

Questi incrementi sono stati parzialmente compensati da:

- una riduzione di 51 milioni di dollari USA in spese per partecipazioni di minoranza a seguito di privatizzazioni; e

- una riduzione di 91 milioni di dollari USA in imposte future e una porzione non in contanti d'imposte correnti.

Contanti forniti da attività e passività operative non di cassa pari a 158 milioni di dollari USA nel 2005, composte dalle seguenti fonti e (utilizzi) del contante:

    
                                                             2005       2004
    -------------------------------------------------------------------------

    Crediti                                              $   (280)  $   (313)
    Giacenze                                                  (83)       (82)
    Risconti attivi ed altro                                   11         21
    Debiti e altre passività maturate                         510        293
    Debiti per imposte sugli utili                            (20)       (11)
    Utili differiti                                            20         (8)
    -------------------------------------------------------------------------
    Variazioni di attività e passività 
     operative non di cassa                              $    158   $   (100)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

L'incremento dei crediti è principalmente dovuto da un incremento dei crediti per attrezzature/stampi per programmi che sono stati lanciati nel quarto trimestre 2005 e l'incremento delle giacenze è dovuto essenzialmente ad un aumento delle giacenze di attrezzature/stampi per programmi che saranno lanciati all'inizio del 2006. L'incremento dei debiti e di altre passività maturate è collegato principalmente all'aumento dei crediti e delle giacenze per attrezzature/stampi.

    
    Spese per investimenti e in conto capitale

                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Immobilizzazioni                          $   (848)  $   (859)
    Altre attività                                (127)       (81)
    -------------------------------------------------------------------------
    Immobilizzazioni e altri incrementi            (975)      (940)
    Acquisto di controllate                        (187)      (417)
    Ricavi da vendite                               111         83
    -------------------------------------------------------------------------
    Cassa utilizzata per investimenti          $ (1.051)  $ (1.274)  $    223
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Nel 2005 abbiamo investito 848 milioni di dollari USA in immobilizzazioni. Mentre una parte degli investimenti sono stati fatti per ristrutturare o sostituire asset usurati dalla normale attività produttiva, e per introdurre miglioramenti di produzione, la maggior parte degli investimenti hanno riguardato le attrezzature di produzione, verniciatura e assemblaggio dei componenti e gli stabilimenti che si apprestano al lancio di programmi a fine 2005 o che saranno lanciati nei prossimi anni. In particolare, i programmi principali nei quali abbiamo investito dei capitali nel 2005 sono stati:

- il nuovo Ford Explorer e il pickup della Serie F Super Duty in Kentucky;

- piattaforma per la generazione futura di pickup di grandi dimensioni e SUV;

- la Peugeot 207 in Francia;

- il Chrysler 300 in Austria; e

- la Jeep Grand Cherokee in Austria.

La spesa per le immobilizzazioni nel 2004 includeva 46 milioni di dollari USA per la costruzione di un nuovo stabilimento per supportare i programmi sui telai per il Ford Explorer e il pickup della Serie F Super Duty. Nel dicembre 2004 abbiamo stipulato una transazione di vendita-riscatto con la MI Developments Inc.

("MID") per questo stabilimento (vedi "PARTI INTERESSATE" qui di seguito).

Abbiamo anche investito 127 milioni di dollari USA in altri asset nel 2005, principalmente relativi a:

- costi di pianificazione e d'engineering interamente rimborsabili, relativi a programmi lanciati nel 2005 o che saranno lanciati nel 2006; e

- crediti a lungo termine per attrezzature/stampi.

Gli acquisti di controllate sui resoconti dei flussi di cassa comprendono i 184 milioni di contanti da privatizzazioni, e specificatamente:

- Il 6 febbraio 2005 abbiamo acquisto il 56% della partecipazione azionaria in circolazione di Tesma, che in precedenza non possedevamo. Il prezzo d'acquisto totale pagato per le azioni circolanti di Classe A con diritto di voto subordinato non di proprietà dell'Azienda è stato di circa 613 milioni, interamente coperti dall'emissione di 6,7 milioni di azioni Magna di Classe A con diritto di voto subordinato e dal versamento di circa 103 milioni di dollari USA in contanti;

- Il 6 marzo 2005 abbiamo acquisto il 27% della partecipazione azionaria in circolazione di Decoma, che in precedenza non possedeva. Il prezzo d'acquisto totale pagato per le azioni circolanti di Classe A con diritto di voto subordinato di Decoma, non di proprietà dell'Azienda, è stato di circa 239 milioni di dollari USA , coperto dall'emissione di 2,9 milioni di azioni Magna di Classe A con diritto di voto subordinato e dal versamento in contanti di circa 31 milioni; e

- Il 3 aprile 2005 abbiamo acquisto il 15% della partecipazione azionaria in circolazione di Intier, che in precedenza non possedeva. Il prezzo d'acquisto totale pagato per le azioni circolanti di Classe A con diritto di voto subordinato di Intier, precedentemente non di proprietà dell'Azienda, è stato di circa 202 milioni di dollari USA , coperto dall'emissione di 2,3 milioni di azioni Magna di Classe A con diritto di voto subordinato (nota 6) e dal versamento in contanti di circa 50 milioni di dollari USA .

Durante il 2004, abbiamo acquisito NVG e la porzione di contanti del prezzo di acquisto, al netto dei 3 milioni di dollari USA di contanti acquisiti, è ammontata a 348 milioni. Durante il 2005, abbiamo ricevuto un adeguamento di 18 milioni relativo all'acquisizione NVG.

Abbiamo anche completato una serie di piccole acquisizioni durante il 2004 e 2005, compresa una serie di stabilimenti produttivi e di centri di engineering. La porzione di contanti di queste acquisizioni è ammontata a 21 milioni di dollari USA nel 2005 e a 69 milioni nel 2004.

Nel 2005, gli utili da cessioni sono stati pari a 111 milioni di dollari USA , i tra i quali:

- utili in contanti ricevuti per la vendita di uno stabilimento secondario di componenti per sedili;

- pagamento in contanti ricevuti come rimborso complessivo dei costi di progettazione e pianificazione capitalizzati nei periodi precedenti;

- utili da cessione di altre immobilizzazioni.

Nel 2004, gli utili da cessioni sono stati pari a 83 milioni di dollari USA , tra i quali:

- 46 milioni di dollari USA ricevuti dal MID relativi alle transazioni di acquisto-riscatto discusse/cessione discusse sopra; e

- utili da cessione di altre immobilizzazioni.

Finanziamenti

    
                                                 2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Rimborsi di debiti                        $   (329)  $   (410)
    Emissione di titoli di debito                  49        293
    Emissione di azioni di Classe A con diritto    
      di voto subordinato                           20         26
    Emissione di azioni da parte di controllate      1         25
    Dividendi pagati per partecipazioni di 
    minoranza                                       (1)       (22)
    Dividendi                                     (166)      (142)
    -------------------------------------------------------------------------
    Cassa utilizzata per attività di finanziamento $(426)  $ (230)  $   (196)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Il rimborso dei debiti nel 2005 ha incluso:

- a gennaio, abbiamo rimborsato della prima serie dei nostri titoli privilegiati non garantiti a cedola zero emessi in relazione all'acquisizione di NVG; e

- a marzo abbiamo rimborsato prestiti ancora in essere pari a 197 milioni di dollari canadesi appartenenti ad un debito a termine di Decoma, con la conseguente estinzione del debito.

Il rimborso dei debiti nel 2004 ha incluso:

- a settembre, abbiamo rimborsato tutti i titoli privilegiati in circolazione per un totale di 300 milioni di dollari in contanti;

- rimborsi di debiti statali; e

- una riduzione dell'indebitamento bancario oltre al normale pagamento dei debiti in scadenza (vedi "Obblighi contrattuali" qui sotto).

L'emissione di titoli di debito nel 2005 sono costituiti essenzialmente di prestiti a supporto degli investimenti di capitali, compresi di debiti statali e finanziamenti di capitali.

Le emissioni di titoli di debito nel 2004 sono costituiti principalmente da emissioni collegate all'acquisizione della NVG, di cinque serie di titoli privilegiati non garantiti a cedola zero con un prezzo di emissione aggregato di 365 milioni di dollari canadesi (ossia 287 milioni di dollari USA alla data di emissione).

Durante il 2005, abbiamo emesso 20 milioni di dollari USA di azioni di Classe A con diritto di voto subordinato sull'esercizio delle stock option, rispetto ai 26 milioni del 2004.

L'emissione delle azioni da parte delle nostre controllate nel 2004 è stata composta principalmente di emissioni pari a 15 milioni di dollari USA di azioni di Classe A con diritto di voto subordinato per il piano Intier di utili differiti per i dipendenti e altre emissioni azionarie per l'esercizio delle stock option per ognuna delle nostre tre controllate precedentemente quotate in Borsa.

I dividendi in contanti pagati durante il 2005 sono stati pari a 1,52 dollari USA per azione di Classe A con diritto di voto subordinato o azione di Classe B, per un totale di 166 milioni di dollari USA , i quali riflettono un aumento dei dividenti pagati in contanti superiore ai 142 milioni del 2004.

    
    Risorse di finanziamento

                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Passività
      Debiti con le banche                    $     89   $    136
      Debiti a lungo termine in scadenza 
      entro un anno                                131         84
      Debiti a lungo termine                       700        984
      Partecipazioni di minoranza                    -        634
    -------------------------------------------------------------------------
                                                   920      1.838   $   (918)
    Capitale netto                               6.565      5.335      1.230
    -------------------------------------------------------------------------
    Capitalizzazione totale                   $  7.485   $  7.173   $    312
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

La capitalizzazione totale è aumentata del 4% ossia di 312 milioni di dollari USA , totalizzando 7,5 miliardi di dollari USA nel 2005 rispetto ai 7,2 miliardi del 2004. L'aumento della capitalizzazione deriva da un aumento di 1,2 miliardi di dollari USA del capitale netto, controbilanciato in parte da una riduzione di 918 milioni di dollari USA delle passività.

La riduzione delle passività è dovuta principalmente ai seguenti fattori:

- riduzione delle partecipazioni di minoranza a seguito delle privatizzazioni; e

- riduzione dei debiti a lungo termine a seguito dei rimborsi corrisposti:

- prima serie dei nostri titoli privilegiati non garantiti a cedola zero emessi in relazione all'acquisizione di NVG; e

- il debito insoluto sul prestito di Decoma.

L'aumento del capitale netto è dovuto ai seguenti fattori:

- aumento del capitale azionario a seguito delle azioni di Classe A con diritto di voto subordinato emesse in relazione alle privatizzazioni e sull'esercizio delle stock option, parzialmente compensate dai riacquisti per emissioni a certi dirigenti su base ristretta, ai sensi dei nostri accordi di collaborazione a lungo termine; e

- utili netti generati durante il 2005.

Gli aumenti di capitale sono stati parzialmente compensati da:

- dividendi pagati; e

- una diminuzione dell'adeguamento delle conversioni di cambio delle valute.

Durante il 2005, le nostre risorse in contanti sono aumentate di 163 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 1,7 miliardi di dollari USA , a seguito dei contanti ottenuti dalle attività operative, parzialmente compensate dai contanti utilizzati nelle attività d'investimento e di finanziamento, come discusso sopra. Oltre alle nostre risorse di contanti, abbiamo beneficiato di linee di credito per un totale di 2 miliardi di dollari USA , 1,8 miliardi dei quali non sono stati utilizzati e sono disponibili.

Il 12 ottobre 2005 abbiamo completato un nuovo strumento di credito a cinque anni di tipo revolving, che scadrà il 12 ottobre 2010. Questo strumento si compone di una tranche per il Nord America di 1,57 miliardi di dollari USA , una tranche per l'Europa di 300 milioni di euro, e di una tranche per l'Asia di 50 milioni di dollari USA .

Numero massimo di azioni emissibili

La seguente tabella presenta il numero massimo di azioni emissibili che sarebbero circolanti se tutte le stock option in circolazione e le obbligazioni subordinate emesse e circolanti al 24 febbraio 2006 venissero esercitate o convertite:

    
    Azioni di Classe A con diritto di voto subordinato
    e di Classe B                                                109.301.880
    Obbligazioni subordinate (i)                                   1.096.582
    Stock option (ii)                                              4.576.537
    -------------------------------------------------------------------------
                                                                 114.974.999
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

(i) Le somme indicate sopra includono le azioni emissibili se i detentori del 6,5% delle obbligazioni subordinate convertibili decidessero di esercitare la loro opzione di conversione, ma non includono le azioni di Classe A con diritto di voto subordinato emissibili, solo a nostra discrezione, per liquidare interessi e capitali relativi al 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili. Il numero di azioni di Classe A con diritto di voto subordinato emissibili a nostra discrezione dipende dal prezzo di contrattazione delle azioni di Classe A con diritto di voto subordinato nel momento in cui decidiamo di liquidare con azioni il 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili in termini d'interessi e capitale.

Le somme sopra indicate escludono anche le azioni di Classe A con diritto di voto subordinato emissibili, solo a nostra discrezione, per liquidare il 7,08% di obbligazioni subordinate a rimborso o a scadenza. Il numero di azioni emissibili dipende dal prezzo di contrattazione delle azioni di Classe A con diritto di voto subordinato a rimborso o a scadenza del 7,08% di obbligazioni subordinate.

(ii) Le opzioni per l'acquisto di azioni di Classe A con diritto di voto subordinato possono essere esercitate dal detentore conformemente alle disposizioni di conferimento, e previo pagamento del prezzo di esercizio, a seconda di come stabilito di volta in volta e in accordo con i nostri piani di stock option.

Obblighi contrattuali e finanziamenti non inclusi nello stato patrimoniale

Al 31 dicembre 2005, avevamo obblighi contrattuali che richiedevano i seguenti pagamenti annui.

    
                                             2007-    2009-    2011-
                                    2006     2008     2010     2015    Totale
    -------------------------------------------------------------------------

    Affitti operativi con        $   126  $   244  $   241  $   588  $ 1.199
    Affitti operativi con
    Parti terze                      124      203      137      166      630
    Debiti a lungo termine           131      260      393       47      831
    Commissioni di accesso con Magna
     Entertainment Corp. ("MEC")       8       15       15       22       60
    Obblighi di acquisto(i)
    -------------------------------------------------------------------------
    Obblighi contrattuali
     Totali                      $   389  $   722  $   786  $   823  $ 2.720
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

(i) Non abbiamo avuto obblighi contrattuali incondizionali diversi da quelli relativi a giacenze, servizi, attrezzature/stampi e immobilizzazioni delle normali attività aziendali.

I nostri obblighi relativi ai futuri piani di benefit dei dipendenti, determinati per via attuariale, sono ammontati a 216 milioni al 31 dicembre 2005. Questi obblighi sono scomponibili come segue:

    
                                                          Accordi di
                                                         licenziamento
                                                          d'impiego a
                                    Resp.    Resp.         lungo
                                  pensioni   pensionamento termine     Totale
    -------------------------------------------------------------------------

    Obblighi di benefici previsti  $    234   $     90   $    144   $    468
    Meno asset piani                   (185)         -          -       (185)
    -------------------------------------------------------------------------
    Somme non finanziate                 49         90        144        283
    Attività passate non riconosciute
     Costi e perdite attuariali         (18)       (34)       (15)       (67)
    -------------------------------------------------------------------------
    Somme riconosciute in altre
     Responsabilità a lungo termine $    31   $     56   $    129   $    216
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

I nostri accordi per finanziamenti non inclusi nello stato patrimoniale si limitano ai contratti di affitto operativi.

