Strategie di recupero crediti più incisive per le aziende in Asia Pacifico e nel Continente americano

29 Ott, 2014, 13:00 GMT Da Atradius N.V.

AMSTERDAM, October 29, 2014 /PRNewswire/ --

Le imprese operanti nelle aree dell'Asia Pacifico e del Continente americano si dimostrano notevolmente più propense ad esternalizzare le loro pratiche di recupero degli insoluti, affidandole a società specializzate.  Ciò è vero per almeno il 50% delle aziende intervistate in tali aree geografiche. E' quanto emerge dall'edizione di ottobre 2014 del "Global Collections Review": l'indagine regolarmente condotta da Atradius Collections, società specializzata in recupero crediti a livello internazionale.  

Le imprese del Sud America e quelle cinesi hanno sofferto in particolare di limitato accesso alle agevolazioni finanziarie. Sia le imprese locali, che quelle orientate ai mercati internazionali operanti in queste due aree geografiche, stanno cominciando ad affrontare notevoli problemi di pagamento che si riflettono nelle modalità con vengono gestite le fatture insolute.

Il ricorso alle agenzie di recupero crediti è maggiore nel Continente americano (46%) e in Asia Pacifico (47%) rispetto all'Europa, dove il 30% delle imprese intervistate ha scelto questa opzione negli ultimi 12 mesi. Negli Stati Uniti (54%) Cina (52%) e Taiwan (57%), è pratica comune collaborare con un'agenzia di recupero crediti. Inoltre, il mercato del recupero crediti si sta evolvendo più rapidamente nella regione americana, dove si è osservato un aumento di quasi il 13% nell'utilizzo delle agenzie di recupero crediti rispetto all'anno precedente. Questo sottolinea l'importanza della cooperazione con un'agenzia esterna in questa regione.

Nella regione dell'Asia Pacifico le imprese sembrano molto più incisive nel loro approccio al recupero degli insoluti ed evidenziano il ricorso a molteplici metodi per ottenere i loro risultati. Le imprese europee hanno un approccio più conservativo e cauto quando si tratta di esternalizzare il servizio di recupero crediti non appena la fattura risulta inevasa. In ogni caso, le aziende dell'Asia Pacifico sono più allineate come tipo di approccio alle aziende del Continente americano in tema di utilizzo dei servizi di recupero crediti nell'immediatezza della scadenza della fattura. Quasi il 60% delle imprese intervistate nell'area dell'Asia Pacifico hanno affermato di essere disponibili ad utilizzare questo servizio entro i prossimi 24 mesi. Questo risultato sottolinea l'intenzione di iniziare a perseguire i mancati pagamenti prima di iniziare il tradizionale processo di recupero crediti.

Raymond van der Loos - direttore generale di Atradius Collections - commenta in proposito: "Il clima economico, sia nei mercati del Sud America che nei contesti asiatici, ha iniziato a deteriorarsi. Il rigore nei pagamenti ha iniziato a indebolirsi e il rischio di insolvenza si è innalzato. Per migliorare il successo nella fase di recupero crediti, le aziende stanno implementando misure più serie in termini di gestione del credito e stanno esternalizzando le loro attività di recupero crediti agli esperti che li supportano nel recuperare l'equilibrio nel loro portafoglio di crediti inevasi e a prevenire la cancellazione dei crediti rimasti impagati".

I peggiori pagatori sono i clienti domestici 

In tutto il mondo si riscontra come i peggiori pagatori si rivelino essere i clienti sul mercato domestico, indipendentemente dal tipo di industria in cui si opera e dalla dimensione dell'azienda. Le imprese dell'Asia Pacifico sono più attive nel recuperare i ritardati pagamenti dei loro clienti internazionali, anche se hanno comunque soffrono di una notevole presenza di ritardati pagamenti in ambito domestico.

Raymond van der Loos aggiunge che "La pratica di ritardare i pagamenti e utilizzarli come una forma di finanziamento gratuito è un problema che investe tutti i Paesi. La strategia di Atradius Collections è stata quella di espandere il suo network globale in Sud America e nei mercati asiatici in modo da poter essere sempre più al fianco dei suoi clienti e supportarli a livello locale nel recupero degli insoluti, sia derivanti dal mercato domestico o dagli scambi internazionali".

Global Collections Review 

L'indagine Global Collections Review si basa sui risultati di una vasta ricerca di mercato che interessa quasi 6.000 aziende in 30 paesi distribuiti in Asia Pacifico, America e Europa e analizza I comportamenti delle imprese nell'affrontare l'esternalizzazione del servizio di recupero crediti. L'analisi dettagliata contenuta nel rapporto può aiutare le aziende a determinare - sia a livello di paese che di industria - le proprie strategie di gestione delle fatture inevase.

La Global Collections Review e i singoli rapporti Paese sono disponibili presso http://www.atradiuscollections.com/global/updates-publications/global-collections-review.html

Atradius Collections 

Atradius Collections, appartenente al Gruppo Atradius, offre servizi di recupero dei crediti commerciali sia domestici che internazionali in modo efficiente, veloce e flessibile. Attraverso i suoi 20 uffici e una estesa rete professionale di specialisti sia nel recupero amichevole che legale, Atradius Collections assiste oltre 14.500 clienti in tutto il mondo. Gli oltre 85 anni di esperienza nel settore della gestione globale del credito consentono ad Atradius Collections di posizionarsi come leader mondiale dei service di recupero dei crediti commerciali nel settore business-to-business.

http://www.atradiuscollections.com

http://www.linkedin.com/company/atradius-collections

http://www.twitter.com/AtradiusCollect

Per ulteriori informazioni:
Iris Graatsma
Email: Iris.Graatsma@atradius.com
Telefono: +31-20-553-3139

FONTE Atradius N.V.