Nel rallentamento generale dell'economia, l'Italia diventa un'interessante destinazione per gli investimenti negli Stati Uniti

18 Gen, 2016, 17:02 GMT Da Italian Trade Agency

SAN FRANCISCO, January 18, 2016 /PRNewswire/ --

"L'Italia è aperta agli affari." Questo è il tema che i principali funzionari statali italiani stanno sottolineando nel corso della loro visita negli Stati Uniti a caccia di investimenti, che comprende incontri con società grandi e innovative quali Google, Apple, Tesla e SpaceX.

"L'Italia si trova ora nella posizione giusta per attirare investimenti stranieri diretti," ha dichiarato il vice ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda nel corso di un'intervista nel programma della CNN "Quest Means Business" la scorsa settimana. "Abbiamo un'industria solida e vibrante, stiamo conseguendo risultati ottimi nelle esportazioni mentre l'Estremo Oriente e i mercati emergenti sono in sofferenza, l'Italia ha tutte le caratteristiche per essere il posto giusto dove fare degli investimenti."

Sotto la guida del Primo Ministro Matteo Renzi, l'Italia ha introdotto molte riforme nello sforzo teso a eliminare la burocrazia con l'implementazione di misure che "per ambito e ambizione non hanno pari nel passato", secondo Calenda.

Per il roadshow "Investire in Italia", Calenda e il suo team incontreranno oltre 30 potenziali investitori solo a New York, tra cui quadri esecutivi di General Electric Avio, che ha in programma di investire circa 200 milioni di Euro in attività di ricerca e sviluppo in tre regioni italiane.

A San Francisco, la delegazione partecipa alla conferenza dal titolo "Sanità: l'Italia in movimento" in collaborazione con JP Morgan Stanley, un simposio dedicato al campo della biologia e delle scienze naturali.
"Per oltre 30 anni l'Italia è stata la secondo maggiore economia manifatturiera in Europa, dopo la Germania," ha dichiarato Riccardo Monti, Presidente dell'Agenzia Italiana per il Commercio, che è diventata fornitrice di soluzioni complete e l'interfaccia chiave per gli investitori stranieri. "Investire in Italia significa avere un accesso strategico a 500 milioni di consumatori nell'Unione Europea, 270 milioni nell'Africa settentrionale e nel Medio Oriente, oltre a know-how specifico per le esportazioni in settori leader quali quelli dei macchinari e dell'automazione, della moda, del design e dell'alimentazione.

Il tour per gli investimenti coincide con una campagna di sensibilizzazione dell'opinione pubblica "Extraordinary Italian Taste" (Lo straordinario gusto italiano) negli Stati Uniti del valore di 60 milioni di Euro per promuovere cibi italiani "autentici", alla luce di un aumento dei prodotti alimentari stranieri che "sembrano italiani" del 180%.
L'Italia è la terza maggiore economia dell'Eurozona e l'ottava maggiore nel mondo con un PIL di oltre 2,1 miliardi di miliardi di dollari, maggiore di quello Indiano o Russo.

 

FONTE Italian Trade Agency