Menarini e Meyer alla ricerca della cellula rara

20 Ott, 2015, 20:07 BST Da The Menarini Group

FIRENZE, Italia, 20 ottobre 2015 /PRNewswire/ -- Alla ricerca dei segreti delle cellule rare. E' stata presentata oggi al Meyer la donazione del Gruppo Farmaceutico Menarini all'Ospedale pediatrico fiorentino. Si tratta di uno strumento innovativo, il "DEPArray™" System, che consentirà l'avvio di ricerche avanzatissime in due Dipartimenti importanti: l'Oncologia pediatrica diretta da Claudio Favre e quello di Neuroscienze guidato da Renzo Guerrini. I team da loro guidati potranno impiegare questo prezioso strumento per selezionare e recuperare cellule rare purissime, a partire da campioni di vario tipo come: sangue, midollo osseo, liquido pleurico, tessuti da biopsia.

Con l'installazione della tecnologia "DEPArray™"  al Meyer inizia una nuova era nella ricerca in oncologia pediatrica e in neurologia nell'ambito delle epilessie: questa strumentazione, unica e precisa, consentirà di comprendere i più segreti meccanismi genetici dei tumori aprendo nuove strade verso terapie sempre più personalizzate per i piccoli pazienti e per questo più efficaci.  L'installazione del "DEPArray™"  al Meyer consentirà di studiare a fondo sia le cellule tumorali circolanti che i tumori solidi pediatrici e di migliorare le nostre conoscenze sulla genetica dei tumori.

Il brevetto "DEPArray™" è di Silicon Biosystems, azienda del Gruppo Menarini. "DEPArray™" è la prima tecnologia in grado di isolare, in modo automatico, singole cellule rare presenti in vari liquidi biologici, come le cellule tumorali circolanti nel sangue. Le cellule selezionate tramite questa tecnologia, che sfrutta i principi della dielettroforesi, sono mantenute intatte, vive e capaci di riprodursi, e quindi pronte per successive indagini molecolari di DNA, RNA, etc.  Il sistema è estremamente accurato nella selezione cellulare, fino al livello della singola cellula, e consente un grado di purezza del 100%.

Tumori e meccanismi autoimmuni post trapianto: sono le applicazioni cui troverà impiego in Oncologia pediatrica: "Grazie al "DEPArray™"  potremo isolare e selezionare anche pochissime cellule tumorali circolanti e purissime – spiega Claudio Favre - cellule che ci possono dare informazioni importanti come markers per la valutazione e l'eventuale sviluppo della malattia metastatica. Inoltre potremo comprendere ancora di più la biologia e l'aggressività del tumore oltre a impostare un profilo molecolare per ciascun paziente così da ottenere una terapia personalizzata che possa centrare specifici bersagli". L'altro filone di attività di ricerca già avviato riguarda lo studio del ruolo del sistema immunitario dopo il trapianto attraverso l'analisi delle biopsie intestinali. "Nostro obiettivo è quello di individuare anche eventuali marcatori biologici – conclude Favre – che potrebbero essere in grado di predire l'insorgenza e la gravità della disregolazione immunitaria e controllare il corso della malattia".

Per quanto concerne l'utilizzo che ne farà il Dipartimento di Neuroscienze riguarda gli studi sull'epilessia. "Impiegheremo questa innovativa strumentazione – spiega Renzo Guerrini  – per estrarre il DNA dalle cellule isolate dai vari tessuti, in particolare dal tessuto cerebrale di soggetti sottoposti a interventi neurochirurgici per la cura dell'epilessia. Nostra intenzione è infatti quella di studiare le mutazioni genetiche che sono responsabili del cambiamento delle caratteristiche morfologiche e funzionali dei neuroni che sono alla base dell'epilessia". Ricerche condotte da vari gruppi nel mondo, compreso il team del Meyer, stanno infatti dimostrando in modo sempre più concreto come l'epilessia e varie malformazioni cerebrali siano spesso determinate da alterazioni genetiche presenti solo in alcune cellule cerebrali. Questo fenomeno, che viene chiamato "mosaicismo", può essere studiato solo se si ha la possibilità di accedere direttamente alle cellule coinvolte ed eseguendo sul loro DNA studi di sequenziamento ad altissima risoluzione . 

