Natsource conclude l'accordo per un pool di acquisizione di crediti di emissione con impegni per oltre 455 milioni di euro (550 milioni di dollari US)

19 Ott, 2005, 08:00 BST Da Natsource LLC

WASHINGTON, OTTAWA, LONDRA e TOKYO, October 19 /PRNewswire/ --

- Il meccanismo, il primo nato in seno al settore privato, rappresenta un mezzo economico ed efficace per le aziende per ottemperare ai propri obblighi di riduzione delle emissioni

- Natsource diventa il più importante gestore privato di attività legate all'emissione di gas serra

Natsource LLC, società di primo piano a livello mondiale per i servizi di gestione delle attività, le transazioni, la consulenza e la ricerca nei settori delle emissioni e delle energie rinnovabili, ha annunciato che la sua consociata interamente di proprietà Natsource Asset Management Corp. (NAMC) ha concluso l'accordo per la creazione di un pool di acquisizione di crediti di emissione di gas serra, il GG-CAP, con impegni per 455 milioni di euro (550 milioni di dollari US) da parte di 26 membri. Il GG-CAP è la prima iniziativa nata in seno al settore privato che ha come obbiettivo quello di fornire alle aziende un mezzo economico di soddisfare i propri obblighi di riduzione delle emissioni di gas serra previsti dal piano dell'Unione Europea per il commercio delle emissioni e dal protocollo di Kyoto.

"La conclusione dell'accordo del GG-CAP, primo pool di acquisizione di crediti del settore privato, è uno spartiacque nello sviluppo del mercato dei gas serra," ha dichiarato Jack Cogen, presidente di Natsource LLC. "La partecipazione di così tante prestigiose società di tutto il mondo dimostra l'attuabilità di questo approccio per il conseguimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni. Siamo orgogliosi della fiducia che queste importantissime aziende hanno dimostrato nei nostri confronti."

Le 26 aziende che partecipano al programma sono tra le principali realtà del settore dei prodotti di consumo, manifatturiero, energetico e dei servizi pubblici in Europa, Giappone e Nordamerica, e la loro capitalizzazione totale ammonta a oltre 300 miliardi di dollari US. Tra queste aziende figurano Chugoku Electric Power Co., Inc.; Cosmo Oil Co. Ltd.; Electricity Supply Board (Irlanda); Endesa Generacion; E.ON UK; EPCOR; Hokuriku Electric Power Company; Hokkaido Electric Power Co., Inc.; Iberdrola; Norsk Hydro ASA; Okinawa Electric Power Co., Inc.; Public Power Corporation S.A.; Repsol YPF; Sergey Brin; Suntory, Ltd.; e Tokyo Gas Co., Ltd.

Come funziona il GG-CAP

Il GG-CAP è un 'pool di acquisizione' che combina il potere di acquisto dei 26 membri al fine di acquisire e gestire la consegna di un notevole volume di strumenti di conformità creati dai meccanismi progettuali inclusi nel protocollo di Kyoto. Questi strumenti -- noti formalmente come riduzioni di emissioni certificate (CER, Certified Emission Reductions) derivanti da progetti basati su meccanismi di sviluppo pulito (CDM, Clean Development Mechanism), e unità di riduzione delle emissioni (ERU, Emission Reduction Units) derivanti da progetti di applicazione congiunta (JI, Joint Implementation) -- possono essere usati dai partecipanti per soddisfare i propri obblighi di riduzione delle emissioni imposti dal piano dell'Unione Europea per il commercio delle emissioni nel periodo 2005-2012 e da nazioni come Canada e Giappone nel tentativo di ottemperare a quanto previsto dal protocollo di Kyoto nel periodo 2008-2012. Secondo le stime di Natsource, in base alla proiezione delle attuali tendenze questi Paesi sfonderanno di circa 3,75 miliardi di tonnellate il tetto previsto dal protocollo di Kyoto in materia di riduzione delle emissioni nel periodo 2008-2012.

