Nuovi dati clinici sul farmaco antitumorale orale REVLIMID presentati in occasione di due importanti raduni medici internazionali indicano il mutare dei paradigmi di trattamento di malati di mieloma multiplo di tutte le età e stadi

07 Giu, 2007, 09:00 BST Da European Myeloma Platform

VIENNA, Austria, June 7 /PRNewswire/ --

La Piattaforma Europea per il Mieloma (EMP) ha accolto favorevolmente la nuova ricerca presentata questa settimana al raduno di Chicago dell'associazione americana dell'oncologia clinica (ASCO) su uno studio di fase III condotto dal gruppo oncologico cooperativo (ECOG 4A03) a dimostrazione dei benefici clinici del REVLIMID con dosaggi ridotti dello steroide desametasone. Ulteriori dati di valutazione di REVLIMID sia in pazienti di recente diagnosi sia in quelli in cui il mieloma multiplo è di tipo recidivo/refrattario verranno presentati nel corso di questa settimana al raduno dell'Associazione Europea di Ematologia in programma a Vienna, in Austria.

Per discutere quanto emerso da questi dati, i più importanti ricercatori statunitensi ed europei che si occupano di mieloma hanno partecipato a un forum organizzato dalla Fondazione Internazionale del Mieloma (IMF) durante il quale si sono occupati di ulteriori studi medici per la valutazione di nuove terapie orali e combinazioni di terapie, senza che vengano prima offerti trapianti di cellule staminali che sono attualmente lo standard di cura nei pazienti cui viene diagnosticato il mieloma multiplo.

"L'EMP è entusiasta del possibile impatto che una terapia antitumorale orale come REVLIMID potrebbe avere sul trattamento di pazienti affetti da mieloma multiplo," ha affermato il dott. Rolf Pelzing, vicedirettore dell'EMP. "Stiamo lavorando con l'AEM per contribuire a rendere questa terapia disponibile il prima possibile ai pazienti di tutta Europa, così che i pazienti affetti da mieloma multiplo possano beneficiare di questo promettente nuovo trattamento."

Le risultanze iniziali dello studio dell'ECOG sono state rese note all'inizio di aprile, quando il trial è stato chiuso anzitempo in quanto i ricercatori avevano concluso che, al termine del primo anno, i pazienti che avevano ricevuto REVLIMID con desametasone a basso dosaggio avevano un tasso di sopravvivenza del 96 per cento contro l'87 per cento di coloro che avevano ricevuto REVLIMID insieme allo steroide desametasone nel tradizionale alto dosaggio.

Al raduno dell'Associazione Europea di Ematologia di questa settimana i dati saranno presentati insieme a quelli di un altro regime di trattamento orale di valutazione del REVLIMID in combinazione con melfalan e prednisone in pazienti anziani cui è stato diagnosticato il mieloma multiplo. L'attuale standard di cura nei malati anziani affetti di mieloma è denominato MPT, o melfalan-prednisone-talidomide, e i ricercatori discuteranno i benefici dell'uso di REVLIMID anche in questo gruppo di pazienti.

Il mieloma multiplo è una rara forma di cancro delle cellule plasmatiche. Esso è la seconda forma più comune di cancro del sangue e affligge in ogni dato momento oltre 80 mila persone in Europa e la cifra stimata di 750 mila persone a livello mondiale. Non esiste cura per il mieloma, ma la durata della sopravvivenza e la qualità della vita stanno migliorando in modo significativo. I leader dell'innovazione ritengono che le nuove terapie antitumorali orali possano consentire ai fornitori di assistenza medica gli strumenti necessari a fare del mieloma multiplo una patologia cronica da tenere sotto controllo.

La combinazione di REVLIMID/desametasone è approvata per l'uso negli Stati Uniti dall'organismo di controllo degli alimenti e dei farmaci (FDA) per i pazienti che hanno già ricevuto almeno una terapia, e un iter di approvazione analogo è in corso presso l'agenzia europea dei medicinali (AEM). La Piattaforma Europea per il Mieloma ha partecipato a diverse riunioni con l'AEM in rappresentanza degli interessi dei pazienti affetti da mieloma, e sta lavorando con l'agenzia per l'esame di documenti riguardanti i pazienti nel contesto di domande di autorizzazione e rinnovo della messa in commercio per i farmaci.

L'EMP è un'organizzazione europea che rappresenta i gruppi di supporto dei malati affetti da mieloma. Fedele al suo principio ispiratore, "malati per i malati", l'EMP è l'unica organizzazione paneuropea di pazienti affetti da mieloma gestita dai malati e dai famigliari di altri malati.

    
    Per maggiori informazioni, rivolgersi a:
    Dott. Rolf Pelzing
    +49-2151-305170
    rolf.pelzing@t-online.de

FONTE European Myeloma Platform