La maggior parte dei nostri stabilimenti sono coperti da affitti operativi con il MID e con parti terze. I pagamenti degli affitti operativi nel 2005 per gli stabilimenti affittati da MID e da parti terze sono ammontati rispettivamente a 123 e a 71 milioni di dollari USA . Si prevede che gli impegni presi per affitti operativi nel 2006 per stabilimenti affittati da MID e da parti terze saranno in totale rispettivamente di 126 e 71 milioni di dollari USA . I nostri affitti esistenti con MID prevedono aumenti periodici su base fissa o in base agli adeguamenti dell'indice dei prezzi al consumo (soggetti ad alcuni parametri).

Abbiamo anche contratti di affitto che riguardano le attrezzature. Questi affitti sono generalmente di durata inferiore. I pagamenti degli affitti operativi, ossia legati alle attività operative dell'azienda, relativi alle attrezzature corrispondono a 54 milioni di dollari USA nel 2005, mentre nel 2006 prevediamo una spesa di 53 milioni.

Mentre i nostri obblighi contrattuali annuali di affitto diminuiscono di anno in anno, prevediamo che gli affitti in essere saranno rinnovati o sostituiti; di conseguenza gli impegni rimarranno ai livelli attuali o dovremo sostenere spese in conto capitale per acquisire una pari capacità.

I crediti a lungo termine su altri asset sono riflessi al netto dei prestiti insoluti da una finaziaria controllata del cliente, per un ammontare di 59 milioni di dollari USA , poiché abbiamo il diritto legale di non includere i crediti a lungo termine del cliente rispetto a tali prestiti e intendiamo liquidare i relativi ammontari simultaneamente.

Attività in valuta estera

Le nostre sedi in Nord America negoziano i contratti commerciali con le case costruttrici OEM sia per i pagamenti in dollari USA che quelli in dollari canadesi. I materiali e le attrezzature vengono acquistati nelle varie valute in base a fattori di competitività, compresi i relativi valori delle valute in oggetto. Le sedi in Nord America utilizzano manodopera e materiali che vengono pagati sia in dollari USA che in dollari canadesi. Le sedi in Messico utilizzano generalmente il dollaro USA come valuta di attività.

Le sedi in Europa negoziano i contratti commerciali con le case costruttrici OEM per i pagamenti eseguiti principalmente in euro e in sterline inglesi. I materiali, le attrezzature e la manodopera utilizzati per le attività in Europa vengono pagati principalmente in euro e in sterline inglesi.

Utilizziamo programmi di hedging, principalmente attraverso l'uso di contratti a termine in valuta estera, al fine di gestire l'esposizione di cambio che nasce quando gli stabilimenti produttivi si sono impegnati a consegnare i prodotti con prezzi di vendita quotati in valute estere.

Questi impegni rappresentano per noi degli obblighi contrattuali a consegnare i prodotti durante la durata dei programmi del prodotto, i quali possono durare anche alcuni anni. La somma e i tempi dei contratti a termine dipenderanno da una serie di fattori, compresi anticipi di programmi di produzione e consegna, nonché anticipi dei costi di produzione, i quali possono essere pagati in valuta estera. Nonostante queste misure, le fluttuazioni a lungo termine delle valute estere, in particolare un cambiamento significativo nel valore del dollaro USA, del dollaro canadese, dell'euro e della sterlina inglese, possono avere un impatto negativo sulla nostra redditività e sulla nostra situazione finanziaria (come discusso in questo documento MD&A).

PARTI INTERESSATE

-------------------------------------------------------------------------

Stronach, il nostro Presidente del Consiglio di Amministrazione, e due membri della sua famiglia, sono i fiduciari del Stronach Trust. Lo Stronach Trust ci controlla attraverso il diritto di dirigere i voti collegati al 66% delle azioni di Classe B di Magna e controlla anche il MID, e di conseguenza il MEC, attraverso il diritto di dirigere i voti collegati al 66% delle azioni di Classe B di MID. Per lo svolgimento delle nostre attività vengono utilizzati numerosi terreni ed edifici, i quali sono affittati da MID ai sensi di appositi contratti di affitto operativi, i quali sono eseguiti secondo le normali pratiche commerciali. Le spese di affitto comprese nei resoconti finanziari consolidati di MID per gli anni conclusi al 31 dicembre 2005 e 2004 sono ammontate rispettivamente a 123 e a 128 milioni di dollari USA . I conti di debito includono le somme dovute a MID e alle sue controllate, e ammontano a complessivamente a 2 milioni.

Durante il 2004, MID ci ha fornito servizi di project management in relazione alla costruzione di un nuovo stabilimento. Nel dicembre 2004, il terreno e l'edificio di questo stabilimento sono stati venduti a MID per 46 milioni di dollari USA e l'assunzione delle relative passività per 12 milioni di dollari USA , rappresentando un nostro costo per quegli asset. Il terreno e l'edificio sono stati riaffittati tramite un contratto di leasing operativo di 17 anni.

Abbiamo contratti con società affiliate del Presidente del Consiglio di Amministrazione in merito alla fornitura di attività di sviluppo delle attività e di consulenza. In oltre, abbiamo un contratto con il Presidente del Consiglio di Amministrazione per la fornitura di attività di sviluppo e di altri servizi. La spesa complessiva ai sensi di questi due contratti relativa agli anni conclusi al 31 dicembre 2005 e 2004 è stata rispettivamente di 33 e di 40 milioni di dollari USA .

Durante l'anno concluso al 31 dicembre 2005, i fondi fiduciari esistenti per effettuare gli acquisti delle nostre azioni per i dipendenti, sia per il trasferimento all'EPSP o ai destinatari di bonus o di diritti di acquisto di tali azioni dai fondi fiduciari, hanno preso in prestito da noi fino a 51 milioni di dollari USA per facilitare l'acquisto di azioni di Classe A con opzione di voto subordinate. Al 31 dicembre 2005, l'indebitamento dei fondi fiduciari ammontava a 21 milioni di dollari USA .

Gli investimenti includono 3 milioni di dollari USA , a costo, relativi ad un investimento effettuato in un'azienda che doveva acquisire nostre azioni da vendere ai dipendenti.

Durante l'anno concluso al 31 dicembre 2004, abbiamo rinnovato i nostri contratti con MEC per l'uso del loro campo da golf e della clubhouse per riunioni, cene ed altre attività sociali ad Aurora, Ontario e ad Oberwaltersdorf, in Austria corrispondendo rispettivamente pagamenti annui per 5,0 milioni di dollari canadesi e 2,5 milioni di euro, per un periodo di 10, ossia fino al 31 dicembre 2014. Questa spesa è inclusa nei resoconti finanziari consolidati degli utili in riferimento a questi contratti, per gli anni conclusi al 31 dicembre 2005 e 2004, e ammonta a 7 milioni di dollari USA.

EVENTI SUCCESSIVI

-------------------------------------------------------------------------

Il 2 febbraio 2006 abbiamo acquisito CTS per un prezzo di acquisto in contanti di circa 170 milioni di euro, oltre ai relativi debiti.

CTS è una delle aziende leader al mondo costruttrici di sistemi tetto per il settore automobilistico, ed ha sede in Germania. CTS costruisce soft top, hard top e tettucci modulari retraibili. Oltre a Porsche, i suoi clienti includono DaimlerChrysler, Ferrari, Peugeot e General Motors. Per l'anno concluso al 31 dicembre 2004, CTS ha dichiarato un fatturato di circa 400 milioni di euro. CTS dispone di sei stabilimenti in Europa e due in Nord America, con circa 1.100 dipendenti.

    
    RISULTATI DELLE ATTIVITÀ OPERATIVE - PER IL TRIMESTRE CONCLUSO IL 
    31 DICEMBRE 2005
    -------------------------------------------------------------------------

    Vendite
                                                   Per il trimestre
                                                     concluso al 31/12
                                             --------------------------------
                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Volumi produttivi di veicoli
     (milioni di unità)
      Nord America                              3,910      3,790       + 3%
      Europa                                    4,065      4,069         -
    -------------------------------------------------------------------------

    Contenuto medio in dollari USA  per veicolo
      Nord America                            $    762   $    706       + 8%
      Europa                                  $    306   $    307         -
    -------------------------------------------------------------------------

    Vendite
      Produzione esterna
        Nord America                          $  2.980   $  2.674      + 11%
        Europa                                   1.242      1.250      -  1%
        Resto del mondo                             48         35      + 37%
      Veicoli assemblati completi                1.051      1.196      - 12%
      Attrezzature/stampi, engineering e altro     533        498      +  7%
    -------------------------------------------------------------------------
    Altre vendite                             $  5.854   $  5.653      +  4%
    -------------------------------------------------------------------------

Le vendite totali hanno raggiunto un livello record nel quarto trimestre del 2005, aumentando del 4% ossia totalizzando 201 milioni di dollari USA , raggiungendo la quota di 5,9 miliardi, rispetto ai 5,7 miliardi dello stesso trimestre del 2004.

Vendite di produzioni esterne - Nord America

Nel quarto trimestre 2005, le vendite di produzioni esterne in Nord America sono aumentate dell'11% ossia di 306 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 3,0 miliardi, rispetto ai 2,7 miliardi dello stesso periodo del 2004. Questo incremento delle vendite di produzione riflette un aumento dell'8% del nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo in Nord America, combinato ad un aumento del 3% dei volumi produttivi di veicoli in Nord America.

Nel quarto trimestre 2005, il nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo è cresciuto dell'8% ossia di 56 dollari USA , totalizzando 762 dollari USA , rispetto ai 706 dollari USA dello stesso periodo del 2004, principalmente a seguito di:

- il lancio di nuovi programmi durante o successivamente il quarto trimestre 2004, tra i quali:

- i programmi Chevrolet Cobalt e Pontiac Pursuit;

- il programma Chevrolet HHR;

- il programma Hummer H3;

- il programma Dodge Charger;

- il programma Ford Fusion;

- il programma Pontiac Torrent;

- il programma Mercedes Classe M;

- il programma Chevrolet Impala; e

- il programma Mercedes Classe R;

- La maggiore produzione e/o il contenuto di alcuni programmi, tra i quali l'aumento della produzione dei modelli Dodge Caravan, Grand Caravan e Chrysler Town & Country; e

- aumento delle vendite dichiarate in dollari a seguito del rafforzamento del dollaro canadese rispetto al dollaro USA.

I fattori che hanno contribuito alla crescita del nostro contenuto medio in dollari per veicolo, sono stati parzialmente compensati da:

- l'impatto della minor produzione e/o del minor contenuto di alcuni programmi, tra i quali:

- la piattaforma GMT800;

- i programmi Mazda Tribute e Ford Escape;

- il programma Dodge Ram Pickup;

- il programma Jeep Grand Cherokee;

- il programma Dodge Durango;

- il programma Cadillac STS; e

- i programmi Ford Freestar e Mercury Monterey;

- programmi giunti al termine della produzione durante o successivamente al quarto trimestre 2004; e

- ulteriori riduzioni di prezzo applicate ai clienti.

Vendite di produzioni esterne - Europa

Le vendite di produzioni esterne in Europa sono diminuite dell'1% ossia di 8 milioni di dollari, totalizzando nel quarto trimestre 2005 1,242 miliardi di dollari USA , rispetto ai 1,250 miliardi dello stesso periodo del 2004. Questa diminuzione delle vendite di produzione riflette le diminuzioni in Europa dei volumi produttivi dei veicoli e del contenuto medio in dollari per veicolo.

Nel quarto trimestre 2005, il nostro contenuto medio in dollari per veicolo è diminuito di 1 dollaro, ossia è sceso a 306 dollari USA , rispetto ai 307 dollari dello stesso periodo del 2004, principalmente a seguito della diminuzione delle vendite registrate in dollari USA USA a causa dell'indebolimento dell'euro e della sterlina inglese rispetto al dollaro USA. Escludendo l'impatto del cambio, il nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo in Europa è aumentato principalmente per i seguenti fattori:

- il lancio di nuovi programmi durante o successivamente al quarto trimestre 2004, tra i quali:

- il programma Volkswagen Passat; e

- il programma Land Rover Range Rover Sport; e

- incremento di prodotto e/o di contenuto medio in dollari per veicolo di alcuni programmi, tra i quali:

- i programmi Volkswagen Transporter e Multivan;

- il programma Mercedes Classe B; e

- il programma Volvo V70.

I fattori che hanno contribuito all'aumento del nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo sono stati parzialmente compensati da:

- impatto per minore produzione e/o contenuto di alcuni programmi, tra i quali:

- il programma MINI Cooper; e

- il programma Mercedes Classe E; e

- maggiori riduzioni e sconti applicati ai clienti.

Vendite di produzioni esterne - Resto del mondo

Le vendite di produzioni esterne nel resto del mondo sono aumentate del 37% ossia di 13 milioni di dollari, raggiungendo quota 48 milioni di dollari USA per il quarto trimestre 2005, rispetto ai 35 milioni dello stesso periodo del 2004. L'incremento delle vendite di produzione è stato dovuto principalmente a:

- la salita produttiva nei nuovi stabilimenti in Cina;

- maggiore produzione nei nostri stabilimenti powertrain in Corea; e

- maggiore produzione di sistemi di chiusura negli stabilimenti in Brasile.

Vendite di veicoli assemblati completi

    
                                                     Per il trimestre 
                                                     Concluso al 31/12
                                             --------------------------------
                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Vendite di veicoli assemblati completi    $  1.051      1.196      - 12%
    -------------------------------------------------------------------------
    Volumi di veicoli assemblati completi (Unità)
      Tutti costi inclusi:
        BMW X3, Mercedes Classe E e G,
         Saab 9(3) Cabriolet                    39.610     41.823      -  5%
      Valore aggiunto:
         Jeep Grand Cherokee, Chrysler 300,
          Chrysler Voyager                      25.574     16.479      + 55%
    -------------------------------------------------------------------------
                                                65.184     58.302      + 12%
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Sebbene i volumi di assemblaggio siano aumentati del 12% ossia di 6.882 unità, le vendite dei veicoli assemblati completi sono diminuite del 12% ossia di 145 milioni, totalizzando 1.051 miliardi per il quarto trimestre del 2005, rispetto ai 1.196 miliardi dello stesso periodo del 2004. La diminuzione delle vendite dei veicoli assemblati completi è dovuta primariamente a:

- una diminuzione delle vendite riportate in dollari USA a seguito dell'indebolimento dell'euro rispetto al dollaro americano;

- minori volumi di veicoli assemblati per veicoli considerati a costo completo, tra i quali:

- il programma BMW X3;

- il programma Saab 93 Cabriolet; e

- il programma Mercedes Classe G.

I fattori che hanno contribuito alla riduzione delle vendite dei veicoli assemblati completi sono stati parzialmente compensati da:

- maggiori volumi di assemblaggio per:

- il programma Jeep Grand Cherokee che è stato considerato su base di valore aggiunto, a seguito del lancio di un nuovo modello nel gennaio 2005; e

- il programma Mercedes Classe E che è stato considerato su base di costo complessivo;e

- l'avvio dell'assemblaggio nel secondo trimestre del 2005 del programma Chrysler 300 destinato alla distribuzione sui mercati europei e in alcuni altri mercati al di fuori del Nord America.

Attrezzature/stampi, engineering e altro

Le vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro sono aumentate del 7% ossia di 35 milioni di dollari USA , totalizzando 533 milioni nel quarto trimestre 2005, rispetto ai 498 milioni dello stesso trimestre del 2004.

Nel quarto trimestre 2005, i programmi principali per i quali abbiamo registrato vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro, sono stati i seguenti:

- il programma BMW X5;

- il programma Jeep Wrangler; e

- la piattaforma di GM relativa alla nuova generazione di pickup di grandi dimensioni e SUV.

Nel quarto trimestre 2004, i programmi principali per i quali abbiamo registrato vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro, sono stati i seguenti:

- i programmi Ford Fusion, Mercury Milan e Lincoln Zephyr; e

- i programmi Ford Explorer e Mercury Mountaineer.

Inoltre, le vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro sono aumentate a seguito del rafforzamento del dollaro canadese rispetto al dollaro USA.