NAMC si impegna a identificare, valutare, acquistare e gestire la consegna di strumenti di riduzione che gli acquirenti possano usare per conseguire la conformità. Attraverso il GG-CAP, le società trarranno beneficio dall'aggregazione di una domanda di vasta scala per assicurarsi una conformità più economica. Esse godranno inoltre dell'abilità del GG-CAP di usare tecniche attive di gestione del rischio per proteggersi da eventuali consegne inferiori ai volumi previsti. Queste tecniche comprendono diversificazione, margini di riserva, contratti di gestione del rischio e prodotti assicurativi. Essi faciliteranno lo sviluppo di un portafoglio ad alto valore di strumenti di conformità che i partecipanti possano usare in seno alle loro strategie complessive di conseguimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni. Cosa importante, l'uso di questi strumenti di conformità va ad aggiungersi agli sforzi dei partecipanti per la riduzione delle emissioni nei propri Paesi.

Paul Vickers, già membro dell'iniziativa per il mercato delle emissioni di Transalta e amministratore delegato di NAMC, è il principale dirigente responsabile del GG-CAP. "Abbiamo sviluppato il GG-CAP nel corso degli ultimi due anni dando ascolto a molte società in cerca di un modo efficiente di accedere a progetti di riduzione delle emissioni in corso in varie parti del mondo," ha dichiarato Vickers. "Ora siamo impegnati attivamente nella ricerca e nella valutazione di progetti di riduzione che soddisfino i nostri requisiti di costo e di rischio, e sfrutteremo le nostre notevoli risorse per sviluppare un portafoglio diversificato di CER ed ERU di alta qualità su cui i nostri membri possano far leva per raggiungere gli obiettivi di riduzione."

Natsource Asset Management Delaware, società interamente di proprietà di Netsource LLC, è responsabile anche di una serie di conti gestiti creati per trarre vantaggio delle opportunità di investimento nei mercati nuovi ed esistenti di emissioni ed energie rinnovabili di tutto il mondo. Essi sono progettati per stimolare lo sviluppo di progetti di riduzione delle emissioni di gas serra e di sfruttamento delle energie rinnovabili e per offrire una maggiore redditività agli investitori. Tra questi investitori figura MSM Capital Partners LLC, un fondo 'mission oriented' che persegue opportunità di investimento nel settore ambientale.

Dichiarazioni dei membri del GG-CAP

Shigeo Shirakura, president, Chugoku Electric Power Co.: "Stiamo prendendo iniziative per far fronte al riscaldamento globale, compresa la promozione della costruzione di centrali nucleari a zero emissioni. La Chugoku fa parte del GG-CAP fin dai suoi inizi, e ha incrementato il suo impegno iniziale da 3 milioni di tonnellate a 6,6 milioni di tonnellate. Siamo convinti che la nostra partecipazione al GG-CAP contribuirà alla prevenzione del riscaldamento globale."

Naomasa Kondo, managing director, Cosmo Oil Co., Ltd.:"Siamo entrati a far parte del GG-CAP il 28 febbraio 2005 allo scopo di contribuire in modo efficace ed efficiente alla prevenzione del riscaldamento globale. Ci aspettiamo che questa iniziativa, man mano che continuerà nella sua notevole crescita, promuoverà in tempi brevi progetti CDM e JI."

Tony Cocker, managing director, Energy Wholesale, E.ON UK plc.: "Mi congratulo con Natsource per l'annuncio di aver siglato il GG-CAP e auguro ad essa ogni successo nella gestione del pool per tutta la sua durata. E.ON UK è orgogliosa di far parte di questa iniziativa, avendo riconosciuto da tempo che un meccanismo come questo, gestito dal personale di Natsource con la sua profonda conoscenza e comprensione di questo mercato in via di sviluppo, avrebbe rappresentato un'importante fonte di diversificazione per un portafoglio di contratti JI/CDM. Inoltre riteniamo che la prospettiva creata dal coinvolgimento di società sottoposte a pressioni locali, normative e commerciali così diverse sarà estremamente preziosa per la comprensione del mercato internazionale. Siamo ansiosi di lavorare con Natsource e gli altri membri negli anni a venire."

Dott. David Lewin, senior vice president of environment, EPCOR: "EPCOR è attiva a livello locale, nazionale e internazionale per ridurre le emissioni di gas serra e far fronte ai mutamenti climatici. Il nostro coinvolgimento nel GG-CAP fa parte di una strategia ecologica che risale al 1996. Essa ci ha portati a fare un ingresso tempestivo nel mercato dei crediti di emissione e ad operare per lo sviluppo di progetti imperniati su energie rinnovabili come vento, idroelettricità su piccola scala, biomassa e sole. EPCOR ha investito diversi milioni in tecnologie per l'aria pulita presso i suoi impianti di generazione energetica, così da rafforzare ulteriormente la resa ecologica delle sue prestazioni."

