Shimon Peres, 9° presidente israeliano, e il dott. Mike Evans hanno incontrato Sua Santità Papa Francesco, e hanno colto l'occasione per ringraziarlo dell'amicizia e del sostegno espresso al popolo ebraico e allo stato di Israele

22 Giu, 2016, 11:42 BST Da Friends of Zion

ROMA, June 22, 2016 /PRNewswire/ --

Peres ha affermato "Nulla è più grande dell'amicizia tra gli uomini".   

Sua Santità Papa Francesco, Shimon Peres, 9° presidente dello stato di Israele e presidente dell'International Board of the Friends of Zion Museum di Gerusalemme, e il dott. Mike Evans, fondatore del Museo, hanno rilasciato una dichiarazione congiunta promuovendo la pace e chiedendo di porre fine agli atti di violenza perpetrati in nome della religione. Peres ha inoltre donato a Sua Santità Papa Francesco un'esclusiva opera d'arte proveniente dalla Friends of Zion Founders Gallery. L'opera rappresenta una surreale scena biblica di Abramo che risponde alla chiamata di Dio. Sullo sfondo il termine ebraico Hinneni, che significa "Eccomi".

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160621/381702 )
     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160621/381703 )


Peres ed Evans hanno raccontato anche la storia di Irena Sendler, una delle eroine ricordata nel museo. Sendler, una giovane infermiera cattolica, fece uscire di nascosto dal Ghetto di Varsavia circa 2.500 bambini ebrei fornendo loro documenti di identità falsi e offrendo loro rifugio al di fuori del ghetto. Nel 1965 lo stato di Israele l'ha nominata una dei Giusti tra le Nazioni. Il dott. Mike Evans, fondatore del FOZ Museum, ha sottolineato l'importanza dell'amicizia tra i popoli e le nazioni, soprattutto nel mondo odierno in cui assistiamo a un rigurgito di antisemitismo nel mondo.

Il FOZ Museum è una delle ultimissime attrazioni sorte nel cuore di Gerusalemme. Qui visitatori provenienti da tutto il mondo possono conoscere le storie di coraggio di tutti coloro che hanno offerto supporto al popolo e allo stato di Israele negli ultimi 200 anni. Il museo si avvale di tecnologie di ultimissima generazione, che consentono ai visitatori di vivere la storia man mano che si dipana, compiendo un viaggio a ritroso nel tempo. Da presentazioni in 3D ed enormi schermi touch fino alla tecnica del project mapping su sculture uniche e alle complesse animazioni in rotoscoping che trasformano i filmati live action in dipinti.

Tra gli eroi immortalati nel museo troviamo il presidente statunitense Harry Truman, il primo ministro britannico Winston Churchill, il prof. George W. Bush, Orde Wingate, e i Giusti tra le Nazioni quali Oskar Schindler, Raoul Wallenberg, Irena Sendler e la famiglia Ten Boom, che mise a repentaglio la propria vita per salvare gli ebrei perseguitati nel mondo.

Il Friends of Zion Museum  è stato aperto a Gerusalemme lo scorso settembre con l'obiettivo di fungere da ponte, di collegare le persone nel mondo e motivare un numero maggiore di comunità a schierarsi a sostegno di Israele.

Indirizzo del museo: Friends of Zion Museum, 20 Yosef Rivlin Street, Gerusalemme. Il Museo è attualmente aperto ai visitatori; si consiglia di prenotare  tramite il sito web del museo http://www.fozmuseum.com  oppure inviando un'e-mail al nostro reparto prenotazioni a  reservations@fozhc.com o telefonando al numero  +972-2-532-9400.

FONTE Friends of Zion