EBIT

    
                                                     Per il trimestre
                                                     Concluso al 31/12
                                             --------------------------------
                                                  2005       2004     Delta
    -------------------------------------------------------------------------

    Nord America                              $    194   $    196
    Europa                                         (93)        29
    Resto del mondo                                 (3)         3
    Corporate ed altro                              28         26
    -------------------------------------------------------------------------
    EBIT totale                                $    126   $    254      - 50%
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Nel quarto trimestre 2005 e 2004, l'EBIT includeva le seguenti voci, come sopra descritto nella sezione Fatti Importanti.

    
                                                          Per il trimestre 
                                                         Concluso al 31/12
                                                       ----------------------
                                                             2005       2004
    -------------------------------------------------------------------------

    Nord America
      Oneri d'impairment                                 $    (21)  $    (16)
      Oneri di ristrutturazione                               (12)       (12)
      Utili da riduzioni di piani pensione                      -         29
    -------------------------------------------------------------------------
                                                              (33)         1
    Europa
      Oneri d'impairment                                     (105)  $    (20)
      Oneri di ristrutturazione                               (17)         -
    -------------------------------------------------------------------------
                                                             (122)       (20)
    Aziendale e altro
      Oneri di ristrutturazione                               (2)         -
    -------------------------------------------------------------------------
                                                         $   (157)  $    (19)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Nel quarto trimestre 2005, l'EBIT in Nord America è diminuito dell'1% ossia è sceso di 2 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 194 milioni di dollari USA , rispetto ai 196 milioni dello stesso periodo del 2004. Ad esclusione delle voci straordinarie in Nord America elencate sopra, l'EBIT è aumentato a 32 milioni principalmente a seguito di:

- margini conseguiti da nuovi programmi lanciati durante o dopo il quarto trimestre 2004, ad esclusione dei programmi Chevrolet Cobalt e Pontiac Pursuit;

- riduzioni di costi sostenuti presso alcuni stabilimenti nuovi che sono stati aperti nel corso del 2005;

- migliorie operative e produttive introdotte in alcuni stabilimenti;

- riduzioni di prezzi da alcuni nostri fornitori;

- chiusura di uno stabilimento di sistemi esterni durante il primo trimestre 2005 che ha permesso di migliorare i risultati, mentre questa divisione doveva fronteggiare perdite operative nel quarto trimestre 2004; e

- riduzione dell'assegnazione dei prodotti ai dipendenti, a seguito della diminuzione degli utili consolidati.

I fattori che hanno contribuito ad aumentare l'EBIT sono stati parzialmente compensati da:

- minori utili a seguito di una riduzione dei volumi produttivi per numerosi programmi ad alto contenuto, tra i quali la piattaforma GMT800, i programmi Mazda Tribute e Ford Escape;

- inefficienze operative e costi per lanci sostenuti durante il quarto trimestre 2005 per programmi lanciati durante il 2005 o per programmi che saranno lanciati dopo la fine dell'anno, compreso lo stabilimento di stampaggio e verniciatura di cruscotti in Georgia a supporto dei lanci dei programmi Mercedes Classe M e R;

- ammortamento degli incrementi del valore effettivo collegato alle privatizzazioni;

- ulteriori riduzioni di prezzo concesse ai clienti; e

- rialzi nei prezzi delle materie prime, compresi quelli di acciaio e resine.

Europa

Nel quarto trimestre 2005, l'EBIT in Europa è diminuito a 122 milioni di dollari USA , totalizzando una perdita di 93 milioni, rispetto ad utili per 29 milioni nello stesso trimestre del 2004. Escludendo le voci straordinarie europee elencate sopra, l'EBIT è diminuito di 20 milioni di dollari USA , principalmente a seguito di:

- minori margini a seguito della diminuzione delle vendite in alcuni programmi ad alto contenuto;

- inefficienze operative in alcuni stabilimenti;

- ammortamenti per incrementi di valore effettivo relativi a privatizzazioni;

- aumento dei prezzi delle materie prime;

- accantonamento per costi stimati di garanzia; e

- ulteriori riduzioni e sconti applicati ai clienti.

I fattori che hanno contribuito alla diminuzione dell'EBIT sono stati parzialmente compensati da:

- miglioramenti di produttività ed efficienza in alcuni stabilimenti;

- maggiori margini conseguiti da nuovi programmi che sono stati lanciati durante o dopo il quarto trimestre 2004; e

- riduzione dell'assegnazione dei prodotti ai dipendenti, a seguito della diminuzione degli utili consolidati.

Resto del mondo

Nel quarto trimestre 2005, l'EBIT nel resto del mondo è diminuito a 6 milioni di dollari USA con una perdita di 3 milioni, rispetto agli utili di 3 milioni conseguiti nello stesso periodo del 2004. La diminuzione dell'EBIT è dovuta principalmente al risultato dei costi sostenuti in stabilimenti nuovi, principalmente in Cina, nell'intento di continuare a perseguire le opportunità disponibili su questo mercato in forte crescita.

A parziale compensazione di questi costi sono intervenuti dei margini supplementari conseguiti a seguito delle maggiori vendite di produzione, come discusso precedentemente.

Corporate e altro

L'EBIT corporate e altro è aumentato dell' 8% ossia di 2 milioni di dollari USA , totalizzando 28 milioni nel quarto trimestre 2005, rispetto ai 26 milioni dello stesso periodo del 2004. Escludendo le voci straordinarie, corporate ed altro elencate sopra, l'EBIT è aumentato di 4 milioni di dollari USA , principalmente a seguito di:

- maggiori commissioni di affiliazione a seguito dell'aumento delle vendite; e

- minori compensazioni d'incentivi a seguito dei minori utili consolidati di Magna.

POLITICHE CONTABILI FONDAMENTALI

-------------------------------------------------------------------------

La discussione e l'analisi dei nostri risultati operativi e finanziari si basano sui resoconti finanziari consolidati non certificati, che sono stati redatti conformemente ai principi GAAP canadesi. La preparazione de resoconti finanziari consolidati non certificati richiede che la Direzione formuli delle stime e dei giudizi che influenzino le somme dichiarate in termini di attività, passività, utili e spese, nonché la relativa comunicazione delle attività e passività contingenti. Noi basiamo le nostre stime sulla base della nostra esperienza storica e delle varie supposizioni che riteniamo essere ragionevoli in determinate circostanze, i cui risultati costituiscono la base dei giudizi sui valori contabili di attività e passività. Da un punto di vista continuativo, noi valutiamo le nostre stime. Tuttavia, i risultati effettivi possono essere diversi da quelli stimati, a seconda delle supposizioni o delle diverse condizioni.

Riteniamo che le seguenti politiche contabili avranno un'influenza sui giudizi più significativi e sulle stime utilizzate nella stesura dei nostri resoconti finanziari consolidati non certificati. La Direzione ha discusso lo sviluppo e la selezione delle seguenti politiche contabili con il Collegio dei Sindaci del Consiglio di Amministrazione, e il Collegio dei Sindaci ha successivamente rivisto le nostre dichiarazioni relative alle politiche contabili fondamentali in questo MD&A.

Riconoscimento degli utili

(a) Attrezzature/stampi con quotazioni separate e contratti per i servizi di engineering.

Per quanto riguarda i nostri contratti con gli OEM, per particolari programmi di veicoli, svolgiamo molteplici attività che generano utili. L'accordo più comune prevede, oltre al contratto per la produzione e la vendita dei componenti, anche un contratto con prezzo separato con gli OEM relativo ai costi di attrezzature/stampi. Ai sensi di questi accordi, noi costruiamo le attrezzature/stampi internamente, oppure li affidiamo a terzi, richiedendo la costruzione di attrezzature/stampi che saranno utilizzati nella produzione dei particolari per l'OEM. Al completamento della costruzione dell'attrezzatura/stampo, e previa loro accettazione da parte dell'OEM, vendiamo l'attrezzatura/stampo quotato separatamente all'OEM, conformemente all'ordine di acquisto separato per attrezzature/stampi.

Questi accordi multi-elemento includono anche la fornitura di servizi di engineering quotati separatamente, oltre ad attrezzature/stampi e successive attività di assemblaggio o produzione. Al completamento, e previa accettazione dell'OEM, vendiamo solitamente i servizi di engineering quotati separatamente all'OEM prima che le successive attività di assemblaggio o produzione abbiano inizio.

Nel corso del 2004, abbiamo adottato le direttive contenute nell'abstract ndegrees142 del Comitato "Emerging Issues" della CICA, "Utili multi elemento" ("EIC-142")per eventuali nuovi accordi di questo tipo sottoscritti da noi o dopo il 1 primo gennaio 2004. Ai sensi della direttiva EIC-142, i servizi di attrezzature/stampi ed engineering quotati separatamente vengono considerati come fonte separata di utile solo nei casi in cui dette attrezzature/stampi e servizi di engineering hanno valore per il cliente in modo indipendente, e qualora vi sia una prova obiettiva e affidabile del valore effettivo della successiva produzione di particolari o di assemblaggio veicoli. Sulla base dei termini e dei processi abituali seguiti nelle trattative di quotazione separata nei contratti per attrezzature/stampi, prevediamo che tutti questi contratti continueranno ad essere considerati come fonti di utili separati. Poiché i contratti relativi ad accordi multi elemento coinvolgono attività di engineering, di assemblaggio o di produzione, tutti gli accordi significativi saranno valutati accuratamente al fine di stabilire se la componente di engineering dell'accordo lo qualifica come contratto fonte di utili separati. Se la componente di engineering non è considerata un elemento di generazione di utili separata, utili e costi del venduto di tali attività non potranno essere differiti e ammortizzati su base lorda nel programma di assemblaggio o di produzione.

Gli utili che provengono da servizi di engineering e da contratti di attrezzature/stampi che si qualificano come elementi separati che generano utili vengono generalmente riconosciuti su base di completamento in percentuale. Il metodo di percentuale di completamento riconosce gli utili e il costo del venduto nell'arco di durata del contratto, sulla base di stime condotte sullo stato di completamento, sugli utili totali del contratto e sui costi totali del contratto.

Ai sensi di questi contratti, i relativi crediti possono essere corrisposti interamente al completamento del contratto, a rate o in somme fisse per veicolo, in base ai volumi produttivi previsti. Qualora i volumi produttivi effettivi siano inferiori a quelli previsti, annualmente verrà corrisposto un rimborso per le carenze.

I prezzi dei contratti relativi ad attrezzature/stampi e servizi di engineering sono generalmente fissi; tuttavia, i cambiamenti a livello di prezzo, d'ordine e la cancellazione di programmi potrebbe influire sugli utili finali rispetto al contratto. I costi del contratto vengono stimati al momento della firma del contratto, e vengono poi rivisti ad ogni data di controllo. Gli adeguamenti rispetto alle stime originali sui costi totali del contratto vengono spesso richiesti man mano che il lavoro progredisce ai sensi del contratto, e si matura una maggiore esperienza, anche se il campo di applicazione del lavoro ai sensi del contratto può rimanere invariato. Quando le stime attuali sugli utili e i costi complessivi del contratto indicano una perdita, deve essere predisposto uno stanziamento/accantonamento per la perdita complessiva del contratto. I fattori che vengono considerati nel raggiungere la perdita prevista in un contratto includono, tra gli altri, i costi di over-run, i costi non rimborsabili, modifiche d'ordine e potenziali modifiche di prezzo.

Ai fini del GAAP americano, abbiamo adottato la direttiva EITF 00-21, "Accounting for Revenue Arrangements With Multiple Deliverables" ("Contabilità per accordi sugli utili da elementi multipli") per nuovi accordi di utili con elementi multipli sottoscritti da noi o dopo il 1 gennaio 2004, la quale armonizza i sistemi di reporting GAAP canadesi e americani per questi accordi. Per contratti relativi a servizi di engineering e per attrezzature/stampi quotati separatamente, forniti congiuntamente a successivi servizi di assemblaggio o di produzione sottoscritti prima del 1 gennaio 2004, gli utili e i costi del venduto di tali attività continuano ad essere differiti ed ammortizzati su base lorda sulla vita restante dei programmi di produzione e di assemblaggio per i fini del GAAP americano.

(b) Contratti con compenti acquistati

Utili e costo del venduto da servizi di engineering e attrezzature/stampi quotati separatamente vengono presentati su base lorda nei resoconti consolidati degli utili, quando svolgiamo la funzione di committente principale, e siamo sottoposti a rischi significativi e remunerazioni dell'attività. In caso contrario, i componenti degli utili e i relativi costi vengono presentati su base netta. Ad oggi, tutti i servizi di engineering e i contratti di attrezzature/stampi quotati separatamente sono stati registrati su base lorda.

Come indicato sopra, il reporting delle vendite e del costo del venduto per i nostri contratti di assemblaggio veicoli è influenzato dai termini contrattuali dell'accordo.

Oltre alle nostre attività di assemblaggio, stipuliamo anche contratti di produzione nei quali ci viene chiesto di coordinare le attività di progettazione, produzione, integrazione ed assemblaggio per un ampio numero di singoli componenti e particolari in un sistema modulare per poi consegnarlo allo stabilimento di assemblaggio veicoli dell'OEM. Ai sensi di questi contratti, produciamo una parte dei prodotti inclusi nel modulo, ma acquistiamo anche componenti da vari sub-fornitori e li assembliamo nel modulo completo. Riconosciamo gli utili derivanti dal modulo e il costo del venduto su base lorda, quando abbiamo una combinazione di: primaria responsabilità nel fornire il modulo all'OEM; responsabilità per le specifiche di stile e/o di design; partecipazione nella definizione dei prezzi dei sub-fornitori; responsabilità per la validazione della qualità dei particolari dei sub-fornitori; rischi per le giacenze sui particolari dei sub-fornitori; esposizioni per garanzia; esposizione al rischio di credito sulla vendita del modulo all'OEM; e altri fattori. Ad oggi, gli utili e i costi del venduto sui contratti dei moduli sono stati riportati su base lorda.

Accordi ammortizzati di engineering e per attrezzature/stampi di proprietà del cliente.

Sosteniamo costi di pre-produzione, di engineering, di ricerca e sviluppo ("ER&D") relativi ai prodotti che produciamo per gli OEM ai sensi di contratti di fornitura a lungo termine. Abbiamo costi di ER&D, che paghiamo come parte del successivo programma relativo a produzione e assemblaggio, a meno che esista una garanzia contrattuale di rimborso.

Inoltre, includiamo nelle spese tutti i costi relativi a progettazione e sviluppo di stampi e altre attrezzature che non saranno di proprietà e che saranno utilizzati e rimborsati attraverso il prezzo del particolare per il successivo programma di produzione o assemblaggio, a meno che il contratto di fornitura indichi una garanzia contrattuale di rimborso dei costi o il diritto non cancellabile di utilizzare gli stampi e le altre attrezzature durante il contratto di fornitura, e in questo caso i costi verrebbero capitalizzati.

L'ER&D e i costi delle attrezzature di proprietà del cliente capitalizzati sotto la voce "Altri asset" vengono ammortizzati su unità di produzione nell'arco del contratto di fornitura a lungo termine.

Impairment dell'avviamento e altri cespiti di lunga durata

L'avviamento è soggetto ad un test d'impairment annuale, oppure con frequenze maggiori, qualora si verifichi un evento che potrebbe non far diminuire il valore effettivo di una unità di reporting al di sotto del valore contabile.

Le immobilizzazioni e gli altri cespiti di lunga durata vengono valutati ai fini dell'impairment, qualora siano presenti indicatori che ne suggeriscano l'esistenza. Gli indicatori d'impairment includono perdite operative prolungate o la decisione di cedere, o di modificare l'uso, di un cespite di lunga durata. Se si prevede che la somma dei futuri cash flow derivi dall'asset in oggetto, non scontato e senza oneri d'interesse, e sia inferiore al valore dichiarato dell'asset, l'impairment deve essere riconosciuto nel resoconto finanziario consolidato. L'ammontare dell'impairment da riconoscere deve essere calcolato sottraendo il valore effettivo dell'asset dal valore dichiarato dell'asset stesso.

