No ai sussidi tedeschi o europei alla lignite serba!

07 Ott, 2011, 05:36 BST Da klima-allianz deutschland

BERLINO, October 7, 2011 /PRNewswire/ --

- Comunicato stampa della ONG ambientalista Urgewald e dell'Alleanza tedesca per il clima

L'ex direttore della miniera di carbone di Kolubara, Dragan Tomic, è stato arrestato insieme ad altri 16 sospettati con l'accusa di aver frodato 12 milioni di Euro / La rete delle ONG fa appello al governo tedesco affinché interrompa i finanziamenti alla miniera di lignite serba di Kolubara

Il 4 ottobre 2011 l'ex direttore della miniera di carbone di Kolubara, Dragan Tomic, è stato arrestato insieme ad altri 16 sospettati con l'accusa aver frodato 12 milioni di Euro. Ecco la storia dietro a questo recentissimo scandalo: la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) e la banca tedesca KfW, controllata dallo stato, desiderano fornire aiuto alla miniera di carbone di Kolubara con un finanziamento pari a oltre 140 milioni di Euro. La BERS aveva già effettuato un bonifico di 80 milioni di Euro quest'estate. La KfW deciderà nelle prossime settimane se erogare un finanziamento di almeno 60 milioni di Euro al suo partner serbo, la Società elettrica serba (EPS).

Urgewald e Alleanza tedesca per il clima fanno ora appello al governo tedesco affinché metta immediatamente fine sia ai finanziamenti tedeschi che a quelli europei a favore della miniera di lignite serba.

"Qualsiasi sussidio a favore della lignite rafforza la dipendenza della Serbia dal carbone e va a sostegno della Società elettrica serba (EPS), una società monopolistica controllata dallo stato", afferma Regine Richter, membro di Urgewald. "La combustione della lignite è il metodo di produzione energetica più dannoso per il clima. È già uno scandalo di per sé che una banca controllata dallo Stato come la KfW, che è legalmente vincolata a sostenere piani di protezione ambientale, investa nelle miniere di carbone serbe."

La KfW e la BERS hanno annunciato che i sussidi sono volti a migliorare l'efficienza delle miniere e degli impianti serbi.

"Questo tentativo di ecologizzare la lignite non funziona", dichiara Mona Bricke, esperta di energia dell'Alleanza tedesca per il clima. "In un momento in cui l'UE e la Germania promuovono le energie rinnovabili e persino i fornitori come Vattenfall considerano l'allontanamento dalla lignite sia per motivi ambientali che economici, la KfW e la BERS non dovrebbero contrastare questi sforzi. Finanziare le miniere di carbone serbe equivale a bruciare direttamente il denaro dei contribuenti."

Per ulteriori informazioni, visitare http://www.klima-allianz.de

Contatto stampa:

Regine Richter, Urgewald, +49-170-2930725
Mona Bricke, Alleanza tedesca per il clima, +49-176-21668247


FONTE klima-allianz deutschland