Alberto Zanobini, Direttore Generale del Meyer: "Grazie alla donazione fatta oggi dal Gruppo Menarini il nostro ospedale può varcare una nuova frontiera della ricerca scientifica sui meccanismi alla base dell'epilessia e di quelli che fanno insorgere i tumori. Si realizza così una importante collaborazione tra una grande impresa italiana e il nostro ospedale pediatrico, valorizzando una tecnologia avanzatissima a livello mondiale".

Lucia Aleotti, Presidente del Gruppo Menarini: "Oggi doniamo al Meyer, una eccellenza italiana tra gli ospedali pediatrici, una tecnologia così promettente, nata dallo studio di due ingegneri italiani, che hanno unito le potenzialità dell'ingegneria elettronica alla biologia per la gestione digitale delle cellule umane. Il DEPArray™ è installato in primari centri di ricerca in Europa, USA e Giappone e poter affidare alle mani esperte dei ricercatori del Meyer il nostro strumento è per noi motivo di grande fierezza. Questa tecnologia porterà chiarezza nei risultati genetici di tutti quei piccoli pazienti che hanno campioni tumorali complessi. Infatti, dove le tecniche convenzionali falliscono perchè le cellule tumorali nel sangue sono rare, il campione è di piccole dimensioni o il contenuto di cellule tumorali nella biopsia è scarso, "DEPArray™"  riesce a dare risposte precise consentendo ai ricercatori di comprendere sempre di più e meglio la genetica del tumore e la strada terapeutica da intreprendere."

About Menarini Group: Il Gruppo Menarini è la prima azienda farmaceutica italiana nel mondo, 17ª in Europa su 5.389 aziende e 37ª nel mondo su 19.992 aziende, con un fatturato superiore a 3,3 miliardi di euro e oltre 16.000 dipendenti. Il Gruppo Menarini ha sempre perseguito due obiettivi strategici: ricerca e internazionalizzazione. E' presente nelle più importanti aree terapeutiche, tra cui farmaci per cardiologia, gastroenterologia, pneumologia/antibiotici, andrologia, diabetologia, agenti antinfiammatori/analgesici. Con 14 stabilimenti produttivi e 5 centri di ricerca e sviluppo, il Gruppo Menarini ha una forte presenza in tutta Europa e nei principali paesi di Asia, Africa, America centrale e meridionale. I suoi prodotti sono a disposizione dei pazienti in più di 100 paesi. Per maggiori informazioni su Menarini, visitare il sito:  www.menarini.it . Ufficio Stampa Menarini – ufficiostampa@menarini.it

About Silicon Biosystems: Silicon Biosystems Inc., è un'azienda del Gruppo Menarini, con una sede europea a Bologna e una americana a San Diego, California. Silicon Biosystems opera nel settore healthcare e nella medicina personalizzata, attraverso lo sviluppo di tecnologie e prodotti che aiutano a comprendere la complessità biologica di molte patologie grazie allo studio della singola cellula. Ha brevettato il DEPArrayTM, una strumentazione unica che  consente di selezionare e muovere le cellule di interesse per poi recuperarle singolarmente o in gruppi, permettendone così una precisa analisi molecolare. Per maggiori informazioni http://www.siliconbiosystems.com

About Meyer: Il Meyer è ospedale pediatrico di alta specializzazione e centro di riferimento nazionale per l'elevata complessità pediatrica. Dispone di 247 posti letto multi-specialistici ed è dotato di tutte le specialità mediche e chirurgiche di area pediatrica. Le moderne tecnologie si associano all'attività di ricerca e alle nuove terapie per il raggiungimento di alti livelli assistenziali in un contesto di umanizzazione e di servizi di accoglienza per le famiglie e i piccoli pazienti.

FONTE The Menarini Group



Link correlati

http://www.menarini.it