Crediamo che le stime contabili relative alle valutazioni d'impairment su avviamento e cespiti di lunga durata siano "stime contabili critiche" perché:

(i) sono soggette a notevoli condizioni d'incertezza e sono suscettibili a cambiamenti come richieste dalla Direzione per formulare dichiarazioni previsionali relative all'impatto dei piani di miglioramento su attività correnti, di in-sourcing e altre opportunità di nuovi business, supposizioni di prezzo e costo del programma su attività correnti e future, le tempistiche dei lanci di nuovi programmi e i futuri volumi di produzione previsti; e (ii) qualsiasi perdita d'impairment risultante potrebbe avere un impatto materiale sui nostri utili netti consolidati e sulla somma degli asset dichiarati nel nostro bilancio consolidato.

Garanzia

Registriamo garanzie di responsabilità prodotto per singoli contratti con i clienti. Ai sensi della maggior parte dei contratti con i clienti, consideriamo solo le rivendicazioni esistenti o probabili per difetti di prodotto, quando le relative somme di risarcimento sono probabili e ragionevolmente prevedibili. Ai sensi di alcuni contratti di engineering e di assemblaggio completo veicoli, registriamo una stima di costi per garanzia futuri, basati sui termini degli accordi specifici e sull'esperienza della garanzia specifica dei clienti.

Gli accantonamenti per responsabilità di prodotto vengono stabiliti sulla base delle nostre migliori stime sulle somme necessarie per liquidare le rivendicazioni esistenti per problemi dovuti a prodotti difettosi.

I costi delle campagne di richiamo vengono sostenuti quando le norme nazionali e/o i nostri clienti decidono di richiamare una linea di prodotto a causa di problemi di prestazioni note o sospettate, e ci viene richiesto di parteciparvi volontariamente o meno. Solitamente i costi includono il costo del prodotto da sostituire, il costo del cliente per la campagna di richiamo e la manodopera necessaria per smontare e sostituire il componente difettoso. Quando la decisione di lanciare una campagna di richiamo per un prodotto viene presa o è probabile, il nostro costo stimato della campagna di richiamo viene registrato come onere al netto degli utili di quel periodo. Nell'effettuare questa stima, è necessario prevedere il numero di unità che saranno coinvolte nella campagna di richiamo, il costo totale della campagna, l'accordo finale di condivisione dei costi concordato tra noi e il cliente e, in alcuni casi, la misura nella quale un nostro fornitore dovrà condividere con noi il costo della campagna di richiamo.

Fondi per imposte future sugli utili

Al 31 dicembre 2005, abbiamo registrato fondi per imposte future (al netto dei relativi accantonamenti di valutazione) relative a mancati riporti a nuovo e altre differenze temporali rispettivamente di 85 e 123 milioni di dollari USA . I fondi per imposte future sono relativi a mancati riporti a nuovo, principalmente correlati ad operazioni negli Stati Uniti e in Messico.

La disponibilità dei fondi per imposte future viene valuta su base trimestrale, valutando gli accantonamenti e adeguandone l'ammontare, ove necessario. I fattori utilizzati per valutare la probabilità di questa evenienza vengono previsti attraverso la stima delle imposte future sugli utili e sulla disponibilità delle strategie di pianificazione fiscale che potrebbero essere attuate per creare detti fondi. Abbiamo, e continueremo ad utilizzare le strategie di pianificazione fiscale per creare fondi per imposte future, al fine di evitare la potenziale perdita di benefici.

Al 31 dicembre 2005, avevamo una perdita d'imposte sugli utili, nel riporto a nuovo lordo, di circa 603 milioni di dollari USA , che si riferiscono ad operazioni svolte nel Regno Unito, in Belgio, Germania, Italia, Spagna e Austria, e benefici fiscali non utilizzati nei nostri resoconti finanziari consolidati non certificati. Delle perdite totali, 252 milioni di dollari USA scadono tra il 2006 e il 2025 e la parte restante non ha alcuna data di scadenza. Se le attività operative migliorano i livelli di redditività in queste giurisdizioni, e tali miglioramenti vengono sostenuti per un periodo di tempo prolungato, i nostri utili beneficeranno da queste perdite riportate a nuovo, ad eccezione dei benefici per perdite ottenute tramite acquisizioni che potrebbero ridurre i relativi avviamenti e bilanci immateriali.

Piani previdenziali futuri per i dipendenti

La definizione degli obblighi e delle spese per benefici pensionistici definiti, di licenziamento e di trattamento di fine rapporto, nonché altri benefici post-pensionamento, come piani sanitari, dipende dalla selezione di alcune supposizioni utilizzate dagli attuari per calcolare tali somme. Le ipotesi considerate includono, tra le altre cose, il tasso di sconto, il tasso di remunerazione a lungo termine atteso, piani e tassi di aumento nella compensazione dei costi. I risultati effettivi che differiscono dalle ipotesi utilizzate vengono accumulati e ammortizzati su periodi futuri e, pertanto,influenzano la spesa riconosciuta e gli obblighi registrati in periodi futuri. Cambiamenti significativi nelle supposizioni o nei piani di miglioramento potrebbero influenzare materialmente i nostri obblighi futuri nei confronti dei piani per i dipendenti e le spese future. Al 31 dicembre 2005, avevamo costi per servizi passati non riconosciuti e perdite attuariali per 67 milioni di dollari USA che saranno ammortizzati come spese future per i piani previdenziali durante il restante periodo lavorativo medio previsto dei dipendenti.

IMPEGNI ASSUNTI E IMPREVISTI

-------------------------------------------------------------------------

Di volta in volta, potremmo essere coinvolti in controversie e in altre rivendicazioni con risvolti legali. Si prega di fare riferimento alla nota ndegrees28 del nostro bilancio consolidato e certificato del 31 dicembre 2004, nota 9, allegata al resoconto finanziario consolidato per il trimestre e l'anno concluso al 31 dicembre 2005, nella quale sono descritte tali rivendicazioni.

SELEZIONE DI DATI FINANZIARI ANNUALI CONSOLIDATI

-------------------------------------------------------------------------

I seguenti dati finanziari consolidati selezionati sono stati estrapolati, e devono essere letti congiuntamente ai resoconti finanziari consolidati non certificati allegati per l'anno concluso al 31 dicembre 2005, redatti secondo le linee guida GAAP canadesi.

    
                                                  2005       2004       2003
    -------------------------------------------------------------------------

    Dati del conto economico

    Vendite                                  $  22.811  $  20.653  $  15.345
    Utili netti da attività continuative     $     639  $     676  $     567
    Utile netto                              $     639  $     676  $     500

    Utili per azioni Classe A con diritto 
    di voto subordinato o di Classe B
      da attività continuative
        Base                                 $    5,99  $    6,99  $    5,91
        Diluite                              $    5,90  $    6,95  $    5,89

    Utili per azioni Classe A con diritto 
    di voto subordinato o di Classe B
      da attività continuative
      Base                                   $    5,99  $    6,99  $    5,21
      Diluite                                $    5,90  $    6,95  $    5,19

    Dividendi in contanti pagati per 
    Classe A con diritto di voto 
    subordinato o di Classe B
                                             $    1,52  $    1,48  $    1,36
    -------------------------------------------------------------------------


                                                  2005       2004       2003
    -------------------------------------------------------------------------

    Dati sulla situazione finanziaria

    Capitale d'esercizio                     $   2.215  $   2.183  $   1.937
    Attività totali                          $  12.321  $  11.615  $   9.871
    Netto cassa:
      Cassa ed equivalenti di cassa          $   1.682  $   1.519  $   1.528
      Indebitamenti con le banche                  (89)      (136)      (298)
      Debiti a lungo termine(comprese le porzioni
       dovute entro un anno                       (831)    (1.068)      (801)
    -------------------------------------------------------------------------
    Netto cassa                              $     762  $     315  $     429
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Variazioni dei dati tra il 2004 e il 2005 sono spiegate nella sezione intitolata "Risultati delle attività operative - per l'anno concluso al 31 dicembre 2005".

CONFRONTO DEL 2004 RISPETTO AL 2003

Vendite di produzioni esterne - Nord America

Le vendite di produzioni esterne in Nord America sono aumentate del 18% ossia di 1,5 miliardi di dollari USA , raggiungendo quota 9,8 miliardi nel 2004, rispetto agli 8,3 miliardi di dollari USA del 2003. Questo aumento delle vendite di produzioni esterne riflette un aumento del 19% del contenuto medio in dollari USA per veicolo in Nord America durante il 2003, parzialmente compensato da un calo dell'1% dei volumi di produzione dei veicoli nel in Nord America dal 2003.

Il nostro contenuto medio in dollari USA per veicolo è cresciuto del 19% ossia di 98 dollari USA , raggiungendo quota 623 dollari USA per il 2004, rispetto ai 525 dollari USA del 2003. L'aumento riflette principalmente i seguenti fattori:

- il lancio di nuovi programmi durante o successivamente al 2003, tra i quali:

- il programma Chevrolet Equinox;

- i programmi GMC Canyon e Chevrolet Colorado;

- i programmi Ford Freestar e Mercury Monterey;

- il programma Ford Serie F;

- il programma Chevrolet Malibu; e

- il programma Dodge Durango;

- acquisizioni portate a termine nel 2004, comprese quelle della NVG e della Davis Industries Inc. ("Davis"); e

- un incremento delle vendite dichiarate in dollari USA a seguito del rafforzamento del dollaro canadese rispetto al dollaro USA.

I fattori che hanno contribuito alla crescita del nostro contenuto medio in dollari per veicolo sono stati parzialmente compensati da:

- l'impatto del minore contenuto e/o volume produttivo di alcuni programmi, tra i quali:

- la piattaforma GMT800;

- i programmi GMC Envoy, Chevrolet Trailblazer e Buick Rainier; e

- i programmi Ford Explorer e Mercury Mountaineer; e

- maggiori riduzioni e sconti applicati ai clienti.

Vendite di produzioni esterne - Europa

Le vendite di produzioni esterne in Europa sono aumentate del 25% ossia di 935 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 4,7 miliardi di dollari USA nel 2004, rispetto ai 3,8 miliardi del 2003. Questo aumento delle vendite riflette un aumento del 23% nel nostro contenuto medio in dollari per veicolo in Europa, unitamente ad un incremento dell'1% nei volumi produttivi dei veicoli durante il 2003.

Il nostro contenuto medio in dollari per veicolo è cresciuto di 54 dollari USA , raggiungendo quota 285 dollari USA nel 2004, rispetto ai 231 dollari USA del 2003, principalmente a seguito di:

- i programmi che sono stati lanciati durante o successivamente al 2003, tra i quali:

- il programma BMW X3;

- il programma BMW Serie 6;

- il programma MINI Cabriolet; e

- il programma Mercedes Classe E; e

- maggiori vendite dichiarate in dollari USA a seguito del rafforzamento dell'euro e della sterlina inglese, entrambe nei confronti del dollaro USA.

I fattori che hanno contribuito alla crescita del nostro contenuto medio in dollari per veicolo sono stati parzialmente compensati da:

- minore produzione di alcuni programmi, tra i quali:

- il programma Ford Transit;

- il programma MINI Cooper; e

- il programma smart for two; e

- maggiori riduzioni e sconti applicate ai clienti.

Vendite di produzioni esterne - Resto del mondo

Le vendite di produzioni esterne nel resto del mondo sono aumentate del 53% ossia di 49 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 139 milioni nel 2004, rispetto ai 90 milioni di dollari USA del 2003.

L'incremento delle vendite di produzioni esterne è principalmente addebitabile ai seguenti fattori:

- l'acquisizione delle partecipazioni restanti in numerose joint venture con stabilimenti di retrovisori in Cina;

- la salita produttiva nei nuovi stabilimenti in Cina;

- maggiore produzione nei nostri stabilimenti powertrain in Corea; e

- maggiore produzione nei nostri stabilimenti di sistemi di chiusura in Brasile.

Vendite di veicoli assemblati completi

Le vendite di veicoli assemblati completi sono aumentate del 176% ossia di 2,8 miliardi di dollari USA , raggiungendo quota 4,4 miliardi di dollari USA nel 2004, rispetto a 1,6 miliardi di dollari USA del 2003. L'aumento delle vendite di veicoli assemblati completi è dovuto principalmente a:

- il lancio del programma BMW X3 durante il quarto trimestre del 2003;

- maggiori vendite dichiarate in dollari USA a seguito del rafforzamento dell'euro e della sterlina inglese, entrambe rispetto al dollaro USA; e

- il lancio del programma Saab 9(3) Cabriolet durante il terzo trimestre del 2003.

Attrezzature/stampi, engineering e altro

Le vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro nel 2004 sono state di 1,5 miliardi di dollari USA , rappresentando un aumento del 2% ossia di 26 milioni durante il 2003. L'aumento è principalmente dovuto ad un incremento delle vendite riportate in dollari USA a seguito del rafforzamento del dollaro canadese, dell'euro e della sterlina inglese, rispetto al dollaro USA.

Ad esclusione dell'impatto del cambio con le valute estere, le vendite di attrezzature/stampi sono diminuite nel 2004, riflettendo il lancio di numerosi programmi durante il terzo e il quarto trimestre del 2003. Nel 2004 i programmi principali nei quali abbiamo registrato vendite per attrezzature/stampi, engineering e altro, sono:

- i programmi Ford Fusion, Mercury Milan e Lincoln Zephyr;

- i programmi Ford Explorer e Mercury Mountaineer; e

- i programmi Mercedes Classe M ed R.

Nel 2003, i programmi principali nei quali abbiamo registrato delle vendite di attrezzature/stampi, engineering e altro, includono:

- il programma BMW X3;

- il programma Saab 9(3) Cabriolet;

- la seconda e terza fila di sedili a scomparsa nel pianale delle monovolume DaimlerChrysler;

- i programmi Ford Freestar e Mercury Mountaineer; e

- il programma Ford Mustang.

Utile netto e utile netto derivante da attività continuative

L'utile netto è aumentato del 35% ossia di 176 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 676 milioni nel 2004, rispetto ai 500 milioni nel 2003. L'utile netto nel 2003 include i risultati delle nostre precedente partecipazioni di controllo in MEC, che sono state presentate come attività operative sospese/interrotte. Nel 2003, abbiamo riconosciuto una perdita d'impairment non in contanti pari a 68 milioni di dollari USA , maggiore del valore contabile del nostro investimento in MEC rispetto al valore effettivo della partecipazione di controllo di in MEC alla data di distribuzione.

L'utile netto generato da attività operative continuative sono aumentate del 19% ossia di 109 milioni di dollari USA , raggiungendo quota 676 milioni nel 2004, rispetto ai 567 milioni del 2003. L'utile netto da attività operative continuative comprende le seguenti voci (al netto delle partecipazioni di minoranza e delle imposte sugli utili):

    
                                                  2004       2003     Delta
    -------------------------------------------------------------------------
    Oneri d'impairment                        $     22   $     13
    Oneri di ristrutturazione                       17          5
    Utili da riduzioni delle pensioni              (18)         -
    Stock option                                    12          -
    Altre perdite                                    -          6
    Oneri per imposte sugli utili futuri(recupero)
     relativi a variazioni di aliquota              (6)        10
    -------------------------------------------------------------------------
                                              $     27   $     34   $     (7)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Le voci straordinarie nel 2004 sono state discusse nella sezione intitolata "Fatti importanti". Durante il 2003, le voci straordinarie sono state le seguenti:

- oneri d'impairment relativi ad alcuni stabilimenti di sistemi esterni in Europa;

- oneri di ristrutturazione collegati alla riorganizzazione e alla chiusura di alcuni stabilimenti in Europa;

- una perdita d'impairment non in contanti alla data della distribuzione MID pari a un valore superiore a quello contabile di alcune proprietà immobiliari di MID rispetto ai valori effettivi; e

- un onere per imposte su utili futuri relativo all'aumento delle aliquote fiscali sugli utili in Canada.

