Video: la prima missione poetico-sociale nello spazio ad opera di Guy Laliberte

12 Ott, 2009, 19:44 BST Da Cirque du Soleil

MOSCA, October 12 /PRNewswire/ --

- "Moving Stars and Earth for Water"

- Artisti internazionali per un evento globale

Guy Laliberte, fondatore di Cirque du Soleil e della Fondazione ONE DROP(TM), ha svelato il concetto artistico alla base della sua missione poetico-sociale che si compirà dalla Stazione Spaziale Internazionale (SSI). Si tratta del primo evento artistico e sociale che avrà origine nello spazio.

Per visualizzare il comunicato stampa multimediale, andare su: http://multivu.prnewswire.com/mnr/cirquedusoleil/40521/

Ispirata al tema "Moving Stars and Earth for Water" (mobilitazione delle stelle e della terra a favore dell'acqua), la missione poetico-sociale si svolgerà il 9 ottobre 2009(GMT, ora del meridiano di Greenwich) contemporaneamente in 14 città di tutto il mondo. Per 120 minuti, la terra alzerà lo sguardo verso le stelle e risuonerà al ritmo di artisti e personalità di fama mondiale che testimonieranno il loro impegno a favore dell'acqua rendendo omaggio a questa risorsa naturale di importanza vitale.

14 città in cinque continenti ... e nello spazio

L'evento avrà luogo contemporaneamente alle 20:00 (-4 GMT) a Montreal, Mosca, Santa Monica, New York, Johannesburg, Mumbai, Marrakesh, Sydney, Tokyo, Tampa, Città del Messico, Rio de Janeiro, Parigi, Londra e sulla Stazione Spaziale Internazionale.

In ognuna di queste città si dischiuderà un "momento artistico" alla presenza di artisti e personalità di fama mondiale. Ogni città avrà un proprio tema legato all'acqua. I seguenti nomi hanno già confermato la loro partecipazione: l'ex vicepresidente USA Al Gore, A. R. Rahman, Cirque du Soleil, Claude Challe, il Dott. David Suzuki, Fnaire, Frank De Winne, Garou, Gilberto Gil, Gregory Colbert, Jean Lemire, Julie Payette, Maud Fontenoy, Patrick Bruel, Peter Gabriel, Peter Lik, Shakira, Simon Carpentier, Tatuya Ishii, Tetsuko Kuroyanagi, Tiffany Speight, U2, Vandana Shiva e Yann Arthus-Bertrand. Prenderanno parte all'evento leggendo alcuni estratti del poema, esibendosi in performance o condividendo il lavoro artistico.

"Negli ultimi 25 anni, i viaggi che ho fatto in giro per il mondo mi hanno consentito di conoscere persone straordinarie: artisti, leader e amici," ha proseguito Guy Laliberte. "Sono profondamente toccato dal fatto che abbiano accettato di contribuire con le loro voci, il loro talento e la loro creatività al mio progetto artistico. Lo hanno fatto perché, come me, condividono le stesse mie preoccupazioni in merito alla risorsa acqua e il mio convincimento che tramite l'arte e l'emozione si possa trasmettere un messaggio universale."

Un racconto poetico per l'acqua

Le forme artistiche, che comprendono musica, danza, arti visive e fotografia, sono il filo conduttore della missione poetico-sociale di Guy Laliberte finalizzata a creare consapevolezza ovunque attraverso le emozioni. Ogni esibizione artistica sarà accompagnata da un sottotesto che presenterà i fattori umanitari associati ai problemi dell'acqua.

Al centro del concept c'è un racconto poetico immaginato da Guy Laliberte e scritto dall'autore canadese, celebrato in tutto il mondo, Yann Martel ("Vita di Pi"). Il racconto verrà narrato a brani successivi, da una città all'altra, con le personalità famose a passarsi il testimone.

"Quando ho deciso di unirmi alla missione Spedizione 21, sapevo che ci sarebbe stata una componente artistica nella mia missione," ha affermato Guy Laliberte. "Sono un artista, non uno scienziato e quindi era mio dovere dare un contributo usando i miei mezzi. Il primissimo giorno di addestramento, ho cominciato a riflettere sul mio approccio artistico. L'ispirazione mi è venuta dai racconti e dai sogni dei bambini. Ho deciso che il contesto artistico per il nostro evento globale sarebbe stato un racconto poetico. Il mio desiderio è quello di arrivare a toccare le persone attraverso un approccio artistico e se ci riusciamo, otterremo molto di più che una semplice sensibilizzazione."

Il ruolo di Guy Laliberte nel progetto artistico

Nel corso della spedizione a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, Guy presenterà filmati e fotografie che verranno integrati agli eventi in corso nelle 14 città. Attraverso queste immagini sarà possibile trarre il massimo dal suo eccezionale punto di vista rispetto alla terra e consentiranno di condividere le sue impressioni con il pubblico presente in ogni città.

"Durante l'addestramento e la preparazione per il volo ho avuto modo di riscontrare che sono in tanti, nella comunità aerospaziale internazionale, a condividere le mie stesse preoccupazioni per l'acqua e a sostenere il mio progetto," ha affermato Guy. "Hanno capito le mie intenzioni e convengono anche sul fatto che l'utilizzo di un linguaggio artistico ci consentirà di raggiungere non solo la comunità aerospaziale interessata, ma anche le persone che normalmente non si interessano alle attività nello spazio. Desidero ringraziarli per la loro genuina apertura e comprensione. Il loro sostegno è inestimabile per me in quanto conferma che anche se siamo 6 miliardi di abitanti sulla terra, è possibile lavorare insieme verso un obiettivo comune e cambiare il mondo... un passo alla volta, una goccia alla volta."

Un webcast planetario

Tutti i 14 eventi saranno disponibili dal vivo e nella loro interezza su onedrop.org grazie ad una partnership globale con aol.com.

Guy Laliberte raggiungerà la Stazione Spaziale Internazionale a bordo della navicella Soyuz TMA-16 insieme ai membri dell'equipaggio della Spedizione 21: il cosmonauta russo Maksim Surayev (comandante) dell'Agenzia Spaziale Russa (FSA) e l'astronauta della NASA Jeffrey Williams (ingegnere di volo). Guy sarà così il primo cittadino privato canadese a partecipare ad una missione esplorativa spaziale. Il suo viaggio sarà anche la prima missione sociale-artistica nello spazio. L'arrivo è previsto per l'11 ottobre.

FONTE Cirque du Soleil