Settimana mondiale dell'allergia 2015

17 Apr , 2015, 10:46 BST Da EAACI

ZURIGO, April 17, 2015 /PRNewswire/ --

Allergia: un peso tutti gli europei in continuo aumento    

Oltre un miliardo di persone al mondo soffre di allergie. L'epidemia ha continuato ad diffondersi negli ultimi 60 anni e si prevede che le malattie legate alle allergie arriveranno a interessare la maggioranza della popolazione, raggiungendo i 4 miliardi di persone colpite nel 2050, ponendo la società di fronte ad impatti estremamente rilevanti sul piano macroeconomico, a seguito dei costi diretti e indiretti legati alle cure mediche, alla mancata produttività e all'assenteismo delle persone colpite. Oggi, oltre 150 milioni di europei soffrono di allergie croniche e le previsioni attuali sono che entro il 2025 ne sarà interessata metà dell'intera popolazione dell'Unione europea.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20140918/706300 )

Quasi il 20% dei pazienti affetti da allergie soffre di una patologia gravemente debilitante, convivendo quotidianamente con la paura di un potenziale attacco d'asma o addirittura di un possibile decesso a seguito di una reazione allergica grave, come uno shock anafilattico. I costi indiretti evitabili derivanti dai mancati trattamenti delle allergie nell'Unione europea si stima che si aggirino tra i 55 e i 151 miliardi di euro all'anno.

Nel giugno 2014, l'EAACI ha lanciato una campagna continua di sensibilizzazione sulle allergie a livello europeo intitolata "Beware of Allergy" ("Attenti alle allergie"), suddivisa in varie fasi, ciascuna delle quali si concentra su un'allergia: asma (autunno 2014), allergie alimentari e anafilassi (inverno 2015), rinite allergica e immunoterapia allergene-specifica (primavera 2015).

Sempre nel giugno 2014, l'EAACI ha lanciato l'Atlante globale delle allergie, redatto da 183 scienziati di rilievo di tutto il mondo e attualmente in corso di traduzione in diverse lingue, tra cui cinese e spagnolo.

Nel 2015, EAACI ha pubblicato l'European Advocacy Manifesto, il quale propone una serie di raccomandazioni basate su dati reali per affrontare l'impatto delle allergie in Europa, favorire la ricerca sulle allergie e aiutare a rafforzare l'allergologia come specializzazione medica.

Come ulteriore passo verso il riconoscimento politico dell'impatto delle allergie, il 25 marzo 2015 si è svolto il primo incontro del Gruppo d'interesse sull'allergia e l'asma del Parlamento europeo. Sotto la guida dall'eurodeputata Sirpa Pietikäinen (Finlandia), il Gruppo d'interesse sull'allergia e l'asma punta a fornire una risposta politica più chiara per affrontare le allergie e l'asma a livello di Unione europea.

EAACI ha inoltre sviluppato una task force economico-sanitaria per affrontare specificamente i problemi relativi all'efficienza, all'efficacia e al valore degli interventi nella gestione delle allergie.

Comunicato stampa completo: https://hkstrategies.egnyte.com/fl/ttqvRE6KjQ

Per maggiori informazioni:  

Claudie Lacharite - Responsabile comunicazioni EAACI claudie.lacharite@eaaci.org

Riferimenti

  1. Atlante globale delle allergie
  2. EAACI Advocacy Manifesto
  3. http://www.bewareofallergy.it/
  4. http://www.eaaci.org

FONTE EAACI