Escludendo le voci straordinarie, l'utile netto derivante da attività continuative è aumentato di 102 milioni di dollari USA , a seguito di un aumento del margine lordo di 389 milioni e una diminuzione delle spese per partecipazioni di minoranza pari a 3 milioni di dollari USA , parzialmente compensate dagli aumenti delle spese SG&A, svalutazioni e ammortamenti, imposte sugli utili e spese per partecipazioni rispettivamente pari a 162 milioni, 78 milioni, 45 milioni e 3 milioni di dollari USA , nonché una riduzione degli utili da capitale di 2 milioni.

Il margine lordo come percentuale delle vendite è diminuito al 14,3% nel 2004, rispetto al 16,5% nel 2003. Escludendo le voci straordinarie discusse sopra, il margine lordo come percentuale delle vendite totali per il 2004 è diminuito del 2,2% a seguito di:

- lanci dei programmi BMW X3 e Saab 9(3) Cabriolet di veicoli assemblati completi;

- costi sostenuti per nuovi stabilimenti;

- inefficienze in alcuni stabilimenti di sistemi esterni in Europa;

- distribuzione MID poiché la distribuzione ha efficacemente aggiunto spese di affitto;

- una variazione nelle vendite dei mix durante il 2004 a vantaggio di programmi con margini minori;

- il rafforzamento dell'euro rispetto al dollaro USA;

- le acquisizioni NVG e Davis;

- aumento dei prezzi delle materie prime; e

- aumento di riduzioni e sconti applicati ai clienti.

I fattori che hanno parzialmente compensato queste riduzioni sono stati:

- l'impatto positivo di programmi lanciati durante o successivamente al

2003; e

- prestazioni e produttività migliori in una serie di divisioni.

L'aumento delle svalutazioni e degli ammortamenti nel 2004 è stato causato principalmente da:

- aumento degli asset investiti nelle attività a supporto della crescita futura, comprese le acquisizioni completate nell'anno;

- aumento di svalutazioni e ammortamenti registrati in dollari USA a seguito del rafforzamento dell'euro, del dollaro canadese e della sterlina inglese, rispetto al dollaro USA; e

- svalutazione accelerata su alcuni asset di programmi specifici nel 2004.

Questi aumenti di svalutazione sono stati parzialmente compensati da una riduzione della svalutazione stessa a seguito della distribuzione MID.

L'incremento delle spese SG&A è principalmente imputabile a:

- maggiori costi d'infrastruttura a supporto dell'aumento dei livelli di vendite, comprese le spese a supporto dei lanci;

- aumento registrato in dollari USA della voce SG&A a causa del rafforzamento dell'euro, del dollaro canadese e della sterlina inglese, ognuna rispetto al dollaro americano; e

- aumento delle spese SG&A a seguito delle acquisizioni portate a termine durante o successivamente al 2003, comprese le acquisizioni NVG e Davis.

Utili per azione

Gli utili diluiti per azione derivanti da attività continuative sono aumentati del 18% ossia di 1,06 dollari USA , raggiungendo quota 6,95 nel 2004, rispetto ai 5,89 del 2003. Escludendo le voci straordinarie discusse sopra, gli utili diluiti per azione derivanti da attività continuative sono aumentati di 1,00 dollaro USA a seguito dell'aumento negli utili netti derivanti da attività continuative (escludendo le voci straordinarie), in parte controbilanciati da un aumento del numero medio ponderato di azioni circolanti durante l'anno, sostanzialmente a seguito dell'esercizio delle stock option per acquisire azioni di Classe A con diritto di voto subordinato.

Situazione finanziaria

L'incremento delle attività totali dal 2003 al 2004 è la conseguenza dei seguenti fattori:

- l'acquisizione di NVG;

- investimenti in nuovi stabilimenti produttivi nuovi ed esistenti, a supporto della crescita continua, compreso:

- un nuovo stabilimento di stampaggio in Messico a supporto del lancio dei programmi Ford Fusion, Mercury Milan e Lincoln Zephyr;

- un nuovo stabilimento di stampaggio e verniciatura di cruscotti in Georgia e l'ampliamento del nostro stabilimento di stampaggio di Classe A in South Carolina, entrambi a supporto del lancio del programma Mercedes M; e

- un nuovo stabilimento di telai in Kentucky per i nuovi modelli Ford Explorer e il pickup della Serie F Super Duty;

- la crescita delle attività totali a seguito di forti prestazioni finanziarie; e

- l'aumento delle somme dichiarate in dollari USA per le nostre attività a seguito del rafforzamento del dollaro canadese, dell'euro e della sterlina inglese, ognuna rispetto al dollaro americano.

La riduzione del livello d'indebitamento è avvenuta a seguito della sostituzione della facilitazione al credito revolving annuale di Decoma per 300 milioni di dollari USA , tramite una linea di credito di tre anni da 400 milioni di dollari USA , inducendo, al 31 dicembre 2004, un indebitamento a lungo termine di 215 milioni di dollari USA . Inoltre, il debito a lungo termine è aumentato principalmente a seguito dell'emissione di 287 milioni di titolo privilegiati non garantiti a cedola zero in collegamento all'acquisizione NVG. Questi aumenti sono stati parzialmente compensati dal rimborso in contanti di 300 milioni di dollari USA dei nostri titoli privilegiati e dal pagamento periodico di debiti a lungo termine.

SELEZIONE DI DATI FINANZIARI CONSOLIDATI TRIMESTRALI

-------------------------------------------------------------------------

I seguenti dati finanziari consolidati selezionati sono stati redatti secondo le linee guide GAAP canadesi.

    
                                         Per il trimestre concluso al
                                 --------------------------------------------
                                     31 Mar     30 Giu     30 Set     31 Dic
                                       2005       2005       2005       2005
    -------------------------------------------------------------------------

    Vendite                        $  5.718   $  5.858   $  5.381   $  5.854

    Utile netto                    $    172   $    225   $    159   $     83

    Utili per azioni di Classe A
     con diritto di voto subordinato
     o di Classe B
      Base                         $   1,69   $   2,10   $   1,47   $   0,76
      Diluiti                      $   1,68   $   2,06   $   1,44   $   0,75
    -------------------------------------------------------------------------


                                         Per il trimestre concluso al
                                 --------------------------------------------
                                     31 Mar     30 Giu     30 Set     31 Dic
                                       2004       2004       2004       2004
    -------------------------------------------------------------------------

    Vendite                        $  5.103   $  5.113   $  4.784   $  5.653

    Utile netto                    $    179   $    188   $    132   $    177

    Utili per azioni di Classe A
     con diritto di voto subordinato
     o di Classe B
      Base                         $   1,85   $   1,94   $   1,37   $   1,82
      Diluiti                      $   1,84   $   1,93   $   1,37   $   1,81
    -------------------------------------------------------------------------

In generale, le vendite sono aumentate dal 2004 al 2005 a seguito dei lanci di prodotti, dell'acquisizione di NVG nel settembre 2004, e del rafforzamento del dollaro canadese rispetto al dollaro USA. Il terzo trimestre di entrambi gli anni è stato generalmente influenzato dai normali effetti stagionali delle riduzioni dei volumi produttivi di veicoli, nonché a seguito della chiusura estiva delle case automobilistiche.

L'utile netto trimestrale include le voci straordinarie che sono state discusse precedentemente in questo MD&A:

    
                                         Per il trimestre concluso al
                                 --------------------------------------------
                                     31 Mar     30 Giu     30 Set     31 Dic
                                       2005       2005       2005       2005
    -------------------------------------------------------------------------

    Oneri d'impairment             $      -   $     (5)  $      -   $    (93)
    Oneri di ristrutturazione            (4)        (7)       (11)       (26)
    Oneri associati a MG Rover          (13)         -          -          -
    Utili dal cambio valuta               -         18          -          -
    Utili da liquidazioni                 -          -         16          -
    Utili da vendita stabilimenti         -         10          -          -
    -------------------------------------------------------------------------
                                   $    (17)  $     16   $      5   $   (119)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------


                                         Per il trimestre concluso al
                                 --------------------------------------------
                                     31 Mar     30 Giu     30 Set     31 Dic
                                       2004       2004       2004       2004
    -------------------------------------------------------------------------

    Oneri d'impairment             $      -   $      -   $      -   $    (22)
    Oneri di ristrutturazione            (4)         -         (6)        (7)
    Modifiche di stock option           (12)         -          -          -
    Utili da riduzioni di pensioni        -          -          -         18
    Recupero fiscale futuro               -          -          -          6
    -------------------------------------------------------------------------
                                   $    (16)  $      -   $     (6)  $     (5)
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

Per ulteriori informazioni riguardanti i risultati sul nostro quarto trimestre, si prega di fare riferimento ai nostri resoconti del primo, secondo e terzo trimestre 2005, disponibili attraverso Internet nel sistema degli amministratori dei titoli canadesi - Analisi e reperimento documenti elettronici (SEDAR) accessibili attraverso il sito www.sedar.com.

DICHIARAZIONI PREVISIONALI

-------------------------------------------------------------------------

La precedente relazione contiene dichiarazioni che, non essendo enunciazioni di fatti storici, costituiscono "dichiarazioni previsionali" nel contesto della legislazione applicabile al settore titoli.

Le dichiarazioni previsionali possono includere proiezioni finanziarie e diverse, nonché dichiarazioni relative a piani futuri, obiettivi o prestazioni economiche, o ipotesi e supposizioni alla base delle stesse. Utilizziamo termini del tipo "potrebbe", "dovrebbe, "sarà", "probabile", "previsto", "riteniamo", "ipotizziamo" "inteso", "piano", "previsione", "proiezione", "stima" ed altre espressioni simili, per identificare le dichiarazioni previsionali. Tutte le dichiarazioni previsionali si basano su supposizioni e analisi fatte da noi, alla luce della nostra esperienza e della nostra percezione sulle tendenze storiche, condizioni attuali e sviluppi futuri previsti, nonché altri fattori che riteniamo siano più appropriati per le circostanze. Tuttavia, il fatto che i reali risultati e gli sviluppi rispettino le nostre previsioni dipenderà da una serie di rischi, ipotesi e incertezze. Questi fattori di rischio e incertezza sono, ma non in via limitativa: cambiamenti nella richiesta dei consumatori, a causa delle condizioni politiche ed economiche mondiali (compresi gli atti di terrorismo); diminuzione dei volumi produttivi degli autoveicoli; variazioni delle quote di mercato relative ai veicoli o alle piattaforme nelle quali abbiamo i contenuti e i margini maggiori; diminuzioni continuative dei volumi produttivi di una serie di piccole case automobilistiche con le quali lavoriamo; la nostra capacità di riuscire a diversificare la nostra base clienti; l'impatto delle difficoltà finanziarie e della minore competitività di alcuni nostri clienti e fornitori; un calo dell'outsourcing da parte delle case costruttrici; la pressione da parte dei nostri clienti nell'ottenere riduzioni di prezzo e di farci assumere l'onere di alcuni costi fissi; la concorrenza del settore delle forniture automobilistiche; la capacità di ridurre la nostra esposizione agli aumenti di prezzo delle materie prime come acciaio e resine, oppure la nostra capacità di recuperarli; aumenti dei prezzi di petrolio ed energia; costi relativi a interventi in garanzia e campagne di richiamo, nonché rischi per responsabilità di prodotto; fluttuazioni relative ai tassi di cambio valutari; rischi associati allo svolgere attività produttive all'estero; l'esito positivo delle nostre proposte attività di razionalizzazione in campo produttivo e/o di snellimento delle funzioni amministrative, a seguito delle privatizzazioni delle nostre controllate precedentemente quotate in Borsa; cambiamenti rapidi delle tecnologie e delle norme; il rischio di scioperi della manodopera, presso i nostri stabilimenti o presso quelli dei nostri fornitori; cancellazione di programmi e ritardi nel lancio di quelli nuovi; ritardi nella costruzione di nuovi stabilimenti; cambiamenti nelle norme nazionali; l'impatto delle norme sulla protezione dell'ambiente; l'impatto di eventuali procedimenti legali nei quali potremmo essere coinvolti; i nostri rapporti con gli azionisti aventi diritto di voto; e altri fattori descritti nel nostro Rapporto Informativo Annuale presentato alle commissioni sui titoli in Canada e nel nostro Rapporto Annuale redatto sul Modulo 40-F presentato alla SEC, e relativi documenti. Nel valutare queste dichiarazioni previsionali, i lettori devono considerare in modo particolare i vari fattori che potrebbero modificare materialmente eventi reali o risultati rispetto a quelli prefigurati nelle stesse dichiarazioni previsionali. Salvo indicazioni diverse previste dalle norme che regolamentano il mercato dei titoli, non intendiamo e non ci assumiamo alcun obbligo ad aggiornare o a riesaminare queste dichiarazioni previsionali per riflettere informazioni ricevute in un secondo tempo, eventi, risultati, circostanze o altro.

MAGNA INTERNATIONAL INC.

CONTO ECONOMICO CONSOLIDATO

(Non certificato)

(in milioni di dollari americani, eccetto le cifre relative per azione)

    
                                      Trimestre concluso        Anno concluso
                                      al 31 dicembre          al 31 dicembre
                                    -----------------------------------------
                            Nota       2005       2004       2005       2004
    -------------------------------------------------------------------------
                                          (riformulato           (riformulato    
                                             nota 2)               nota 2)

    Vendite                        $  5.854   $  5.653   $ 22.811   $ 20.653
    -------------------------------------------------------------------------

    Costo del venduto                 5.094      4.880     19.831     17.696
    Svalutazione e
     ammortamento                       196        173        711        598
    Spese generali (SG&A)      8        314        314      1.198      1.186
    Interessi passivi, netti              1          4          6         26
    Utili da capitale                    (2)        (4)        (8)       (14)
    Oneri d'impairment         3        126         36        131         36
    -------------------------------------------------------------------------
    Utili da attività continuative
     prima delle imposte sul reddito
     e partecipazioni di minoranza      125        250        942      1,125
    Imposte sugli utili                  42         72        292        387
    Partecipazioni di minoranza4          -          1         11         62
    -------------------------------------------------------------------------
    Utile netto                    $     83   $    177   $    639   $    676
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

    Utili per azioni di Classe A
     con diritto di voto subordinato o
     azioni di Classe B:
      Base                         $   0,76   $   1,82   $   5,99   $   6,99
      Diluiti                      $   0,75   $   1,81   $   5,90   $   6,95
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

    Dividendi in contanti pagati 
	per azioni di Classe A con 
	diritto di voto subordinato 
      o di Classe B                $   0,38   $   0,38   $   1,52   $   1,48

    Numero medio di azioni di Classe A
     con diritto di voto subordinato e
     azioni di Classe B circolanti
     durante il periodo
     (in milioni):
      Base                          108,4       96,8      106,7       96,7
      Diluiti                       111,1       97,3      109,0       97,3
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

RENDICONTO CONSOLIDATO DEGLI UTILI NON DISTRIBUITI

(Non certificato)

(in milioni di dollari americani)

RENDICONTO CONSOLIDATO DEGLI UTILI NON DISTRIBUITI

(Non certificato)

(in milioni di dollari americani)

    
                                      Trimestre concluso        Anno concluso
                                       al 31 dicembre          al 31 dicembre
                                    -----------------------------------------
                            Nota       2005       2004       2005       2004
    -------------------------------------------------------------------------

    Utili non distribuiti,
     a inizio periodo              $  3.368   $  2.796   $  2.935   $  2.384
    Utile netto                          83        177        639        676
    Dividendi per azioni di 
      Classe A con diritto 
      di voto subordinato
     e azioni di Classe B              (42)       (36)      (167)      (143)
    Adeguamento per variazioni 
      nella politica contabile 
      relativa a strumenti 
      finanziari              2          -          -          2         20
    -------------------------------------------------------------------------
    Utili non distribuiti,
     a fine periodo                $  3.409   $  2.937   $  3.409   $  2.937
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

