Verdetto a favore di Visto nella causa sull'email mobile contro Seven Networks e nuova causa contro Research In Motion (RIM)

01 Mag, 2006, 23:44 BST Da Visto

REDWOOD SHORES, California, May 1 /PRNewswire/ --

- Il tribunale federale delibera a favore di Visto, convalidando più di un decennio di investimenti tecnologici.

Una giuria si è pronunciata, a larghissima maggioranza, a favore di Visto Corporation nella lunga vertenza giudiziaria su proprietà intellettuale tra Visto e Seven Networks. La giuria ha ritenuto che il servizio mobile di posta elettronica di Seven violi il sistema creato da Visto negli ultimi dieci anni. Ha inoltre deliberato che tale violazione ha il carattere dell'intenzionalità per tutte le rivendicazioni portate a giudizio.

Immediatamente dopo la vittoria nella causa contro Seven Networks, i legali di Visto hanno intentato una causa simile contro Research in Motion (RIM), provider di Blackberry. Visto richiede un'ingiunzione contro RIM e il riconoscimento dei danni monetari.

"La decisione a consenso così schiacciante di venerdì contro Seven Networks convalida le nostre rivendicazioni secondo cui la proprietà intellettuale di Visto funge da base per la nascita di questo intero settore," ha affermato Brian Bogosian, Chairman, Presidente e CEO di Visto. "Non c'è stata ambiguità alcuna nella decisione della giuria. Analogamente, riteniamo che verrà posta fine alla violazione di RIM nei confronti della tecnologia di Visto. La nostra tesi contro RIM si basa sulla analogia della tecnologia, del diritto e dei brevetti esattamente come nella causa appena vinta presso il tribunale federale contro Seven Networks."

"Sulla base della schiacciante vittoria di Visto in tribunale contro Seven Networks venerdì, RIM deve comprendere che un comportamento simile non è tollerabile nel settore dell'email mobile," ha proseguito Bogosian. "Ai sensi della legge, che difende i consumatori dai prodotti contenenti tecnologie che violano la proprietà intellettuale, a RIM non dovrebbe essere consentito vendere il sistema Blackberry."

"Il verdetto sfavorevole a Seven Networks è una difesa degli oltre 10 anni d'investimento nella proprietà intellettuale della nostra azienda, " ha detto Bogosian. "I brevetti assicurano che le società che creano tecnologia e promuovono realmente l'innovazione non siano danneggiate sul mercato da concorrenti che violano la nostra tecnologia. Visto ha continuato a crescere in questo settore grazie alla sua innovazione che è ora rappresentata da oltre 400 dipendenti in 10 paesi ed è al servizio di alcuni dei più grandi operatori mobili al mondo. Questo verdetto è un'ulteriore conferma della nostra leadership tecnologica su questo mercato."

La giuria del tribunale federale del Distretto Orientale del Texas ha convalidato le rivendicazioni asserite da Visto, giudicando che Seven Networks non solo ha violato la proprietà intellettuale di Visto, ma lo ha fatto intenzionalmente. Il tribunale ha sostenuto tutte e cinque le rivendicazioni e i tre diversi brevetti portati in giudizio da Visto. La giuria ha riconosciuto a Visto il risarcimento danni ad un tasso di royalty pari a 19,75% dei ricavi ottenuti dai prodotti violatori di Seven, ovvero circa 3,6 milioni di dollari.

"Il tasso di royalty riconosciuto in questo caso riflette l'enorme valore dei brevetti di Visto nel settore mobile," ha detto Bogosian. "È previsto che il tribunale indica un'udienza relativa ad un'ingiunzione contro Seven Networks nella quale le si vieterebbe di continuare ad utilizzare il sistema che viola la proprietà intellettuale."

Daniel Mendez, co-fondatore di Visto, nonché suo vice-presidente senior, ha istituito la società nel 1996 con lo scopo di consentire agli utenti di accedere ai dati sensibili, compresa l'email, oltre i firewall protetti delle aziende.

"Visto è leader globale nel mercato dell'email mobile," ha affermato Mendez, uno dei veri inventori della tecnologia in questione. "Abbiamo investito decine di milioni di capitale proveniente da investitori leali e pazienti per trasformare i nostri prodotti da invenzioni a prodotti di mercato. Tuttavia, la nostra è ancora una piccola società e potremo avere successo e creare innovazioni solo se alle grandi aziende verrà impedito di violare le leggi che tutelano gli investitori e gli innovatori," ha detto Mendez. "Saremo capaci di eccellere in un campo dove tutti giocano alla pari, ma se altri si prendono quello che è nostro, dobbiamo insistere nel pretendere il rispetto delle leggi del paese. Non chiediamo nulla di più, e nulla di meno."

Tre dei brevetti protagonisti della vittoria di Visto su Seven Networks sono identici a quelli oggetto della causa intentata contro RIM. I quattro brevetti che RIM è accusata di violare:

    
    - Brevetto U.S.A. No. 6.085.192 intitolato "Sistema e metodo per la 
      sincronizzazione sicura di più copie di un elemento workspace in una 
      rete"

    - Brevetto U.S.A. No. 6.023.708 intitolato "Sistema e metodo per 
      l'impiego di un traduttore globale per la sincronizzazione di elementi 
      workspace su una rete"

    - Brevetto U.S.A. No. 6.708.221 intitolato "Sistema e metodo per 
      l'accesso globale e sicuro a informazioni unificate su una rete 
      informatica"

    - Brevetto U.S.A. No. 6.151.606 intitolato "Sistema e metodo per 
      l'impiego di un Data Manager di workspace per accedere, manipolare e 
      sincronizzare dati di rete"

A rafforzare ulteriormente le argomentazioni di Visto contro RIM c'è il fatto che sul brevetto 6.085.192 si è recentemente concluso il riesame presso il United States Patent and Trademark Office (USPTO, Ufficio Brevetti e Marchi Commerciali degli Stati Uniti d'America). Si è sostenuta la validità del brevetto rispetto alla letteratura sostanziale esaminata dall' USPTO.

La tecnologia di Visto è il cuore di Visto Mobile(TM), un'offerta leader per l'email push con marchio registrato e disponibile per i maggiori operatori al mondo fra cui Cingular, Sprint Nextel, il gruppo Vodafone, Rogers Wireless e molti altri. Gli abbonati privati e business ricevono il servizio di Visto Mobile tramite il loro operatore di telefonia mobile.

Informazioni su Visto

Visto offre la piattaforma globale leader per gli operatori mobili che vogliono offrire l'email push wireless sulla più ampia gamma di dispositivi mobili. La soluzione aperta di Visto consente l'email per il mercato di massa, mirando alle grandi imprese, alle piccole aziende, ai professionisti e ai consumatori mobili. Le soluzioni personalizzate e con possibilità di marchio sono disponibili tramite gli operatori mobili mondiali fra cui Cingular, Elisa, KPN, Rogers Wireless, SmarTone, SFR, Sprint Nextel, TELUS Mobility e il gruppo Vodafone.

Istituita nel 1996, Visto è sostenuta da Oak Investment Partners, Draper Fisher Jurvetson, DFJ ePlanet Ventures, VantagePoint Venture Partners, Meritech Capital Partners, Rustic Canyon Ventures, Allegis Capital e Blueprint Ventures. Per maggiori informazioni, visitare il sito http://www.visto.com.

Sito internet: http://www.visto.com

FONTE Visto