Uwe Tellkamp ottiene il premio letterario "Deutscher Buchpreis 2008" per il suo romanzo "Der Turm"

13 Ott, 2008, 19:00 BST Da Boersenverein des Deutschen Buchhandels e.V.

FRANCOFORTE SUL MENO, Alemania, October 13 /PRNewswire/ -- Il "Börsenverein des Deutschen Buchhandels" (associazione commercio librai tedeschi) premia il miglior romanzo dell'anno / Assegnazione del premio nel "Frankfurter Römer" alla presenza di 400 ospiti.

Il vincitore del premio letterario tedesco del 2008 è Uwe Tellkamp. Ottiene il premio per il suo romanzo "Der Turm" (Suhrkamp). Il più grande romanzo "Der Turm", di Uwe Tellkamp, che si svolge prima della caduta del muro, presenta una grande varietà di scene, quadri e forme di linguaggio, il panorama di una società che avanza barcollando verso la fine. Con l'esmpio di una famiglia borghese di Dresden, racconta l'assimilazione e la resistenza di un sistema logorato. Il romanzo si svolge nei più svariati ambienti, fra studenti, medici, letterati e politici. L'eroe di Uwe Tellkamp manda il suo eroe rebelle Christian Hoffmann in un viaggio infernale, dal suo enclave, al servizio militare, fino all'esecuzione della punizione nella armata popolare nazionale (NVA). Ai lettori si presentanto come non mai fragranze, modi di esprimersi e mentalità della tarda repubblica democratica tedesca (DDR) Ininterrottamente si spostano gli avvenimenti verso il 9 novembre, secondo l'opinione dei sette membri della giuria. La giuria del "Deutscher Buchpreis 2008" è composta da: Rainer Moritz (direttore del "Literaturhaus Hamburg" e portavoce della giuria), Christoph Bartmann (direttore della sezione cultura e informazione dell'Istituto Goethe), Martin Ebel (redattore per la cultura del "Tages-Anzeiger Zürich"), Meike Fessmann (critico), Jens Jessen (direttore della pagina culturale del giornale "ZEIT"), Manfred Keiper (proprietario della libreria "Andere Buchhandlung", a Rostock) e Michael Schmitt, (redattore per il programma "Kulturzeit", sul canale televisivo 3sat).

"La giuria deve premiare il miglior romanzo dell'anno, cosa che è riuscita a fare con impegno e passione. Alla fine, dopo intense discussioni, è stata presa la decisione con grande unanimità. Un risultato, che non si ottiene sempre così facilmente in riunioni di giurie", dice il portavoce della giuria Rainer Moritz. "Coloro che ci tengono alla letteratura di lingua tedesca, sopratutto al romanzo di lingua tedesca, possono dare uno sguardo sincero e rallegrante sulle nuove pubblicazioni negli ultimi anni. Nonostante un periodo, in cui testi lodati per il loro bilancio si scoprono fasulli e il rinascimento letterario spesso è una mera produzione dell'industria, il bilancio finale può considerarsi positivo: il romanzo tedesco è vivo, più vivo che mai!", così dice Gottfried Honnefelder, presidente del "Börsenverein des Deutschen Buchhandels" (associazione commercio librai tedeschi) e presidente dell' "Akademie Deutscher Buchpreis" (accademia premio letterario tedesco), avanti ai 400 ospiti nel "Kaisersaal des Frankfurter Römer".

Uwe Tellkamp ha potuto affermarsi contro: Dietmar Dath (Die Abschaffung der Arten, Suhrkamp), Sherko Fatah (Das dunkle Schiff, Jung und Jung), Iris Hanika: (Treffen sich zwei, Droschl), Rolf Lappert (Nach Hause schwimmen, Hanser) e Ingo Schulze (Adam und Evelyn, Berlin Verlag). Ottiene un premio in denaro di 25.000 Euro; ad ogni altro dei cinque finalisti saranno consegnati 2.500 Euro. Con il "Deutscher Buchpreis 2008" il "Börsenverein des Deutschen Buchhandels" vuole assegnare durante l'inizio della fiera del libro di Francoforte un premio letterario al miglior romanzo dell'anno in lingua tedesca.

Francoforte sul Meno, 13 ottobre 2008

    
    Claudia Paul
    Direttrice stampa e informazioni
    Telefono: +49-69-13-06-293; e-mail: paul@boev.de

FONTE Boersenverein des Deutschen Buchhandels e.V.