                           Vedi note allegate



    MAGNA INTERNATIONAL INC.
    RENDICONTO CONSOLIDATO DEL CASH FLOW
    (Non certificato)
    (in milioni di dollari)

                                      Trimestre concluso        Anno concluso
                                       al 31 dicembre          al 31 dicembre
                                    -----------------------------------------
                            Nota       2005       2004       2005       2004
    -------------------------------------------------------------------------
                                           (riformulato          (riformulato    
                                              nota 2)               nota 2)

    Disponibilità liquide provenienti da
         (usate per):

    ATTIVITÀ OPERATIVE
    Utile netto                    $     83   $    177   $    639   $    676
    Voci non relative a
     cash flow correnti                 325        198        901        805
    -------------------------------------------------------------------------
                                        408        375      1.540      1.481
    Variazioni nel capitale
     d'esercizio
     non di cassa                      750       (178)       158       (100)
    -------------------------------------------------------------------------
                                      1.158        197      1.698      1.381
    -------------------------------------------------------------------------

    ATTIVITÀ D'INVESTIMENTO
    Nuove immobilizzazioni             (321)      (328)      (848)      (859)
    Acquisto di controllate     4       (19)         -       (187)      (417)
    Incremento di altri attivi          (27)       (46)      (127)       (81)
    Proventi da cessioni                 46         55        111         83
    -------------------------------------------------------------------------
                                       (321)      (319)    (1.051)    (1.274)
    -------------------------------------------------------------------------

    ATTIVITÀ DI FINANZIAMENTO
    Emissioni di titoli di debito 5     (96)       (27)      (329)      (410)
    Rimborsi di debiti         5          -          -         49        293
    Emissioni di azioni di 
      Classe A con diritto 
      di voto subordinato      1          -         20         26
    Emissioni di azioni da
     consociate                           -         12          1         25
    Dividendi pagati per
     partecipazioni di minoranza          -         (8)        (1)       (22)
    Dividendi                           (42)       (35)      (166)      (142)
    -------------------------------------------------------------------------
                                       (137)       (58)      (426)      (230)
    -------------------------------------------------------------------------

    Effetti delle variazioni
     dei tassi di cambio sulla 
     cassa e strumenti equivalenti      (9)        98        (58)       114
    -------------------------------------------------------------------------

    Aumento netto (riduzione)
     nella cassa e strumenti 
     equivalenti durate il
     periodo                            691        (82)       163         (9)
    Cassa e strumenti equivalenti,
     a inizio del periodo               991      1.601      1.519      1.528
    -------------------------------------------------------------------------
    Cassa e strumenti equivalenti,
     alla fine del periodo         $  1.682   $  1.519   $  1.682   $  1.519
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

                           Vedi note allegate

    
    MAGNA INTERNATIONAL INC.
    STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO
    (Non certificato)
    (in milioni di dollari americani)

                                                   31 dicembre  31 dicembre  
                                          Nota            2005          2004
    -------------------------------------------------------------------------
                                                                (riformulato
                                                                      nota 2)

    ATTIVITÀ
    Attivo circolante
    Contanti ed  equivalenti                          $   1.682     $   1.519
    Crediti                                               3.436         3.276
    Giacenze                                              1.388         1.376
    Risconti attivi ed altro                                 97           110
    -------------------------------------------------------------------------
                                                          6.603         6.281
    -------------------------------------------------------------------------
    Investimenti                                            142           139
    Immobilizzazioni, nette                               4.124         3.967
    Avviamento                              3,4             918           747
    Attività fiscali future                                 208           199
    Altre attività                                          326           282
    -------------------------------------------------------------------------
                                                      $  12.321     $  11.615
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

    PASSIVITÀ E CAPITALE SOCIALE NETTO
    Passività correnti
    Debiti verso banche                              $      89     $     136
    Debiti                                               3.241         3.006
    Salari e stipendi maturati                             474           449
    Altre passività maturate                               394           350
    Debiti per imposte sugli utili                          59            73
    Debiti a lungo termine con scadenza entro un anno      131            84
    -------------------------------------------------------------------------
                                                         4.388         4.098
    -------------------------------------------------------------------------
    Utili differiti                                         85            70
    Debiti a lungo                         4,5             700           984
    Altre passività a lungo termine                        241           240
    Oneri tributari futuri                                 342           254
    Partecipazioni di minoranza             4                -           634
    -------------------------------------------------------------------------
                                                         5.756         6.280
    -------------------------------------------------------------------------

    Capitale sociale netto
    Capitale azionario                      7
      Azioni di Classe A con diritto di voto 
	subordinato(emesse: 108.184.395; 31 dicembre
        2004 - 95.850.377)                               2.470         1.610
      Azioni di Classe B (convertibili in azioni
       di Classe A con diritto di voto subordinato)
       (emesse: 1.093.983)                                   -             -
    Altro capitale versato                  8               65            16
    Eccedenze versate                                    3.409         2.937
    Adeguamento per variazioni di cambio                   621           772
    -------------------------------------------------------------------------
                                                         6.565         5.335
    -------------------------------------------------------------------------
                                                     $  12.321     $  11.615
    -------------------------------------------------------------------------
    -------------------------------------------------------------------------

                           Vedi note allegate

MAGNA INTERNATIONAL INC.

NOTE INTEGRATIVE DEL BILANCIO CONSOLIDATO PROVVISORIO

(Non certificato)

(Tutte le somme sono espresse in dollari americani e, salvo indicazioni diverse, tutti i valori nelle tabelle sono da intendersi in milioni di dollari)

-------------------------------------------------------------------------

1. CRITERI DI PRESENTAZIONE

Il bilancio consolidato provvisorio e non certificato di Magna

International Inc. e delle sue controllate (collettivamente indicate come "Magna" o "l'Azienda") è stato redatto in dollari americani, in ottemperanza ai principi contabili canadesi comunemente accettati, nonché nel rispetto delle politiche contabili enunciate nel bilancio consolidato annuale del 2004, ad eccezione per la variazione contabile specificata nella nota 2.

Il bilancio consolidato provvisorio non certificato non risponde esattamente a tutti i requisiti previsti dai criteri contabili generalmente adottati per i bilanci annuali. Pertanto, il presente bilancio consolidato provvisorio non certificato deve essere letto unitamente al bilancio annuale consolidato del 2004.

È opinione del management dell'Azienda che il bilancio consolidato provvisorio non certificato rispecchi tutti gli adeguamenti, che consistono esclusivamente in modifiche standard e ripetitive, rese necessarie al fine di una presentazione corretta della posizione finanziaria dell'Azienda al 31 dicembre 2005, come pure dei risultati operativi e del cash flow per i periodi corrispondenti al trimestre e al semestre conclusi al 31 dicembre 2005 e 2004.

2. VARIAZIONI CONTABILI

Strumenti finanziari - Descrizione e Presentazione

Nel 2003, il Canadian Institute of Chartered Accountants ("CICA") ha emendato la Sezione del Manuale 3860 "Strumenti finanziari - Descrizione e presentazione" ("CICA 3860") per fare in modo che determinate obbligazioni liquidabili con il patrimonio di un ente possano essere considerate come passività. Gli emendamenti richiedono all'Azienda di presentare i nostri titoli privilegiati e le obbligazioni subordinate come passività, ad eccezione del valore dei titoli attribuiti ai possessori di opzioni per il 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili in azioni di Classe A con diritto di voto subordinate, e di presentare i relativi costi d'immobilizzo come onere sull'utile netto. L'Azienda ha adottato tali nuove raccomandazioni con validità dal 1 gennaio 2005 su base retroattiva.

L'impatto di questa variazione nella politica contabile sullo stato patrimoniale consolidato al 31 dicembre 2004 è stato il seguente:

    
        Aumenti in altre attività                                   $      2
        ---------------------------------------------------------------------

        Diminuzioni in debiti tributari                             $      1
        Aumenti dei debiti a lungo termine                               216
        Diminuzioni dei vincoli d'interesse sulle obbligazioni            38
        Diminuzioni in partecipazioni di minoranza                        68
        ---------------------------------------------------------------------

        Diminuzioni in altro capitale versato                       $     75
        Aumenti in utili non distribuiti                                   2
        Diminuzioni in adeguamenti per conversione valutaria              34
        ---------------------------------------------------------------------

L'impatto di questa variazione nella politica contabile sul conto economico consolidato e sugli utili non distribuiti per il trimestre e l'anno concluso al 31 dicembre 2004 è stato il seguente:

    
                                                     Trimestre       Anno
                                                      concluso      concluso
                                                      al 31/12      al 31/12   
                                                       2004           2004
        ---------------------------------------------------------------------

        Aumento degli interessi passivi                  $      2   $     31
        Minori imposte sugli utili                              -        (11)
        Minori partecipazioni di minoranza                     (1)        (4)
        ---------------------------------------------------------------------
        Minore utile netto                                     (1)       (16)
        Minori oneri di finanziamento su titoli privilegiati
        e altro capitale versato                                1         16
        Minori utili da cambi valutari su
         Rimborsi di titoli privilegiati                        -        (18)
        ---------------------------------------------------------------------
        Diminuzione dell'utile netto disponibile per i 
         titolari di azioni di Classe A
        con diritto di voto subordinato e di Classe B    $      -   $    (18)
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------

        Riduzione degli utili per azioni di Classe A con
         Diritto di voto o di Classe B
          Base                                           $      -   $  (0,18)
          Diluito                                        $      -   $  (0,18)
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------

3. AVVIAMENTO E CESPITI DI LUNGA DURATA

Unitamente all'analisi dell'impairment annuale di avviamento dell'azienda, e in considerazione di altri indicatori d'impairment dei suoi cespiti di lunga durata in determinati stabilimenti, l'azienda ha registrato i seguenti oneri d'impairment:

    
                                     Trimestre concluso         Anno concluso
                                         al 31 dicembre        al 31 dicembre
                                    -------------------- --------------------
                                       2005       2004       2005       2004
        ---------------------------------------------------------------------

        (a) Impairment di cespiti 
             di lunga durata:
            Europa                 $     84   $     20   $     89   $     20
            Nord America                 21         16         21         16

        (b) Impairment di avviamento:
            Europa                       21          -         21          -
        ---------------------------------------------------------------------
                                   $    126   $     36   $    131   $     36
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------

(a) Impairment per cespiti di lunga durata

Europa

Durante il 2005, l'azienda ha registrato oneri d'impairment per cespiti di lunga durata per un ammontare di $89 milioni di dollari USA (63 milioni al netto delle imposte), in relazione ad alcuni stabilimenti: nel Regno Unito, in Belgio e in Germania; l'azienda ha identificato delle problematiche in alcuni stabilimenti di sistemi esterni, tra i quali: (i)perdite ricorrenti che si prevede continuino a seguito degli attuali livelli di vendita e limitati prospettive di crescita delle vendite in alcuni di questi stabilimenti; (ii)volumi produttivi incerti a lungo termine per il mercato del Regno Unito in generale; (iii) capacità di verniciatura eccessiva nel mercato europeo; e (iv)la risultante razionalizzazione degli stabilimenti di verniciatura e stampaggio. Di conseguenza è stato registrato un impairment dei cespiti di 80 milioni di dollari USA .

L'azienda ha anche identificato un impairment in uno stabilimento di sistemi di chiusura nella Repubblica Ceca. A causa di perdite ricorrenti che si prevede continuino a seguito degli attuali livelli di vendita e delle limitate prospettive di crescita delle vendite, è stato registrato un impairment dei cespiti di 8 milioni di dollari USA .

Durante il 2004, l'azienda ha identificato dei problemi in alcuni stabilimenti di sistemi esterni, comprese perdite ricorrenti che si prevede continuino per tutto il periodo di pianificazione aziendale, a seguito degli attuali livelli di vendita e delle limitate prospettive di crescita delle vendite di alcuni asset in questi stabilimenti.

Di conseguenza, è stato registrato un impairment dei cespiti di 20 milioni di dollari USA (15 milioni di dollari USA al netto delle partecipazioni di minoranza).

Nord America

Durante il 2005, l'azienda ha registrato un impairment negli asset pari a 21 milioni di dollari USA (14 milioni al netto delle imposte) relativo ad alcuni cespiti e stabilimenti.

L'azienda ha identificato delle problematiche riguardanti uno stabilimento di sistemi esterni in Canada, comprese delle perdite che si prevede dovranno essere sostenute durante tutto il periodo di pianificazione aziendale, come conseguenza di livelli di vendite attuali e previsti. Pertanto, è stato registrato un impairment pari a 12 milioni di dollari USA .

L'azienda ha anche identificato delle problematiche riguardanti stabilimenti powertrain negli Stati Uniti: (i) cessazione delle attività in uno stabilimento; e (ii) ripetute perdite che si prevede continueranno anche in futuro. Di conseguenza, sono stati registrati degli impairment nei confronti di alcuni asset in questi stabilimenti, pari a 9 milioni di dollari USA .

Durante il 2004, l'azienda ha registrato degli impairment negli asset pari a 16 milioni di dollari USA (7 milioni al netto delle imposte e delle partecipazioni di minoranza)relativi al proprio piano di cessare le attività produttive in uno stabilimento di sistemi esterni in Canada.

(b) Impairment di avviamento

Unitamente ai propri cicli di pianificazione delle attività, l'azienda ha completato la propria analisi d'impairment di avviamento. Come conseguenza di questa analisi, l'azienda ha registrato un impairment di avviamento di 21 milioni di dollari USA relativo alle unità di reporting dei propri sistemi esterni in Europa. Quest'onere d'impairment non ha beneficiato di facilitazioni fiscali.

4. ACQUISIZIONI

(a) Per l'anno concluso al 31 dicembre 2005

(i) Privatizzazioni

Nell'ottobre 2004, Magna ha annunciato la sua proposta di acquisire le proprie controllate precedentemente quotate in Borsa (le "Privatizzazioni"). Le privatizzazioni sono state terminate come segue durante il trimestre:

Tesma

Il 1 febbraio 2005, gli azionisti di Tesma International Inc.("Tesma") hanno approvato il piano di concordato, il quale è diventato effettivo a partire dal 6 febbraio 2005, ai sensi del quale Magna ha acquisto il 56% della partecipazione azionaria in circolazione di Tesma, che in precedenza non possedeva. Il prezzo d'acquisto totale pagato per le azioni circolanti di Classe A con diritto di voto subordinato non di proprietà dell'Azienda è stato di circa 613 milioni di dollari USA, interamente coperti dall'emissione di 6,7 milioni di azioni Magna di Classe A con diritto di voto subordinato (nota 6) e dal versamento di circa 103 milioni di dollari USA in contanti. Inoltre, Magna si è assunta la responsabilità delle opzioni azionarie esistenti di Tesma, comportando un aumento del prezzo di acquisto di circa 17 milioni, somma che rappresenta il fair value approssimativo delle opzioni azionarie assunte. Il fair value è stato registrato come eccedenze versate (nota 7). L'eccedenza sul prezzo di acquisto rispetto alla partecipazione aggiuntiva dell'Azienda, nel valore contabile degli asset acquisiti, e le nuove passività assunte, è stata di 270 milioni di dollari USA .

