Scuderi Group annuncia la pubblicazione di una richiesta di brevetto e di documenti tecnici sul ciclo Miller

02 Apr , 2012, 11:16 BST Da Scuderi Group

WEST SPRINGFIELD, Massachusetts, April 2, 2012 /PRNewswire/ --


Nuovi vantaggi del ciclo Miller applicato al motore a ripartizione del ciclo SCUDERI™

 

Scuderi Group, un'azienda attiva nello sviluppo di motori, ha annunciato oggi la pubblicazione simultanea da parte di United States Patent and Trademark Office (USPTO) e di World Intellectual Property Organization (WIPO) della sua richiesta di brevetto principale relativa all'utilizzo del ciclo Miller applicato al motore a ripartizione del ciclo. Alla richiesta di brevetto, il cui titolo è "Turbocharged Downsized Compression Cylinder For A Split-Cycle Engine" (Cilindro di compressione di dimensioni ridotte turbocompresso per un motore a ripartizione del ciclo), è stato assegnato il numero di pubblicazione USPTO US-2012-007351 e il numero di pubblicazione WIPO WO-2012/040431. La versione integrale della pubblicazione WIPO può essere consultata nella sezione "Richieste di Brevetto Internazionali" del sito Web di Scuderi Group all'indirizzo http://www.scuderiengine.com/assets/Uploads/WO2012040431-A1.pdf.

[Un podcast audio in cui vengono descritte queste notizie è disponibile all'indirizzo http://www.ScuderiEngine.com/millerpatent].

Postare questo tweet: #Ciclo Miller applicato al motore Scuderi per una maggiore efficienza del carburante. Per maggiori informazioni visitare http://bit.ly/H0xsJr

La richiesta di brevetto è correlata a un motore a ripartizione del ciclo turbocompresso che divide le quattro fasi di un motore a ciclo Otto tradizionale su due cilindri accoppiati. Un cilindro, definito "compressore", effettua le fasi di aspirazione e compressione mentre l'altro cilindro, detto espansore, esegue le fasi di espansione e di scarico. Il cilindro compressore e il cilindro espansore sono collegati mediante una porta di raccordo appositamente progettata che consente di effettuare il trasferimento di gas compresso. A differenza di un motore tradizionale in cui le quattro fasi richiedono due rotazioni, in un motore a ripartizione del ciclo ciascuna delle quattro fasi viene completata in un'unica rotazione dell'albero motore. Il motore a ripartizione del ciclo richiede lo stesso numero di cilindri di un motore tradizionale, ma i cilindri compressore ed espansore devono essere accoppiati allo stesso modo.

Il ciclo Miller applicato a qualsiasi motore a combustione interna alternativo, indipendentemente dal fatto che sia a ripartizione del ciclo o tradizionale, richiede che il motore sia configurato in modo da consentire al gas di espandersi maggiormente durante la fase di espansione rispetto a quanto si comprima nella fase di compressione. Si verificherà di conseguenza, una sovraespansione del gas nella fase di espansione, determinando un incremento significativo dell'efficienza. In un motore tradizionale il ciclo Miller in genere viene applicato all'inizio o alla fine della fase di chiusura della valvola di aspirazione, compromettendo l'efficienza volumetrica e aumentando le perdite di pompaggio nelle valvole di aspirazione. Questi effetti negativi sono assenti in un motore a ripartizione del ciclo, come il motore SCUDERI™ a ripartizione del ciclo, dove il ciclo Miller può essere applicato riducendo fisicamente la cilindrata del compressore rispetto alla cilindrata dell'espansore.

"L'applicazione del ciclo Miller al motore a ripartizione Scuderi è interessante perché offre a un motore a ripartizione del ciclo un vantaggio notevole in termini di funzionamento rispetto a un motore tradizionale", ha affermato Stephen Scuderi, vice presidente e legale responsabile dei brevetti per Scuderi Group. "In questa configurazione il cilindro compressore può essere sempre eseguito a un'efficienza volumetrica massima o quasi massima indipendentemente da quanto venga ridotto rispetto al cilindro espansore e il raggiungimento dell'efficienza volumetrica massima consente di tenere a livelli minimi le perdite di pompaggio nelle valvole di ingresso".

