MIT la migliore università del mondo, supera Cambridge e Harvard nel 2012/13 QS World University Rankings

11 Set, 2012, 00:01 BST Da QS Quacquarelli Symonds

LONDON, September 11, 2012 /PRNewswire/ --

 Le Top 700 università pubblicate su www.topuniversities.com

Cambridge ancora una volta ospita il numero uno al mondo universitario. Ma  ques'anno è il Massachusetts Institute of Technology (MIT), che si trova nel distretto Bostoniano chiamato Cambridge e non  l'inglese l'Università di Cambridge,  scesa al second posto, a ricevere la corona per la prima volta.
     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20120528/533559 )

MIT conquista il primo posto grazie all'impatto della ricerca che produce e per la proporzione tra docenti e studenti. La vicina Harvard University scivola al terzo posto, dopo aver conquistato la posizione più  alta ogni anno tra il 2004 e il 2009.

In Italia, questo rankings è una buona notizia per le università milanesi, come il Politecnico di Milano (244) e l'Università degli Studi di Milano (256 =) che guadagnano terreno su Università di Bologna (194) e la Sapienza - Università di Roma (216). Bologna rimane l'unica istituzione italiana nella top 200.

Nonostante le continue pressioni finanziarie, le istituzioni italiane continuano a produrre eccellenza nell'ambito della ricerca. Sei istituzioni figurano tra le prime duecento al mondo in questo indicatore, e 15 in totale hanno migliorato il  loro punteggio rispetto al 2011.

I risultati complessivi sono misti, anche se l'inclusione dell'Università degli Studi di Bari, aumentando la presenza italiana a 22 università, testimonia la forza del sistema

Un record di 72 paesi sono presenti nella top 700, a seguito di una rapida accelerazione della mobilità internazionale. Le prime 100 università in media contano quasi il 10% in più di studenti internazionali rispetto al 2011, il più grande aumento tra un anno e il successivo in nove anni di storia della classifica '.

Nessuna università italiana nelle top 200 università per l'indicatore della proporzione degli studenti internazionali rispetto al totale.  Attirare studenti internazionali sarà una delle sfide chiave per il future delle  università italiane se vorrano competere a livello globale.

Il responsabile della ricerca  di QS, Ben Sowter afferma: "L'accelerazione senza precedenti nel reclutamento internazionale riflette una crescente battaglia globale per i talenti. 120.000 studenti stranieri in più sono stati segnalati dalle migliori 500 università. Quest'anno, il totale globale supera i 4 milioni ".


FONTE QS Quacquarelli Symonds