Stena lancia un processo unico per il riciclaggio degli schermi LCD

22 Set, 2010, 08:00 BST Da Stena Technoworld

GOTHENBURG, Svezia, September 22, 2010 /PRNewswire/ -- Entro il 2015, si stima che le esigenze dell'Unione Europea per il riciclaggio di schermi piatti si moltiplicheranno fino a raggiungere l'incredibile cifra di 750.000 tonnellate all'anno. Il Gruppo Stena Metall sta ora lanciando un processo chiuso per la gestione degli schermi LCD.

"Il livello di riciclaggio è elevato e i vantaggi in termini ambientali sono considerevoli. Inoltre, siamo in grado di lasciarci alle spalle lo smontaggio manuale" afferma Staffan Johansson, amministratore delegato di GRIAG Glasrecycling, una divisione del Gruppo Stena Metall.

Nel 2008, in Europa sono stati venduti oltre 100 milioni di schermi piatti. TV, monitor di computer, PC portatili con tecnologia LCD, LED o plasma hanno rapidamente trovato spazio nelle case europee. Tuttavia, vi è una mancanza di processi di riciclaggio che siano efficaci e validi dal punto di vista ambientale e che riducano i rischi di esposizione al mercurio per chi smonta gli schermi da sostituire.

"Abbiamo investito cifre considerevoli per risolvere il problema del riciclaggio della montagna in rapida crescita di schermi piatti usati e abbiamo sviluppato un processo automatizzato. Il grado di riciclaggio è significativamente superiore ai requisiti che saranno definiti in futuro con una direttiva WEEE più rigorosa che indichi la percentuale di rifiuti elettronici da riciclare in Europa", sostiene Staffan Johansson.

Nel processo, si separano parti pulite di ferro, metalli, plastica, circuiti stampati nonché vetro con cristalli liquidi. Il processo chiuso è importante, soprattutto quando si tratta di maneggiare le lampadine al mercurio che fanno parte di uno schermo LCD.

"È facile che le lampadine di mercurio si rompano mentre vengono maneggiate: ciò presenta dei rischi per la salute di chi si occupa di tale operazione. Grazie al nostro processo chiuso e automatizzato, è possibile evitare questo tipo di rischio" afferma Snorre Kolseth, direttore del reparto Ricerca e sviluppo in WEEE, nel Gruppo Stena Metall.

Inoltre, il tradizionale smontaggio richiede molto tempo e spazio.

"L'odierno riciclaggio dei componenti elettronici si basa principalmente su nuovi modi per riciclare grandi quantità di rifiuti elettronici in modo rapido, conforme alle normative vigenti e con chiari vantaggi per l'ambiente e la salute. Il nostro nuovo processo per il riciclaggio degli schermi LCD ne è un buon esempio" afferma Staffan Johansson.

Area WEE del Gruppo Stena Metall

Il Gruppo Stena Metall, fondato agli inizi degli anni '90, è il leader in Europa nel settore del riciclaggio di prodotti elettronici. La divisione WEEE opera in dieci paesi: Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia, Polonia, Germania, Austria, Repubblica Ceca, Romania e Italia. Tramite gli stessi processi efficaci e collaudati, le nostre strutture riciclano i rifiuti elettronici europei. Un importante obiettivo è sviluppare i principali servizi del mercato per i clienti, l'ambiente e la società.

http://www.stenametall.com

Immagini stampa: http://v2.brandstudio.net//external/index.cfm?publicId=1526a439-4689-4e66-98f9-6d622dffab08

(A causa della lunghezza dell'URL, potrà essere necessario copiare e incollare l'hyperlink nel campo dell'indirizzo URL del browser Internet. Rimuovere eventuali spazi presenti)

FONTE Stena Technoworld