Decoma

Il 28 febbraio 2005, gli azionisti di Decoma International Inc.("Decoma") hanno approvato il piano di concordato, il quale è diventato effettivo a partire dal 6 marzo 2005, ai sensi del quale Magna ha acquisto il 27% della partecipazione azionaria in circolazione di Decoma, che in precedenza non possedeva. Il prezzo d'acquisto totale pagato per le azioni circolanti di Classe A con diritto di voto subordinato di Decoma, non di proprietà dell'Azienda, è stato di circa 239 milioni di dollari USA , coperto dall'emissione di 2,9 milioni di azioni Magna di Classe A con diritto di voto subordinato (nota 6) e dal versamento in contanti di circa 31 milioni di dollari USA. Inoltre, Magna si è assunta la responsabilità delle opzioni azionarie esistenti di Decoma, comportando un aumento del prezzo di acquisto di circa 2 milioni di dollari USA , somma che rappresenta il fair value approssimativo delle opzioni azionarie assunte. Il fair value è stato registrato come eccedenze versate (nota 7). L'eccedenza sul prezzo di acquisto rispetto alla partecipazione aggiuntiva dell'Azienda, nel valore contabile degli asset acquisiti, e le nuove passività assunte, è stata di 78 milioni di dollari USA .

Il piano di concordato di Decoma ha dato origine alla fusione tra Magna e Decoma. A seguito di questa fusione, la linea di credito triennale di Decoma in scadenza il 30 settembre 2007, e il 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili in scadenza al 31 marzo 2010, sono diventate una responsabilità diretta dell'Azienda.

Intier

Il 30 marzo 2005, gli azionisti di Intier Automotive Inc. ("Intier") hanno approvato il piano di concordato, il quale è diventato effettivo a partire dal 3 aprile 2005, ai sensi del quale Magna ha acquisto il 15% della partecipazione azionaria in circolazione di Intier, che in precedenza non possedeva. Il prezzo d'acquisto totale pagato per le azioni circolanti di Classe A con diritto di voto subordinato di Intier, precedentemente non di proprietà dell'Azienda, è stato di circa 202 milioni di dollari USA , coperto dall'emissione di 2,3 milioni di azioni Magna di Classe A con diritto di voto subordinato (nota 7) e dal versamento in contanti di circa 50 milioni di dollari USA . Inoltre, Magna si è assunta la responsabilità delle opzioni azionarie esistenti di Intier, comportando un aumento del prezzo di acquisto di circa 23 milioni di dollari USA , somma che rappresenta il fair value approssimativo delle opzioni azionarie assunte. Il fair value è stato registrato come eccedenze versate (nota 8). L'eccedenza sul prezzo di acquisto rispetto alla partecipazione aggiuntiva dell'Azienda, nel valore contabile degli asset acquisiti, e le nuove passività assunte, è stata di 87 milioni di dollari USA .

(ii) Altro

Durante l'anno, l'azienda ha anche completato l'acquisizione di una serie di piccoli stabilimenti produttivi. Il totale delle acquisizioni è ammontato approssimativamente a 21 milioni di dollari USA (al netto dei contanti acquisiti) versati in contanti e 12 milioni tramite finanziamento.

Gli stanziamenti del prezzo di acquisto di queste acquisizioni sono solo preliminari e dovranno essere effettuati degli adeguamenti quando si renderanno disponibili maggiori informazioni sulle valutazioni degli asset. A livello preliminare, per ogni stanziamento Tesma, Decoma e Intier è stato inserito un surplus del prezzo di vendita sul valore contabile degli asset acquisiti e le passività assunte sono state inserite come immobilizzazioni e beni immateriali.

(b) Per l'anno concluso al 31 dicembre 2004

Il 29 settembre 2004, l'azienda ha completato l'acquisizione delle attività produttive della controllata della DaimlerChrysler Corporation("DCC" ), la New Venture Gear, Inc. ("NVG"), un'azienda leader nel settore delle scatole di rinvio e in altri componenti di trasmissione.

Complessivamente, l'acquisizione è ammontata a 428 milioni di dollari USA , di cui 348 milioni versati in contanti (netto del contante acquisito di 3 milioni), mentre 80 milioni sono stati corrisposti con titoli a cedola zero pagabili a DCC, aventi valore nominale di 95 milioni di dollari USA e in scadenza a dicembre 2008.

L'effetto netto sul bilancio consolidato 2004 dell'azienda è stato un aumento delle attività e passività operative non in contanti pari a 55 milioni di dollari USA , immobilizzazioni pari a 241 milioni e avviamento di 132 milioni di dollari USA . Durante il 2005, l'equazione di acquisto per l'acquisizione di NVG è stata finalizzata conferendo un cambiamento netto al bilancio consolidato dell'azienda, ossia conferendo un aumento in attività e passività non in contanti pari a 14 milioni di dollari USA , una diminuzione delle immobilizzazioni pari a 17 milioni di dollari USA, un aumento in altri asset pari a 6 milioni di dollari USA e un aumento per imposte future pari a 1 milione di dollari USA , con una compensazione di avviamento di 4 milioni. L'avviamento è anche stato ridotto da 18 milioni di dollari USA in contanti per adeguamento del prezzo d'acquisto ricevuto nel corso dell'anno.

5. DEBITI A LUNGO TERMINE

Il 12 ottobre 2005, è stata sottoscritta una nuova agevolazione creditizia revolving di cinque anni, con scadenza il 12 ottobre 2010. Questa agevolazione creditizia ha una tranche per il Nord America di 1,57 miliardi di dollari USA , una tranche Europea(in euro) di 300 milioni e una tranche per l'Asia di 50 milioni di dollari USD. A marzo 2005 abbiamo rimborsato prestiti ancora in essere pari a 197 milioni di dollari canadesi appartenenti ad un debito a termine di Decoma, con la conseguente estinzione del debito.

Nel settembre 2004, l'azienda ha rimborsato tutti i titoli privilegiati di Serie A emessi per un ammontare di 165 milioni di dollari canadesi all'8,65% e 170 milioni di dollari americani di titoli privilegiati di Serie B all'8,875%, totalizzando un pagamento in contanti di 300 milioni di dollari USA.

Unitamente all'acquisizione di NVG, l'azienda ha emesso cinque serie di titoli a cedola zero non garantiti per un prezzo totale di emissione di 365 milioni di dollari canadesi (287 milioni alla data di emissione) e una somma complessiva a scadenza pari a 415 milioni di dollari canadesi. I titoli, che hanno varie date di scadenza fino a dicembre 2008, sono stati venduti in Canada tramite collocazione privata sottoscritta.

6. PIANI PREVIDENZIALI FUTURI PER I DIPENDENTI

L'Azienda ha registrato i seguenti piani previdenziali futuri per i dipendenti:

    
                                     Trimestre concluso       Anno concluso
                                         al 31 dicembre       al 31 dicembre
                                    -------------------- --------------------
                                       2005       2004       2005       2004
        ---------------------------------------------------------------------

        Piani pensionistici 
         definiti e altro          $      19   $    (15)  $     30   $     (1)
        Accordi per trattamenti di 
         cessazione e anzianità            6          4         17         17
        Piani di assistenza sanitaria
         dopo il pensionamento             2          2          9          8
        ---------------------------------------------------------------------
                                   $      27   $     (9)  $     56   $     24
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------

Per il trimestre e l'anno conclusi al 31 dicembre 2004, i piani previdenziali per i dipendenti sono stati registrati al netto di un utile per riduzione previdenziale di 29 milioni di dollari.

7. CAPITALE AZIONARIO

(a) Le variazioni apportate nelle azioni di Classe A con diritto di voto subordinato, relative al trimestre e all'anno conclusi al 31 dicembre 2005, sono illustrate nella tabella riportata qui di seguito (il numero delle azioni in questa tabella sono espressi in numeri interi):

    
                                                         Voto subordinato
                                                       ----------------------
                                                        Numero di    Valore
                                                       azioni      dichiarato
        ---------------------------------------------------------------------

        Emesse e in circolazione al 31 dicembre 2004   95.850.377   $  1.610
        Emesse alla privatizzazione di Tesma(i)         6.687.709        510
        Emesse alla privatizzazione di Decoma(i)        2.854.400        208
        Emesse per contanti ai sensi del piano
        di stock option per i dipendenti                 170.106         13
        Emesse ai sensi del piano di reinvestimento 
        dei dividendi                                      2.438          -
        Scambio di azioni vincolate Magna o di 
         Società controllate (i)                                -        (19)
        ---------------------------------------------------------------------
        Emesse e in circolazione al 31 marzo 2005     105.565.030      2.322
        Emesse alla privatizzazione di Intier(i)        2.332.748        152
        Emesse per contanti ai sensi del piano
         di stock option per i dipendenti                  80.486          6
        Emesse ai sensi del piano di reinvestimento 
        Dei dividendi                                       3.046          -
        Scambio di azioni vincolate Magna o di 
         Società controllate (i)                               -         (8)
        ---------------------------------------------------------------------
        Emesse e in circolazione al 30 giugno 2005    107.981.310      2.472
        Emesse per contanti ai sensi del piano
         di stock option per i dipendenti                  152.211          9
        Emesse ai sensi del piano di reinvestimento 
        Dei dividendi                                        4.468          1
        Riacquisto di azioni di Classe con 
        diritto di voto subordinato(i)                          -        (15)
        ---------------------------------------------------------------------
        Emesse e in circolazione al 30 settembre 2005  108.137.989      2.467
        Emesse per contanti ai sensi del piano
         di stock option per i dipendenti                  40.886          3
        Emesse ai sensi del piano di reinvestimento 
        Dei dividendi                                       5.520          -
        ---------------------------------------------------------------------
        Emesse e in circolazione al 31 dicembre 2005   108.184.395   $  2.470
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------

(i) Al 31 dicembre 2005, 878.281 (2004 - 124.976) azioni Magna di Classe A con diritto di voto subordinato, acquistate in contanti per un ammontare complessivo di 15 milioni di dollari USA (2004 - 4 milioni), sono state assegnate su base ristretta ad alcuni dirigenti.

Poiché queste azioni non sono state rilasciate agli executive, è stata registrata una riduzione nel valore dichiarato delle azioni di Classe A con diritto di voto subordinato dell'azienda.

(b) La seguente tabella presenta il numero massimo di azioni emissibili che sarebbero circolanti se tutti gli strumenti di diluzione in circolazione al 24 febbraio 2006 venissero esercitate o convertite:

    
            Azioni di Classe A con diritto di voto 
            subordinato e di Classe B                            109.301.880
            Obbligazioni subordinate(i                             1.096.582
            Stock option(ii)                                      4.576.537
            -----------------------------------------------------------------
                                                                 114.974.999
            -----------------------------------------------------------------
            -----------------------------------------------------------------

(i) Gli importi di cui sopra comprendono le azioni emettibili qualora i detentori del 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili esercitassero la loro opzione di conversone, ma escludono le azioni di Classe A con diritto di voto subordinato, emettibili esclusivamente a nostra discrezione per saldare gli interessi e il capitale relativo al 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili. Il numero di azioni di Classe A con diritto di voto subordinato emissibili a nostra discrezione dipende dal pezzo di scambio delle azioni di Classe A con diritto di voto subordinato al momento in cui decideremo di saldare con l'emissione di azioni, l'interesse e il capitale del 6,5% di obbligazioni subordinate convertibili.

Gli importi di cui sopra escludono inoltre le azioni di Classe A con diritto di voto subordinato, emettibili esclusivamente a nostra discrezione per saldare il 7,08% di obbligazioni subordinate al rimborso o alla scadenza. Il numero di azioni emettibili dipende dal prezzo d'acquisto delle azioni di Classe A con diritto di voto subordinato emettibili al rimborso o alla scadenza del 7,08% di obbligazioni subordinate.

(ii) Le opzioni di acquisto delle azioni di Classe A con diritto di voto subordinato sono esercitabili dai detentori in conformità con le disposizioni di conferimento della proprietà, e dietro pagamento del prezzo base che di volta in volta potrà essere determinato, nonché ai sensi del nostro Piano di stock option aziendale.

8. INDENNIZZI SU BASE AZIONARIA

(a) La tabella riportata qui di seguito è il prospetto di continuità delle opzioni in circolazione(i numeri delle opzioni riportati nella tabella qui di seguito sono espressi in numeri interi):

    
                                                          2005
                                           ----------------------------------
                                            Opzioni in circolazione
                                           ---------------------
                                                        Prezzo       Numero
                                            Numero    di eserciz.  di opzioni
                                            opzioni     in Cdn$     esercit.
            -----------------------------------------------------------------

            Inizio anno                    2.614.376    85,74    2.042.876
            Acquisite con la 
            privatizzazione                1.053.353    71,31      864.688
            Assegnate                         35.000    85,75            -
            Esercitate                      (170.106)   61,09     (170.106)
            Conferite                              -        -        9.291
            Annullate                              -        -            -
            -----------------------------------------------------------------
            Al 31 marzo                    3.532.623    82,62    2.746.749
            Acquisite con la 
            privatizzazione                1.377.067    54,11      973.668
            Esercitate                      (80.486)   53,67      (80.486)
            Conferite                              -        -       11.775
            Annullate                        (17.033)   84,60            -
            -----------------------------------------------------------------
            Al 30 giugno                    4.812.171    74,94    3.651.706
            Assegnate                               -        -            -
            Esercitate                      (152.211)   60,56     (152.211)
            Conferite                              -        -      281.020
            Annullate                         (4.506)   94,66       (1.163)
            -----------------------------------------------------------------
            Al 30 settembre                 4.655.454    75,39    3.779.352
            Esercitate                        (40.886)   61,20      (40.886)
            Conferite                              -        -      386.936
            Annullate                        (14.529)   95,05       (9.298)
            -----------------------------------------------------------------
            Al 31 dicembre                   4.600.039    75,46    4.116.104
            -----------------------------------------------------------------
            -----------------------------------------------------------------


                                                          2004
                                           ----------------------------------
                                            Opzioni in circolazione
                                           ---------------------
                                                      Prezzo       Numero
                                           Numero    di eserciz.  di opzioni
                                           opzioni     in Cdn$     esercit.
            -----------------------------------------------------------------

            Inizio anno                       3.046.450    82,31    1.991.950
            Acquisite con la privatizzazione          -        -            -
            Assegnate                            15.000   105,19            -
            Esercitate                        (117.600)   62,63     (117.600)
            Conferite                                 -        -       43,625
            Annullate                            (3.000)   97,47            -
            -----------------------------------------------------------------
            Al 31 marzo                       2.940.850    83,20    1.917.975

            Acquisite con la privatizzazione          -        -            -
            Esercitate                        (414.474)   71,43     (414.474)
            Conferite                             -        -            -
            Annullate                             -        -            -
            -----------------------------------------------------------------
            Al 30 giugno                      2.526.376    85,13    1.503.501
            Assegnate                           100.000   100,69            -
            Esercitate                                -        -            -
            Conferite                                 -        -       44.375
            Annullate                                 -        -            -
            -----------------------------------------------------------------
            Al 30 settembre                   2.626.376    85,72    1.547.876
            Esercitate                                -        -            -
            Conferite                                 -        -      507.000
            Annullate                           (12.000)   81,19     (12.000)
            -----------------------------------------------------------------
            Al 31 dicembre                    2.614.376    85,74    2.042.876
            -----------------------------------------------------------------
            -----------------------------------------------------------------

(i) Il prezzo di esercizio riportato sopra, rappresenta la media ponderata del prezzo di esercizio in dollari canadesi.

