Congresso ESH 2013, dallo studio SEVITENSION nuove evidenze sull'efficacia della combinazione fissa olmesartan/amlodipina vs. perindopril/amlodipina nel controllo della pressione arteriosa centrale

MILANO, June 25, 2013 /PRNewswire/ --

Nel corso del 23° Congresso della Società Europea di Ipertensione sono stati presentati gli ultimi dati dello studio SEVITENSION, che mostrano l'efficacia superiore della combinazione fissa olmesartan/amlodipina rispetto alla combinazione perindopril/amlodipina nel controllo della pressione arteriosa centrale. SEVITENSION prende le mosse dai risultati del precedente studio CAFÉ-Conduit Artery Function Evaluation (parte dello studio ASCOT), che aveva mostrato come i trattamenti in combinazione fissa abbiano effetti differenti sulla pressione arteriosa centrale.

"Queste evidenze - ha dichiarato Luis Ruilope, direttore dell'Unità Antipertensiva dell'Ospedale 12 Ottobre di Madrid e coordinatore dello studio Sevitension - potrebbero spiegare la differenza dei risultati clinici fra i due gruppi dello studio ASCOT e fornire utili indicazioni per aiutare i medici a scegliere la miglior opzione di trattamento per gestire in maniera più efficace e conveniente l'ipertensione, proteggendo i pazienti dal rischio cardiovascolare. L'ambizione è quella di raggiungere l'obiettivo di controllare adeguatamente la pressione arteriosa nel 70% dei pazienti entro il 2015".

Gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE-I) agiscono bloccando l'enzima che trasforma l'angiotensina I in angiotensina II, mentre gli ARB agiscono bloccando il recettore dell'angiotensina II, offrendo peraltro il vantaggio di minori effetti collaterali rispetto agli ACE-I, in particolare la tosse.

Daiichi Sankyo continua il proprio impegno nell'ipertensione e nello sviluppo dell'olmesartan. Lo studio SEVITENSION si è concentrato proprio sulla valutazione della combinazione fissa olmesartan/amlodipina.

Lo studio SEVITENSION ha analizzato la combinazione di 40 mg di olmesartan e di 10 mg di amlodipina per valutare se questa fosse in grado di abbassare la pressione arteriosa centrale a un livello simile a quello ottenuto con la somministrazione di 8 mg di perindopril e di 10 mg di amlodipina, valutata nello studio CAFE'. I risultati mostrano che non solo questo obiettivo è stato raggiunto, ma che la combinazione olmesartan/amlodipina abbassa la pressione arteriosa centrale in misura maggiore rispetto alla combinazione con perindopril. Tale risultato è stato confermato anche con altre modalità di misurazione, compresa quella brachiale standard e quella ambulatoria nelle 24 ore. L'altra evidenza scientifica emersa dallo studio riguarda il fatto che il 75,6 % dei pazienti trattati con la combinazione olmesartan/amlodipina sono stati in grado di "normalizzare" la loro pressione arteriosa a livelli più bassi di 140/90 mmHg, cioè lo standard raccomandato dalla Società Europea di Ipertensione. La proporzione dei pazienti che hanno ottenuto lo stesso livello di pressione arteriosa con la somministrazione della combinazione con perindopril é stata invece più bassa di quasi il 20% (57,5 %).

"Dalla pubblicazione dello studio CAFÉ, la combinazione di 8 mg di perindopril con 10 mg di amlodipina è stata considerata lo standard ideale. Questo standard è stato comparato con l'associazione di 40 mg di olmesartan e 10 mg di amlodipina, che è riuscito ad abbassare i livelli della pressione arteriosa centrale in modo più significativo. Migliore è la risposta della pressione arteriosa, minori sono i rischi di sviluppare eventi cardiovascolari", ha concluso Ruilope.

Olmesartan+Amlodipina

  • Olmesartan è un antagonista recettoriale dell'angiotensina II. L'angiotensina II svolge fisiologicamente molteplici ruoli tra i quali il restringimento dei vasi sanguigni (vasocostrizione), e porta alla produzione di un altro ormone chiamato aldosterone, che è responsabile della ritenzione di liquidi. Impedendo l'azione dell'angiotensina II, olmesartan determina una vasodilatazione, abbassando la pressione.
  • Amlodipina è un calcio-antagonista a lunga durata indicato per ridurre la pressione arteriosa; agisce rilassando la muscolatura liscia delle pareti arteriose, diminuendo la resistenza periferica totale.

Contatti

Daiichi Sankyo
Elisa Porchetti                                              
Tel.+39-0685255-226    
elisa.porchetti@daiichi-sankyo.it                    

Daiichi Sankyo Europa

Daiichi Sankyo, il cui headquarter europeo è situato a Monaco, ha 12 filiali in Europa e un sito produttivo mondiale situato a Pfaffenhofen, Germania. Per maggiori informazioni visita il sito http://www.daiichi-sankyo.it


SOURCE Daiichi Sankyo Europe GmbH




Custom Packages

Browse our custom packages or build your own to meet your unique communications needs.

Start today.

 

PR Newswire Membership

Fill out a PR Newswire membership form or contact us at (888) 776-0942.

Learn about PR Newswire services

Request more information about PR Newswire products and services or call us at (888) 776-0942.