Iberdrola ha concluso un accordo per l'acquisto di due milioni di crediti attraverso il fondo emissioni GG-CAP, gestito da Natsource. La società ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Grazie a questo accordo, la nostra azienda di servizio pubblico si augura di riuscire a ottemperare ai suoi obblighi previsti dal protocollo di Kyoto ad un costo più basso rispetto ai valori di scambio che circolano attualmente sui mercati europei dell'anidride carbonica. L'accordo siglato con il GG-CAP è un'ulteriore dimostrazione dell'impegno di Iberdrola nei confronti dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile. Da questo punto di vista, la società è stata tra le primissime ad installare tecnologie di generazione dell'elettricità più pulite, in particolare attraverso un impegno in favore dell'idroelettricità che risale alla sua fondazione, oltre 100 anni fa."

Akira Sakuma, managing director e division manager, Electric Power Engineering Division, Okinawa Electric Power Co., Inc.: "La Okinawa Electric Power Company si batte contro il riscaldamento globale sulla base di una politica esaustiva. La nostra partecipazione al pool di acquisizione GG-CAP ha l'obbiettivo di utilizzare i meccanismi di Kyoto all'interno di una strategia complessiva di ottemperamento agli obblighi di riduzione delle emissioni previsti dal protocollo stesso. Il pool di acquisizione è stato rinsaldato dai nuovi investitori che sono entrati a farne parte nella fase di conclusione dell'accordo. Esso dovrebbe pertanto essere in grado di usare le proprie risorse per assicurarsi a un costo contenuto CER nel mercato della riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Ad Okinawa Electric siamo convinti che la nostra partecipazione al GG-CAP contribuirà alla prevenzione del riscaldamento globale."

Repsol: "Nel 2002, Repsol YPF ha manifestato il suo serio impegno in favore dell'uso dei meccanismi di flessibilità del protocollo di Kyoto, e specialmente dei meccanismi di sviluppo pulito, come metodo di conseguimento della riduzione delle emissioni di gas serra a livello globale. La società sta tenendo fede al suo impegno attraverso sforzi sia per le promozione, sia per la partecipazione in progetti CDM interni, come pure l'investimento in strumenti di riduzione delle emissioni nel mercato dei CDM. È in quest'ottica che Repsol YPF annuncia la sua partecipazione al pool di acquisizione di crediti di emissione Natsource, un veicolo attraverso il quale abbiamo investito nel potenziale di riduzione delle emissioni di efficienza energetica, energie rinnovabili, smaltimento dei rifiuti, conversione dei combustibili e altri progetti in Paesi in via di sviluppo. Questo investimento è una delle tante misure che la nostra società sta adottando per contribuire al conseguimento dei propri obblighi previsti dalla direttiva dell'Unione Europea sul commercio delle emissioni di gas serra in modo compatibile con le nostre politiche di promozione degli sforzi globali contro i mutamenti climatici."

Sergey Brin: "Come primo passo verso la riduzione del nostro impatto ambientale, Eric, Larry ed io ci siamo impegnati a ridurre le emissioni di anidride carbonica investendo nel pool di acquisizione di crediti di emissione Natsource."

Cenni su Natsource

Natsource LLC è una società di primo piano a livello mondiale per i servizi di gestione delle attività, le transazioni, la consulenza e la ricerca. Essa sfrutta la sua esperienza nei settori normativo, del mercato e delle transazioni di borsa per assistere aziende private di tutto il mondo nella gestione strategica del rischio ambientale, e per far rendere al massimo gli investimenti che traggono vantaggio da opportunità nei mercati delle emissioni e delle energie rinnovabili locali, regionali e globali. Natsource ha la sua sede centrale a New York e distaccamenti a Calgary, La Paz, Londra, Ottawa, Tokyo e Washington DC, e vanta così sia una portata globale, sia una prossimità con molti dei più importanti centri finanziari al mondo. Per maggiori informazioni su Natsource, vedere http://www.natsource.com .

Sito Internet: http://www.natsource.com

FONTE Natsource LLC