(b) Il fair value delle opzioni azionarie è stimato alla data di conferimento, utilizzando il modello di determinazione dei prezzi delle opzioni denominato Black Scholes. Le medie ponderate stimate utilizzate per la misurazione del fair value delle opzioni azionarie, il fair value medio ponderato delle opzioni conferite, modificato o stimato al momento della privatizzazione, e le spese di indennizzo registrate nelle spese generali SG&A sono le seguenti:

    
                                     Trimestre concluso         Anno concluso
                                         al 31 dicembre        al 31 dicembre
                                    -------------------- --------------------
                                       2005       2004       2005       2004
            -----------------------------------------------------------------

            Tasso d'interesse privo 
            di rischi                     -          -      3,24%      3,04%
            Rendimento previsto dividenti -          -      2,18%      1,70%
            Volatilità prevista           -          -        23%        32%
            Tempo previsto fino 
            all'esercizio                 -          -     2 anni    4 anni
            -----------------------------------------------------------------

          Media ponderata fair
         value delle opzioni
         assegnate o modificate
         nel periodo (Cdn$)         $      -   $      -   $  18,48   $  28,64
            -----------------------------------------------------------------

         Spese d'indennizzo
         registrate nelle spese 
         generali SG&A              $      2   $      1   $     15   $     15
            -----------------------------------------------------------------

In riferimento alla privatizzazione di Tesma, Decoma e Intier, i termini delle opzioni azionarie in circolazione Tesma, Decoma e Intier sono stati modificati, attraverso uno scambio di opzioni Tesma, Decoma e Intier con opzioni sostitutive Magna, oppure attraverso interventi di adeguamento con opzioni esistenti, cosicché i detentori di opzioni continuative Tesma, Decoma e Intier potessero avere diritto, al momento dell'esercizio di tali opzioni, a ricevere azioni Magna di Classe A con diritto di voto subordinato, al posto di azioni di Classe A con diritto di voto subordinato Tesma, Decoma o Intier.

Nei casi in cui le opzioni originali fossero state assegnate prima del 1 gennaio 2003 e non fossero state conferite alla data della privatizzazione, le modifiche sopraccitate genererebbero una spesa di compensazione marginale sul residuo periodo di conferimento.

Durante l'anno concluso al 31 dicembre 2004, i contratti di opzione con alcuni ex dipendenti dell'Azienda sono stati modificati, generando una spesa d'indennizzo una-tantum di 12 milioni di dollari USA . Questo onere rappresenta la spesa d'indennizzo restante misurata ma non riconosciuta relativa alle opzioni assegnate nel 2003, e il fair value alla data di modifica di tutte le opzioni assegnate prima del 1 gennaio 2003.

Se le norme di riconoscimento del fair value fossero state adottate a partire dal 1 gennaio 2002, per tutte le opzioni azionarie assegnate dopo il 1 gennaio 2002, l'utile netto pro forma dell'Azienda e gli utili di base e diluiti pro forma per le azioni di Classe A con diritto di voto subordinato o di Classe B Share sarebbero stati i seguenti:

    
                                     Trimestre concluso         Anno concluso
                                         al 31 dicembre        al 31 dicembre
                                    -------------------- --------------------
                                       2005       2004       2005       2004
            -----------------------------------------------------------------

         Utile netto pro forma     $     82   $    176   $    636   $    676

         Utili pro forma per
         azioni di Classe A con
         diritto di voto subordinato 
         o di Classe B
         Base                      $   0,75   $   1,81   $   5,96   $   6,99
         Diluiti                   $   0,75   $   1,80   $   5,87   $   6,95
         -----------------------------------------------------------------

(c) Al 31 dicembre 2005, la spesa d'indennizzo non ammortizzata relativa ai contratti azionari vincolati è stata di 43 milioni di dollari USA , ed è stata presentata come una riduzione del capitale sociale netto.

(d) Le eccedenze versate sono composte da spese d'indennizzo accumulate per opzioni azionarie, meno il valore di fair value delle opzioni alla data dell'assegnazione, che sono state esercitate e risuddivise sul capitale azionario, la spesa d'indennizzo accumulata per azioni vincolate, e il valore delle opzioni di conversione dei detentori. La tabella qui di seguito indica il prospetto di continuità delle eccedenze versate:

    
                                                             2005       2004
            -----------------------------------------------------------------

        Saldo, a inizio anno                             $     16   $      3
        Impatto delle transazioni di privatiz.(nota 6)         20          -
        Spesa d'indennizzo su base azionaria                    2         12
        Esercizio delle opzioni                                (5)        (1)
            -----------------------------------------------------------------
        Saldo, al 31 marzo                                     33         14
        Impatto delle transazioni di privatiz.(nota 6)         25          -
        Spesa d'indennizzo su base azionaria                    5          -
        Esercizio delle opzioni                                (2)         -
            -----------------------------------------------------------------
            Saldo, al 30 giugno                                61         14
            Spesa d'indennizzo su base azionaria                3          1
            Esercizio delle opzioni                            (3)         -
            -----------------------------------------------------------------
            Saldo al 30 settembre                             61         15
            Spesa d'indennizzo su base azionaria               2          1
            Esercizio delle opzioni                           (1)         -
            -----------------------------------------------------------------
            Saldo al 31 dicembre                              62         16
            Opzione di conversione dei detentori               3          -
            -----------------------------------------------------------------
                                                        $     65   $     16
            -----------------------------------------------------------------
            -----------------------------------------------------------------

9. IMPEGNI ASSUNTI E IMPREVISTI

A partire dal 30 agosto 2004, un fornitore a dichiarato di voler rescindere i propri obblighi di fornitura nei confronti della nostra azienda per quanto riguarda alcuni prodotti in acciaio ai prezzi concordati ai sensi di due contratti di fornitura. Successivamente il fornitore ha continuato la fornitura di acciaio ad un prezzo in fattura che rifletteva i prezzi correnti di mercato, in attesa della risoluzione della questione, e l'Azienda ha continuato ad effettuare i pagamenti dei prodotti in questione ai prezzi fissati nei due contratti. Il diritto del fornitore di rescindere i propri obblighi di fornitura ai sensi degli accordi precedentemente sottoscritti è contestato dall'Azienda tramite procedura arbitrale avviata durante il quarto trimestre 2004. L'udienza di arbitrato è prevista nell'autunno 2006. Se il fornitore vincerà in sede di arbitrato, la massima esposizione dell'azienda al 31 dicembre 2005 sarebbe inferiore a 85 milioni di dollari USA . Tuttavia, l'Azienda ritiene di avere validi argomenti di difesa e pertanto continuerà con determinazione ad opporsi alle richieste del fornitore.

10. INFORMAZIONI DI SEGMENTO

Magna è un'azienda fornitrice leader mondiale si sistemi automobilistici tecnologicamente avanzati, assemblati, moduli e componenti. Seguiamo una politica aziendale di decentralizzazione delle funzioni e delle attività operative. Svolgiamo le nostre attività attraverso delle divisioni, le quali operano come business unit autonome, nel rispetto delle politiche aziendali. Al 31 dicembre 2005, avevamo 224 divisioni produttive e 60 centri di sviluppo prodotto ed engineering dislocati in 22 paesi.

Progettiamo, sviluppiamo e produciamo sistemi per l'industria automobilistica, gruppi assemblati, moduli e componenti, e progettiamo ed assembliamo veicoli completi venduti ai costruttori di primo impianto (OEM) di automobili e veicoli commerciali leggeri in Nord America, Europa, Asia e Sud America. Le nostre capacità di prodotto includono le aree principali del settore automobilistico: interni, sedili, chiusure, sistemi carrozzerie in metallo, specchietti retrovisori esterni ed interni, sistemi di superfici vetrate artificiali; cruscotti, moduli terminali anteriori e posteriori, pannelli per carrozzerie in plastica, sistemi e componenti di rifinitura esterna, sistemi di guarnizione/sigillatura e condizionamento, componenti d'illuminazione; diversi tipi di motorizzazioni e componenti di trasmissione; processi completi di progettazione e assemblaggio dei veicoli.

Storicamente, abbiamo fornito questi prodotti e servizi attraverso gruppi di prodotti globali, tre dei quali Tesma, Decoma and Intier) erano precedentemente società quotate in borsa, nelle quali avevamo quote di controllo. Nell'aprile 2005, l'Azienda ha acquisito partecipazioni di capitali di aziende quotate in Borsa che prima non possedevamo (nota 4). Nelle attività di privatizzazione, Magna ha seguito quattro elementi fondamentali:

- miglioramento del posizionamento strategico;

- sfruttamento delle varie competenze aziendali;

- miglior allineamento del portafoglio prodotti dell'Azienda; e

- evitare la duplicazione d'investimenti e di costi di sviluppo.

Poco tempo dopo il completamento delle attività di privatizzazione, l'Azienda ha cominciato a riorganizzare le proprie attività operative per aeree geografiche, tra Nord America, Europa e resto del mondo. Di conseguenza la reportistica per segmento è stata riformulata per riflettere la nuova struttura aziendale.

Il successo di Magna è direttamente collegato ai livelli produttivi di autoveicoli e veicoli commerciali leggeri dei propri clienti in Nord America e in Europa (e attualmente, in misura minore nel resto del mondo). I volumi produttivi degli OEM in Nord America e in Europa possono essere influenzati da una serie di fattori geografici, comprese le situazioni economiche generali, tassi d'interesse, prezzi e disponibilità dei carburanti, infrastrutture, modifiche normative, problemi sulle emissioni ambientali e sulla sicurezza, manodopera e/o rapporti con i sindacati.

Date queste differenze tra le regioni nelle quali l'Azienda opera, le attività di Magna sono state segmentate su base geografica tra Nord America, Europa, e resto del mondo. Il ruolo delle Direzioni in Nord America e in Europa è di gestire gli interessi dell'Azienda per assicurare il coordinamento degli sforzi nelle diverse tipologie di prodotti. Oltre a mantenere i clienti chiave, i fornitori e i contatti con i governi nazionali dei vari mercati, la Direzione deve gestire centralmente gli aspetti chiave delle rispettive attività produttive, consentendo alle divisioni di avere sufficiente flessibilità attraverso strutture decentralizzate mirate a promuovere un ambiente imprenditoriale.

Coerentemente con le modifiche organizzative descritte sopra, la reportistica finanziaria interna dell'Azienda è stata rivista per consentire la separazione e la valutazione distinta delle prestazioni operative dei vari segmenti tra Nord America, Europa e resto del mondo, allo scopo di presentare un quadro completo alla Direzione a fini decisionali e valutativi, per l'assegnazione delle risorse, per le decisioni strategiche a lungo termine e per indirizzare la crescita futura e globale dell'Azienda. La reportistica Aziendale alla Direzione Esecutiva di Magna, al Consiglio di Amministrazione e agli azionisti è stata anch'essa rivista di conseguenza.

Le tabelle riportate qui di seguito indicano alcune informazioni sui vari segmenti:

    
                                             Trimestre concluso al
                                               31 dicembre 2005
                                  -------------------------------------------
                                                                      
                                    Vendite   Vendite                Immobil.
                                      totali    esterne     EBIT(i)     nette
        ---------------------------------------------------------------------

        Nord America 
          Canada                   $  1.719   $  1.647              $  1.078
          Stati Uniti                 1.394      1.339                 1.242
          Messico                       332        321                   337
          Eliminazioni                 (125)         -                     -
        ---------------------------------------------------------------------
                                      3.320      3.307   $    194      2.657
        Europa
          Eurolandia                  2.233      2.183                 1.128
          Gran Bretagna                 216        213                    66
          Altri paesi europei           137        101                    87
          Eliminazioni                 (53)         -                     -
        ---------------------------------------------------------------------
                                      2.533      2.497        (93)     1.281
        Resto del mondo                  57         50         (3)        83
        Corporate e altro               (56)         -         28        103
        ---------------------------------------------------------------------
        Totale segmenti riportabili $  5.854   $  5.854   $    126      4.124
        Attività correnti                                              6.603
        Investimenti, avviamento e
         Altre attività                                                1.594
        ---------------------------------------------------------------------
        Attività totali consolidate                                 $ 12.321
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------

    
                                              Trimestre concluso al
                                               31 dicembre 2004
                                  -------------------------------------------
    
                                    Vendite   Vendite                Immobil.
                                    totali    esterne     EBIT(i)     nette
                                 --------------------------------------------

        Nord America
          Canada                   $  1.532   $  1.473              $  1.025
          Stati Uniti                 1.292      1.235                 1.028
          Messico                       283        270                   320
          Eliminazioni                 (124)         -                     -
        ---------------------------------------------------------------------
                                      2.983      2.978   $    196      2.373
        Europa
          Eurolandia                  2.366      2.316                 1.257
          Gran Bretagna                 234        216                    92
          Altri paesi europei           142        107                   103
          Eliminazioni                  (66)         -                     -
        ---------------------------------------------------------------------
                                      2.676      2.639         29      1.452
        Resto del mondo                  40         36          3         61
        Corporate ed altro             (46)         -          26         81
        ---------------------------------------------------------------------
        Totale segmenti
         riportabili               $  5.653   $  5.653   $    254      3.967
        Attività correnti                                              6.281
        Investimenti,
         avviamento e altre
         attività                                                      1.367
        ---------------------------------------------------------------------
        Attività totali
         Consolidate                                                $ 11.615
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------





                                                  Fine anno
                                               31 dicembre 2005
                                  -------------------------------------------
                                    Vendite   Vendite                Immobil.
                                     totali    esterne     EBIT(i)     nette
                                 --------------------------------------------
        Nord America
          Canada                   $  6.513   $  6.215              $  1.078
          Stati Uniti                 5.714      5.468                 1.242
          Messico                     1.123      1.071                   337
          Eliminazioni                 (551)         -                     -
        ---------------------------------------------------------------------
                                     12.799     12.754   $    733      2.657
        Europa
          Eurolandia                  8.714      8.533                 1.128
          Gran Bretagna                 918        904                    66
          Altri paesi europei           580        442                    87
          Eliminazioni                 (190)         -                     -
        ---------------------------------------------------------------------
                                     10.022      9.879         82      1.281
        Resto del mondo                 209        178          2         83
        Corporate e altro              (219)         -        131        103
        ---------------------------------------------------------------------
        Totale segmenti
         riportabili               $ 22.811   $ 22.811   $    948      4.124
        Attività correnti                                              6.603
        Investimenti,
         avviamento e altre
         attività                                                      1.594
        ---------------------------------------------------------------------
        Attività totali
         Consolidate                                                 $ 12.321
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------


                                                  Fine anno
                                               31 dicembre 2004
                                  -------------------------------------------
                                    Vendite   Vendite                Immobil.
                                     totali    esterne     EBIT(i)     nette
                                 --------------------------------------------
        Nord America
          Canada                   $  5.860   $  5.604              $  1.025
          Stati Uniti                 4.426      4.165                 1.028
          Messico                       976        920                   320
          Eliminazioni                 (543)         -                     -
        ---------------------------------------------------------------------
                                     10.719     10.689   $    886      2.373
        Europa
          Eurolandia                  8.698      8.541                 1.257
          Gran Bretagna                 928        897                    92
          Altri paesi europei           514        384                   103
          Eliminazioni                 (207)         -                     -
        ---------------------------------------------------------------------
                                      9.933      9.822        176      1.452
        Resto del mondo                 162        142         10         61
        Corporate e altro              (161)         -         79         81
        ---------------------------------------------------------------------
        Totale segmenti
         riportabili               $ 20.653   $ 20.653   $  1.151      3.967
        Attività correnti                                              6.281
        Investimenti,
         avviamento e altre
         attività                                                      1.367
        ---------------------------------------------------------------------
        Attività totali
         Consolidate                                                $ 11.615
        ---------------------------------------------------------------------
        ---------------------------------------------------------------------

(i) EBIT rappresenta l'utile d'esercizio prima degli interessi attivi o passivi.

11. EVENTI SUCCESSIVI

Il 2 febbraio 2006 Magna ha acquisito CTS Fahrzeug-Dachsysteme GmbH,

Bietingheim-Bissingen ("CTS") per un prezzo di acquisto in contanti di circa 170 milioni di euro, oltre ai relativi debiti.

CTS è una delle aziende leader al mondo costruttrici di sistemi tetto per il settore automobilistico, ed ha sede in Germania. CTS costruisce soft top, hard top e tettucci modulari retraibili. Oltre a Porsche, i suoi clienti includono DaimlerChrysler, Ferrari, Peugeot e General Motors. CTS dispone di sei stabilimenti in Europa e due in Nord America.

12. DATI COMPARABILI

Alcuni dati sono stati riclassificati per adattarli all'attuale metodo di presentazione del periodo.

FONTE Magna International Inc.