Pronto a partire il motore Scuderi

02 Lug, 2009, 08:00 BST Da The Scuderi Group

WEST SPRINGFIELD, Massachusetts, July 2 /PRNewswire/ --

- Realizzata dopo gli ultimi test di laboratorio la rivoluzionaria combustione dopo il punto morto superiore

Il motore Scuderi ha superato la scorsa settimana un'altra importante tappa del suo sviluppo: quando i progettisti hanno messo per la prima volta in funzione il motore a ripartizione del ciclo, il rivoluzionario concetto della combustione dopo il punto morto superiore è diventato realtà.

    
    (Foto: http://www.newscom.com/cgi-bin/prnh/NE39732-a)
    (Logo: http://www.newscom.com/cgi-bin/prnh/NE39732LOGO-b) 

(Per ascoltare il podcast sul motore Scuderi a benzina, visitare il sito www.ScuderiEngine.com)

I progettisti del laboratorio indipendente che hanno realizzato il motore proseguiranno intanto nelle prossime settimane le attività di collaudo e messa a punto che permetteranno di raggiungere i massimi livelli di efficienza. Schemi del motore, dati dei test e altri parametri prestazionali saranno resi disponibili all'industria dell'auto internazionale previa stipula di accordi di riservatezza.

Il prototipo di motore a benzina ad aspirazione diretta da 1 litro di cilindrata produce potenzialmente l'80% di tossine in meno rispetto a un tipico motore a combustione interna. Una volta terminata la completa messa a punto delle versioni turbocompressa e ibrida, il motore permetterà di ottenere notevoli risparmi in termini di consumi: si tratta del più significativo passo avanti dall'invenzione del ciclo Otto, oltre 130 anni fa. Il motore Scuderi originale è stato progettato e inventato da Carmelo Scuderi (1925-2002).

La tecnologia Scuderi a ripartizione del ciclo è interessante in quanto mette a disposizione delle case automobilistiche una soluzione immediata per conformarsi alle nuove e più severe norme per la limitazione delle emissioni e dei consumi in corso di adozione in tutto il mondo, senza dover effettuare investimenti ingenti per modificare gli attuali processi produttivi. Il Gruppo Scuderi prevede ulteriori progressi della tecnologia quando il mondo della progettazione comincerà a lavorare sul ritrovato, apportando modifiche che presumibilmente ne aumenteranno ancora di più le prestazioni in termini di efficienza.

"Questa fase segna un'altra tappa importante per il nostro motore e per lo straordinario gruppo di tecnici che ha lavorato al suo sviluppo", ha dichiarato Sal Scuderi, presidente del Gruppo Scuderi. "È entusiasmante poter condividere questa autentica svolta con quanti ne seguono lo sviluppo dimostrando enorme interesse, fin da quando il concetto e il progetto sono stati presentati per la prima volta più di tre anni fa. Adesso che siamo arrivati a questo punto importante, vorremmo esortare le case automobilistiche ad approfittare dell'opportunità offerta dal motore Scuderi di produrre motori a ridotto consumo di carburante".

Si tratta di un motore a ripartizione del ciclo che suddivide i quattro tempi di un ciclo di combustione standard tra due cilindri accoppiati, uno dei quali effettua le fasi di aspirazione e compressione e l'altro quelle di espansione e scarico. Grazie alla combustione dopo il punto morto superiore, produce un processo di combustione pulito e a rendimento elevato con un cilindro e aria compressa nell'altro. A differenza dei motori convenzionali in cui un unico ciclo di combustione richiede due giri dell'albero motore, nel motore Scuderi ne basta uno solo. Oltre alla maggiore efficienza e alle ridotte emissioni, gli studi dimostrano che il motore Scuderi è in grado di erogare una coppia maggiore di quella dei motori a benzina e diesel convenzionali.

Ora che il motore Scuderi ad aspirazione diretta è pronto a partire, il Gruppo e il suo laboratorio indipendente continuano a lavorare sui prossimi prototipi. Il completamento del motore Scuderi turbocompresso e dello Scuderi Ibrido è previsto nel 2010.

Informazioni sul Gruppo Scuderi

Il Gruppo Scuderi, con sede centrale a West Springfield, Mass. (USA), e una succursale a Francoforte (Germania), è una società di ricerca e sviluppo che punta a diffondere la propria tecnologia attraverso attività di R&D e di concessione di licenze. Si prevede che, una volta pienamente messa a punto, la rivoluzionaria tecnologia alla base del motore Scuderi rappresenterà il più importante passo avanti nell'efficienza del motore a scoppio da oltre 130 anni a questa parte. Il Gruppo Scuderi ha al suo attivo un portafoglio composto da più di 200 brevetti, di cui 72 rilasciati in oltre 50 paesi del mondo. Per maggiori informazioni, telefonare al numero +1-413-439-0343 o visitare il sito www.ScuderiEngine.com.

FONTE The Scuderi Group