Un documento tecnico incentrato sull'applicazione del ciclo Miller alla tecnologia a ripartizione del ciclo verrà presentato in occasione dell'edizione del 2012 del Congresso mondiale della Society of Automotive Engineers (SAE), che si terrà nei giorni 24-26 aprile a Detroit. Il titolo del documento è "Miller Cycle Application to the Scuderi Split Cycle Engine (by Downsizing the Compressor Cylinder)" (Applicazione del ciclo Miller al motore a ripartizione Scuderi attraverso la riduzione delle dimensioni del cilindro compressore, numero di documento SAE 2012-01-0419). Il documento può essere scaricato all'indirizzo http//papers.sae.org/2012-01-0419.

Al Congresso mondiale della SAE del 2012 verrà inoltre presentato un documento dal titolo "Scuderi Split Cycle Engine: Air Hybrid Vehicle Powertrain Simulation Study" (Motore a ripartizione Scuderi: uno studio sulla simulazione del gruppo propulsore dei veicoli ibrido-aria, numero di documento SAE 2012-01-1013), scaricabile all'indirizzo http://papers.sae.org/2012-01-1013. Il documento descrive i risultati e la metodologia completa di uno studio di Scuderi Group di recente pubblicazione su una simulazione esaustiva effettuata al computer dove vengono descritte le previsioni prestazionali di un veicolo con motore Scuderi modellato al computer.

Il veicolo con motore Scuderi rappresentava un tipico veicolo europeo "a basso consumo" alimentato da un motore a ripartizione del ciclo Scuderi, turbocompresso, aria-ibrido, con applicazione del ciclo Miller. I dati proiettati mostravano che il veicolo con motore Scuderi era in grado di produrre un rendimento potenziale di 65 miglia per gallone statunitense (77 miglia per gallone britannico o 3,7 litri per 100 km). Inoltre, in base alle previsioni il veicolo con motore Scuderi avrebbe emesso solo 81,6 g/km di CO2, un valore notevolmente inferiore rispetto all'obiettivo di 120 g/km di CO2 attualmente stabilito dall'Unione europea.

Nello studio venivano inoltre confrontate le prestazioni previste del veicolo con motore rispetto a un gruppo rappresentativo dei veicoli europei a basso consumo più venduti. I risultati hanno dimostrato che il veicolo con motore Scuderi era del 25% più efficiente rispetto alla media del gruppo di veicoli europei e del 13% più efficiente rispetto al miglior veicolo del gruppo.

Oltre ai documenti tecnici, durante il Congresso mondiale della SAE che si terrà nei giorni 24-26 aprile 2012 a Detroit, nel Michigan, Scuderi Group illustrerà anche le funzionalità di stoccaggio dell'energia del motore. Ulteriori informazioni sono disponibili nella pagina http://www.ScuderiEngine.com/how-the-scuderi-engine-can-store-energy.

Informazioni su Scuderi Group

Scuderi Group, LLC, azienda attiva nello sviluppo di motori, ha precorso i tempi con la progettazione del motore a combustione interna che utilizza la tecnologia proprietaria del motore a ripartizione del ciclo. La tecnologia del motore a ripartizione può aumentare l'efficienza del carburante e di ridurre le emissioni ben oltre rispetto ai risultati raggiunti dai motori tradizionali attuali. Inoltre, il motore SCUDERI™ fornisce la producibilità e la densità di potenza richieste dalle principali aziende di produzione dei motori a livello mondiale.

Scuderi Group ha sede a West Springfield, nel Massachusetts, ed è presente all'estero con uffici a Francoforte (Germania) e a Nagoya (Giappone). Il portafoglio dei brevetti dell'azienda comprende oltre 500 richieste di brevetto inoltrate e oltre 200 brevetti ottenuti in tutto il mondo.

Contatti per i media:


North America

Carol Hanko
Lois Paul and Partners
512-638-5302
carol_hanko@lpp.com


Bill Wrinn
Scuderi Group
+1-413-439-0343
bill@scuderigroup.com

Germania
Hana Bursik
Content Company
+49-611-450-3817
h.bursik@contentcom.de

 

Francia
Angela Hepburn
Be-SR SARL.
+33-6-84-81-51-56
angieh@beseenandread.com

FONTE Scuderi Group